Jump to content
Sign in to follow this  
Thomas

State alla larga da seflow (cancellazione server pagamento in ritardo)

Recommended Posts

La mia posizione non consente di criticare o meno l'operato delle aziende, penso che qui la questione sia formale, thomas chiedeva probabilmente una semplice frase che spiegasse che il server sarebbe stato cancellato a pagamento non avvenuto in data x. La sospensione mi pare ovvia, la cancellazione un po' meno, almeno in un tempo limitato: all'estero si procede quasi sempre alla sospensione, poi email di avviso cancellazione e ultimo avviso per riattivare il servizio, cancellazione. Questo è quel che fa ad esempio vpslink.com. Purtroppo pero la mancanza è dell'utente se il tutto è dichiarato a contratto.

 

Sono d'accordo con te. Quello che intendevo dire però è che le notifiche di cancellazione, sono solo un favore fatto all'utente. Praticamente tutti lo fanno, ma deve essere chiaro che come da contratto -vpslink compreso- se non paghi possono rimuoverti, SUBITO. 7 giorni di sospensione mi sembra un periodo più che sufficiente per un contratto mensile / annuale.

 

A mio avviso però, dalla mia modestissima conoscenza di business (pari a zero), costa meno tenere 20 gb occupati nel disco, piuttosto che perdere un cliente per sempre.

 

Dipende quanto li paghi questi 20 gb :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per principio sarebbe da bastonare Thomas anche solo per i toni che usa, si fa presto a passare dalla ragione al torto sbagliando la comunicazione (quando la ragione la si ha... e lui non l'ha), però voglio dare una botta alla botte ed una al cerchio.

 

Può essere anche (mi butto ad indovinare e a teorizzare) che ci sia stato un qui pro quo alla Seflow ed abbiano cancellato per sbaglio il vps (cosa grave), si può pensare che magari dopo la sospensione si poteva lasciare il vps in standby per qualche giorno ancora con un'ultimo sollecito (un mese su un contratto di un mese, dopo già 10 giorni di sospensione, francamente mi pare assurda come pretesa) anche se non dovuto, diciamo per cortesia, ma come è stato già fatto notare ci sono stati comunque 10 giorni di silenzio totale da parte del cliente. Sinceramente se fossi stato io il provider avrei pensato che non gli interessava più nulla del vps e con i tempi di "grande educazione" che corrono oggi non si sarebbe neanche preso la briga di farmelo sapere.

 

Ora si può discutere sul fatto che sono certo che la Seflow non aspettava proprio di liberare quei 20 gb per vendere un'altro Vps, ma questo significa voler mettere bocca sui loro affari, sulle loro risorse etc...

E tu caro Thomas se ti inalberi perchè vuoi (giustamente) essere libero di fare tutte le vacanze che vuoi, devi lasciare tale libertà di gestirsi agli altri.

 

Tanto per fare un esempio, proviamo ad ipotizzare una cosa.

Un nuovo cliente fa l'ordine per prendere un vps pari a quello di Thomas.

Il server dove sta il vps di Thomas è saturo e Seflow ha altri server pronti ma spenti perchè ancora non utilizzati. Se Thomas avesse continuato a pagare e ad usare il vps (o quanto meno avesse detto l'intenzione a farlo) avrebbero aperto l'altro server "nuovo", ma secondo voi una compagnia deve aprire/accendere un server per tenere in standby un vps che da quello che sapevano non sarebbe più stato utilizzato/pagato?

Si certo volendo si potevano spostare tutti i dati su un hard disk esterno, ma dopo dieci giorni perchè pagare una persona (fossero anche 10/15 minuti) per un lavoro non dovuto?

Inoltre lo scenario (fantascientifico?) proposto adesso proviamo a moltiplicarlo per 10 clienti che facessero come Thomas ogni settimana....

 

Sicuramente le cose non sono andate così, ma volevo solo farvi capire che da fuori della pentola si fa presto a dire "devono fare così" poi può essere che i loro problemi siano diversi.

 

Detto questo anche io consiglio caldamente Seflow di cambiare il tipo di comunicazione, di scrivere ben evidente che se entro tot giorni non pagano brasate il vps. Poi qualcuno dirà che aspettava prima il 3° sollecito, ma intanto mettetevi voi in una posizione di forma impeccabile.

