Jump to content
Sign in to follow this  
Scilla

Qualcuno ha implementato EPP del NIC??

Recommended Posts

Ti ringrazio di essere la seconda scelta.

E' stato vincente nella tecnologia esserlo fin dai tempi delle cassette video per VHS contro Betamax, per Apple contro IBM-MSDos o Compatibili, per Iphone contro Nokia, Google contro tanti motori di ricerca iniziali. Ecc.. :-)

 

Ti rigrazio di avermi offerto l'opportunita' di poter presentare la nostra offerta, anche sotto il profilo economico. Premetto che ne le policy ne di HostigTalk (che e' questo forum ) ne le nostra scelta di proteggere l'operatore che si rivolge a noi, consento di rendere pubblici i prezzi o le condizioni.

 

Posso dire che e' piu' basso di quanto hai scritto e chiunque puo' riceve e conoscere i prezzi adeguati al suo mercato o dimensione di riferimento, compilando la form di accreditamento al nostro sito web, senza alcun obbligo o impegno (lo facciamo sempre e solo per inibire il contatto e per evitare di confondere i ruoli con tuoi probabili clienti finali)

 

Non si vende al pubblico ma solo ad operatori, di qualsiasi dimensione e taglia, con trattamenti economici specifici.

 

Nei prezzi da te indicati sono mischiati i prezzi che sono a forfait oppure a dominio (non entrambi) Inoltre non c'e' canone di setup o annuo.

 

Per gli IT e' diversificata la proposta ai MaNTainer che vogliono continuare ad operare con la nuova figura REGistrar (con propria sigla REG e usare solo l'infrastruttura sofware, dove il totale di cio' che si spenda e' meno del costo di sviluppare e mantenere in proprio) e coloro che non sono accreditati MNT o REG al NIC o solo alle prime armi.

 

Sottolineo di valutare quanto gia' in qualche intervento precedente ho gia' espresso ed elencato in punti di una buona soluzione ed sul chi come o cosa fornisca, senza sottovalutare questo aspetto e i rischi collegati, che hanno un proprio costo tuo di gestione, che puo' pesare piu' della spesa e dei prezzi praticati.

 

Esistiamo dal 1996 (leggi pure le mie competenze su http://linkedin.bruschi.com ) per renderti consapevole delle competenze profuse in azienda e nel progetto specifico. Il nostro break event e' molto alto e lontano, per cui nessuna politica di mordi e fuggi, guadagnare o fare leva sull'emotivita' del momento e del prezzo civetta.

 

bye

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'offerta da me indicata è stata fatta ad un mio collega che vi ha contattato a fine luglio al famigerato 199 indicato sul vs. sito (telefonata che è costata quasi 5 euro)... a questo punto devo ipotizzare che abbiate cambiato le offerte (a meno che non formuliate offerte ad personam)

 

Inoltre, non penso che hostingtalk non permetta la pubblicazione delle tariffe, penso piuttosto che siate voi a non volerle rendere pubbliche

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intervengo solo in merito alle regole di HT e di quelle che vengono percepite in modo errato:

 

1) Il regolamento del forum non permette di parlare di prodotti o proprie offerte se non vi è esplicita richiesta dell'utente, o al più viene nominata, con delle domande annesse, l'offerta

 

2) Le pubblicità ricevute via email vengono inviata da aziende che acquistano un servizio pubblicitario, hanno poco a che vedere con la community

 

3) Le aziende accreditate, che come tali, possono inserire anche le proprie offerte in Offerte | HostingTalk.it hanno sotto al proprio nickname la scritta "Provider". E come tali sono accreditati a rappresentare l'azienda su HT, ovviamente nel rispetto delle regole :)

 

Questo giusto per fare chiarezza e dare una idea anche agli utenti coinvolti. Buon proseguimento

Share this post


Link to post
Share on other sites

+++ MESAGGIO di SERVIZIO +++

 

La nostra presenza su Hosting Talk e' un po' complessa, stiamo discutendola da tempo con Stefano (circa 1 anno), essendo un unica ragione sociale che racchiude 1x attivita' diverse e conosciute con nomi e immagini o mercati ed approcci diversi. Cio' inibisce per ora la nostra presenza aziendale alla sola mia utenza personale, che formalmente fu aperta a firma regdom.it ed ha i limiti delle policy imposte. Ringrazio per la precisazione pubblicata dal terzo a noi (amministratore di HT) circa le modalita' di pubblicazione e note di regolamento, a sua e nostra trasparenza. I punti sollevati sono una palese dimostrazione dell'articolata e complessa foma che si sta studiano con HT per la nostra corretta presenza.

 

Sugli specifici punti sollevati, pubblicazione prezzi praticati e numero 199, preciso:

 

** 199

 

Il servizio telefonico 199 e' attivo per inibire le chiamate utente finale a noi.

Se l'interlocutore che intende contattarci e' un operatore di settore e' possibile chiamare il numero urbano (che e' lo stesso su cui cade la chiamata 199)

Il nostro numero urbano e' nella mia firma, che invito ad usare se potessere essere utile per l'uso esclusivamente da operatori di settore o per tutele all'utente finale !

