Jump to content
Sign in to follow this  
Pierosorru

Salve Ragazzi, apertura servizio di voip hosting

Recommended Posts

Salve ragazzi di Hostingtalk.

Prima di iniziare il topic con ,ahime,una richiesta di aiuto,volevo ringranziare gli admin e i moderatori del forum che seguo spesso,sono uno dei tanti guest guardoni :)

Ho da poco preso in considerazione l'idea di aprirmi,o tentare di aprire,un servizio di Hosting Voip relativo ai più noti software voip per il gioco online (parlo di TeamSpeak,Ventrilo e,da poco,Mumble).

Da quello che so non serve una grande logistica per supportare software del genere,sono anche piuttosto leggeri per quanto riguarda il consumo di banda e di hardware ma il problema si pone quando si parla di burocrazia.

Oggi quanto costa in Italia aprire una partita IVA per questo genere di attività?

Ho già letto un topic a riguardo su questo forum ma non inerente nello specifico,si parlava soprattutto di Web Hosting.

Inoltre,se apro una partita una azienda dedicata all'hosting qualcosa mi vieta di avere lucro anche dalla vendita di spazio web?

 

Da quello che ho letto il prezzo si aggira a 3.000€ annui per la camera di commercio e un 600€ per far mangiare il commercialista...non sono un po troppi per una cosa virtuale? :stordita:

 

 

Spero in una voltra risposta :) Potere al web!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benvenuto

la partita iva non costa tantissimo, un centinaio di euro per aprirla ed altrettanto l'anno di diritti, sono altre le cose che costano.

L'inps, se non ricordo male anche se non vendi nulla è 2600 euro l'anno (se hai dei ricavi aumenta in percentuale) , poi c'è appunto il costo del commercialista che non è 600 euro l'anno ma di più, dipende da commercialista a commercialista ed anche da zona d'Italia dove sei, al sud costano meno (magari al sud si riesce con 600 euro l'anno per un'attività che deve ancora partire). Oltre a queste non hai grosse spese di burocrazia, devi solo aggiungere il costo delle tasse.

Insomma un calcolo alla buona può essere che a ciò che incassi tolte le spese di hardware ed eventuale software, una metà, forse un pò scarsa ma non tanto, devi darla allo stato tra inps, tasse etc...

Share this post


Link to post
Share on other sites

è proprio questo il problema :(

Dall'hosting voip già i guadagni sono risikatissimi (si parla di 14-15euro cent /slot) e dover dare il 40-50% allo stato... :(

Comunque sia grazie per la risposta Uno,spero possa servire anche ad altre persone :approved:

Share this post


Link to post
Share on other sites
... il costo del commercialista che non è 600 euro l'anno ma di più...

se non hanno cambiato da un anno a 'sta parte, la confcommercio offre questo servizio a circa 600€/anno per i giovani (fino ai 25 anni mi pare) e per al massimo 3 anni dall'apertura dell'attività.

poi sono 1400 o più

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh.... per farla diventare una professione devi riuscire a vendere un numero di slot tale da garantirti un'entrata sufficiente a darti minimo uno stipendio.

Come dico spesso, chi desidera aprire un'attività (sul web è lo stesso) deve mettere in conto almeno un 3 anni di avviamento e se nel primo anno riesce a pareggiare i conti o a non perderci troppo è già molto bene, se riesce anche ad aver un piccolo utile (nel web a volte è possibile perchè in un certo senso si può iniziare a lavorare prima come contatti, a farsi conoscere come persona anche senza iniziare a vendere) bisogna ritenersi soddisfatti.

 

Insomma se qualcuno fa i conti tipo: affitto quel server, chiedo x spendo x guadagno x da subito o anche dopo pochi mesi lo sconsiglio vivamente di mettersi in affari, ne avrà una grossa delusione.

Bisogna prima farsi un accurato business plan con compreso il margine con cui si può rimanere fuori.

 

 

Dopo (adesso devo uscire) sposto il 3d in "professione provider"

 

 

 

Edit: rispondevo a Pierosorru

Share this post


Link to post
Share on other sites
Benvenuto

la partita iva non costa tantissimo, un centinaio di euro per aprirla ed altrettanto l'anno di diritti, sono altre le cose che costano.

L'inps, se non ricordo male anche se non vendi nulla è 2600 euro l'anno (se hai dei ricavi aumenta in percentuale) , poi c'è appunto il costo del commercialista che non è 600 euro l'anno ma di più, dipende da commercialista a commercialista ed anche da zona d'Italia dove sei, al sud costano meno (magari al sud si riesce con 600 euro l'anno per un'attività che deve ancora partire). Oltre a queste non hai grosse spese di burocrazia, devi solo aggiungere il costo delle tasse.

Insomma un calcolo alla buona può essere che a ciò che incassi tolte le spese di hardware ed eventuale software, una metà, forse un pò scarsa ma non tanto, devi darla allo stato tra inps, tasse etc...

La partita iva mi sembra che non spendi nulla se fai tutto da te, l'iscrizione alla camera di commercio ho pagato 111,00 euro, ma non so se varia da cità a città o regione.

Il commercialista valuta anche uno online, assicurandoti logicamente della sua affidabilità, ti costano molto meno infatti se non hai un lavoro esorbitante

Edited by webhostingperte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille per le risposte,sono state molto importanti :sisi: quindi,da quello che ho capito,la rogna più grande è l'inps?

 

@Uno: avevamo già fatto un calcolo non molto accurato.

Come spese (tasse) avevo considerate quelle che vidi in un'altro topic di hostingtalk quindi:

3.000€(di non so cosa :S )all'anno.

600€ per il commercialista

Ma non credo che si riferiva a quello che intendevo fare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il miglior consiglio che ti si può dare è di rivolgerti direttamente ad un commercialista che saprà toglierti ogni dubbio ed indicarti le procedure. Potrà anche dirti se nel corrente anno sono previste agevolazioni (non ci contare troppo :()

Share this post


Link to post
Share on other sites
@Uno: avevamo già fatto un calcolo non molto accurato.

Come spese (tasse) avevo considerate quelle che vidi in un'altro topic di hostingtalk quindi:

3.000€(di non so cosa :S )all'anno.

600€ per il commercialista

Ma non credo che si riferiva a quello che intendevo fare...

Rispondo io anche se non sono Uno :stordita:

i 3000€ sono per inps e tasse varie (vedi IVA), ma è un valore minimo, cioè parti da questo e vai sù

E non cambia, potresti anche aprire un sexyshop quello è il minimo richiesto dallo stato

Da notare che si parla di ditta indivuale (cioè composta da una sola persona) se costituisci una società i discorsi cambiano e i costi aumentano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il miglior consiglio che ti si può dare è di rivolgerti direttamente ad un commercialista che saprà toglierti ogni dubbio ed indicarti le procedure. Potrà anche dirti se nel corrente anno sono previste agevolazioni (non ci contare troppo :()

quoto e aggiungo che in molti casi un colloquio preliminare con un commercialista non viene fatto pagare (ma non è una regola, informati prima), sono 10-15 minuti di tempo che chiariscono molti dubbi... non vedo perchè non usufruirne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×