 

----------------------------------------

 

Poi c'è un'altro punto anche se un pò O.t.

Per esperienza professionale (diversa dall'informatica) ho notato una cosa. Capita di poter fare un favore, una cortesia, sia al cliente buono che a quello meno buono. Io come natura tendevo a farlo, la politica era: "non mi costa nulla (o non più di tanto), lo accontento, che male c'è?"

Con il tempo (ho più di venti anni di professione ;) ) ho notato che quello che la prima volta era un favore e veniva apprezzato la seconda diventava un obbligo, ma la cosa peggiore è che la seconda volta trattandosi di tutt'altro, per il cliente era fattibile alla stessa maniera, per no. Per il cliente era la stessa cosa, invece io mentre la prima volta potevo fare quella cosa senza rimetterci, senza fatica etc... la seconda volta avrei dovuto perderci del guadagno, fare più lavoro a gratis (la stessa cosa insomma) etc....

Le prime esperienze sono state che i clienti con il primo favore fatto al secondo non fatto sono stati clienti persi.

Discorso simile con i pagamenti, mi è capitato ad inizio carriera di aver qualcuno che ricevuta la prestazione mi dicesse passo domani a pagare (piccole cifre che non ho ritenuto esigere forzatamente per vie legali per la perdita di tempo). La morale, persi i soldi e perso il cliente. Avendo lasciato in sospeso un pagamento ovviamente non tornavano più... e stiamo parlando di buoni clienti che ormai mi avevano lasciato qualche soldino. Il loro ragionamento probabilmente è: "con tutti i soldi che gli ho già lasciato..." Però per me le cose erano diverse, ogni cifra che uno mi lascia corrisponde ad una prestazione, tempo, materiale, tasse e spese accessorie. Se uno mi paga 10 fatture vuol dire che gli ho fatto dieci lavori, non 9. Se uno non glielo faccio pagare (e potrebbe capitare, ma decido io ed in base al lavoro) devo togliere quanto meno le spese dal guadagno degli altri 9 lavori che ho fatto a quel cliente.

Per questo sono da molti anni inflessibile, io decido se posso fare un regalo al cliente fedele, ma di regalo si tratta, nessuno può pretenderlo, non si può lavorare aspettando i pagamenti e sperando che arrivino, lo si può fare solo su medie/grosse cifre (si arrangia l'avvocato poi, ma se posso, se è evidente prima di iniziare, evito anche quelle, è fastidiosa la cosa) altrimenti ci si perde da tutte le parti.

Quando sento ragionamenti fatti solo con i dati che il cliente può supporre (cioè in tasca mia, senza sapere ciò che bolle realmente in pentola) preferisco perdere il cliente, ed oggi posso permettermelo.... ma ho iniziato a farlo quando ancora non potevo permettermelo, con il gioco dei se e forse dico che se non avessi fatto così non avrei mai potuto permettermelo. Preferisco perdere quel cliente e dedicarmi ad altri che non pretendono altro che il lavoro fatto bene al giusto prezzo, poi se e quando posso li agevolo di mia iniziativa.

Scusate il lungo o.t. ma credo che a qualche giovane provider/professionista possa servire ascoltare l'esperienza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
A voi i commenti

 

sei stato molto fortunato.

 

la norma dovrebbe essere: cancellare i dati entro 24ore dalla scadenza se si tratta di contratti mensili... :)

 

se non paghi il servizio, il contratto smette di essere valido (nessuno deve corrisporti un servizio in assenza di pagamento)... e di conseguenza il servizio sparisce...

 

se invece hai fatto un contratto annuale/multi-annuale è naturale che lo DEVI continuare anche con un ritardo nel pagamento (per il quale OVVIAMENTE ti saranno addebitati costi aggiuntivi)... se invece è mensile a pagamento anticipato se uno non paga il servizio sparisce...

 

magari ci saranno anche ISP che prima di cancellarti i dati vengono a casa tua a ricordartelo di persona offrendoti anche un caffe'... ma non credere che tutti siano cosi'... anzi...

 

PS: aprirai anche un thread "state alla larga da telecom italia che vi stacca la linea se non pagate la bolletta pur essendo loro clienti da 25 anni"?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×