Jump to content
Sign in to follow this  
Lionheart86

Poche pretese

Recommended Posts

Ho deciso di trasferire il mio blog dal dominio aruba dove sta ora a uno che sia "tutto mio", visto che quello di ora è condiviso con un mio amico e c'è anche un forum.

Considerando che il vecchio dominio devo continuare a pagarlo, e che sono uno studente non lavoratore, vorrei rimanere intorno ai 30-35 euro di spesa annua.

 

Mi servirebbero le seguenti caratteristiche:

- server Linux

- spazio: direi che 100mb bastano e avanzano. in fondo è solo uno script wordpress, più qualche immagine che uso per le firme dei forum...

- indirizzi email: non molti, direi 5

- traffico: non ne ho la più pallida idea...ma credo che un blog Wordpress che fa (quando va bene) cinquanta visite al giorno non generi molto traffico, giusto?

- php e almeno un database MySql

- accesso ftp

- un servizio serio con una buona assistenza

- non mi serve che sia SEMPRE up e SEMPRE veloce, ma non vorrei qualcosa come Aruba, che ultimamente va SEMPRE al rallentatore...

 

Per le altre caratteristiche chiedo il vostro consiglio: il pannello di gestione del dominio è un elemento determinante della scelta?

 

Al momento ho "puntato" le seguenti offerte:

- PieroniNet, PN50

- Infinytech, BASIC

- Solodomini.com (anche se ultimamente leggo commenti non entusiasti)

- Netjaguar, "CAT" plan

- Eastitaly, LINUX

- Hostwebservice, 100 o 300

- Flamenetworks, EASY

 

Consigli? Indicazioni? Ringrazio in anticipo per l'aiuto:signs3:

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh guarda dei fornitori che hai citato, io escluderei solamente quelli che offrono spazio iillimitato e che non hanno indicato un minimo di sla su server e connettività. Per il resto non ho esperienza diretta con tutti ma mi sembrano tutti buoni, certo scegli poi tu, alcuni hanno connettività estera, altri italiana.

 

Se cerchi un servizio per un blog non penso che nessuno di quelli ti dia grossi problemi, come detto eviterei a titolo personale uno spazio illimitato, perchè sarebbe sprecato e diciamo "meno sicuro" qualitativamente rispetto ad altri ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
...io escluderei solamente quelli che offrono spazio iillimitato e che non hanno indicato un minimo di sla su server e connettività...

scusa la mia ignoranza =) ma "sla" per cosa sta?

 

Anche tophost andrebbe bene...

non mi piace...è solo una questione "a pelle" ma non ci posso fare niente...non lo voglio Tophost:cartello_lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
scusa la mia ignoranza =) ma "sla" per cosa sta?

 

Service Level Agreement.

 

Praticamente sarebbe la carta dei servizi, cioe' quello che il provider garantisce (da contratto o no) riguardo la qualita' dei servizi erogati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capisco...approfitto ancora un po' di voi =D

Dite che per il traffico non mi devo preoccupare più di tanto? Cioè, credo che 1 o 2 giga bastino per un blog personale...

 

E altra questione su cui ho sempre avuto dubbi...com'è la trafila per prendere i domini .it? Perchè io ho sempre preso domini .net proprio per evitarla XD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Registrare un .it non è molto difficile ma devi assicurarti che il provider che sceglierai permetta di farlo.

 

Alcuni provider, ad esempio americani (ma non solo), non permettono di registrare domini .it ma di solito permettono di configurarli nei loro server, facendo provvedere al cliente a registrarli autonomamente da un maintener accreditato presso il NIC italiano, per poi farti cambiare i DNS autoritari con il loro o facendoti mettere i records giusti (entrambi i dati verranno forniti dall'hoster).

 

In ogni caso, che tu registri il dominio separatemente all'hosting o meno, in caso che l'estensione sia .it dovrai essere maggiorenne e mandare via fax o raccomandata una lettera di assunzione responsabilità sugli utilizzi che farai del dominio.

 

I maintener generalmente, partendo dalla base, la precompilano con i valori del proprietario e del dominio e la rendono disponibile nella tua "Area Riservata" come PDF, ed è quindi sufficiente stampare, firmare e spedire.

 

In caso che non ti fornisca la lettera AR precompilata potrai facilmente prendere il modulo da www.nic.it e compilarlo (facendoti dare la loro sigla maintener, e.g.: PIPPO-MNT).

 

Per completezza aggiungo che può essere anche il maintener a provvedere all'invio della LAR dopo che l'ha ricevuta a sua volta via FAX o e-mail (se lo permette).

 

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×