 

Mi spiace che i miei colleghi, identificato che tu fossi un operatore di settore, non si siano offerti di richiamarti evitando il costo subito o indicato il possibile richiamo indicandoti il nostro numero urbano. Mi premuro di segnalare e ricordargli l'attenzione a questo aspetto.

 

Il nostro asterisc putroppo non e' configurato (dobbiamo trovare il modo senza radoppiare le numerazioni) per identificare la chiamata sia formulata su 199 o 030 per evidenziarci a proori l'accadere di casi come questo.

Il servizio 199 ci e' fornito gratis da un operatore senza riconoscerci nulla (non e' nostro interesse gudagnare dalla telefonata) e mi pare sia configurato dall'operatore telefonico al minino consentito a norma di tarifazione 199 dal ministero.

 

Se pubblicassimo sul web il nostro numero urbano, sarebbe invitante l'essere chiamati dai clienti dei nostri partner. Ricordando che per scelta non vendiamo all'utente finale e canalizziamo la comunicazione solo preferenzialmente con i nostri partner (clienti operatore di settore). Viene effettuato via chat web gratuita, skype, linea urbana, ticket ed email , ed in genere 24/7 !

 

** Prezzi

 

Nel caso specifico della nostra volonta' di pubblicare i prezzi , qui o altrove, oltre ad averlo gia' spiegato in precedente post, non sono "formalmente" pubblici all'utente finale ma richiedibili compilando la form sul sito web, che ci consente selettivita d'approccio e contatto. Non pratichiamo prezzi ad personam, ma solo listini uguali per chiunque, di cui abbiamo ben previsto tutte le casistche, in modo che rispondano alla logica di favorire l'operare solo con operatori di settore, e adeguarsi a qualsiasi dimensione o taglio. Cercando di spingere la piccolissima utenza (travestitasi spesso da operatore, con esempio 1 dominio) a rivolgersi ai nostri partner (clienti).

 

Per fare un esempio inerente, un dominio IT costerebbe 8,70 senza DNS, dove sia meglio andare da nostri parner per spendere meno. Ma la media dei pezzi dei pezzi venduti/transazioni singole dei nostri servizio sui domini non supera l'euro.

 

Se fossi un venditore di auto, non mi fornirei da FIAT e non troverei corretto che le loro fabbriche (di Mirafiori e Melfi) rispondano agli automobilisti (miei potenziali clienti) che li chiamano per chiedere consigli sull'auto da comprare o effettuino il cambio oglio a qualsiasi automobilista, che possieda una FIAT comprata dall'autoconcessionario sotto casa. Ma pretendo che sia contattabile la FIAT se come automobilista FIAT fossi in un luogo dove non c'e' la loro assistenza in loco o per condizioni vessatorie che praticasse un loro punto contatto / vendita / assistenza.

 

Spero di aver chiarito ogni dubbio sollevato. Confidando che sia apprezzato il nostro agire, come valore e serieta' di comportamento, nel rispetto dei ruoli "operatore di settore" e "tutele utente finale".

 

Faccio tesoro del caso e mi spiace che sia stato involontariamente intepretato in chiave diversa.

Edited by Ste

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto l'articolo di HostingSolutions nel quale spiegano che la differenza tra loro e ServerPlan/Regdom (le uniche società che hanno una proposta analoga) e che mettono a disposizione una VPS dedicata al cliente con db autonomo.

 

Unica cosa non chiara riguarda i 300 euro di assistenza; nell'articolo si dice che sono quelli necessari per accreditarsi all'Authority (quindi da dare al NIC e non a hostingsolutions) mentre sul sito ufficiale la cifra viene indicata come spese di consulenza (quindi da dare alla hostingsolutions)… qualcuno è in grado di risolvere l'enigma?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho ristretto il campo di ricerca a queste due società:

 

Serverplan

EPP Client | EPP Sistema Sincrono NIC | Serverplan

 

HostingSolutions

Consulenza Accreditamento Registrar per domini.it

 

ServerPlan ovviamente è quella che ha interpretato meglio la problematica di un piccolo Maintainer che deve decidere se diventare o meno Registrar; non vi sono costi annuali ma solo 0,30 € per singolo dominio.

 

La HostingSolutions invece chiede un canone annuale di 500 euro, oltre a 300 euro una tantum per la consulenza in fase di accreditamento.

 

La scelta è ovviamente verso Serverplan ma mi piacerebbe sapere (da qualcuno che ha provato il servizio) cosa offre in più HostingSolutions con quei 500 euro annui (cifra che ritengo fuori portata per un piccolo Maintainer).

 

Gentile izbuh,

 

La nostra offerta è stata pensata appositamente per venire incontro ai MNT che si trovano a dover effettuare il passaggio a registar e non vogliono accollarsi i costi per la realizzazione del software epp, da qui nasce la scelta di non applicare canoni sul software (visto anche che Serverplan utilizza lo stesso applicativo) ma solo una commissione per le principali operazioni sui domini. enza ulteriori costi nascosti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gentile izbuh,

 

Quanto riportato nel nostro articolo odierno è quanto verrà pubblicato tra oggi e domani all'interno del nostro sito Internet;

 

Ascoltando anche le osservazioni fatte da chi ci ha contattato in questi giorni sui diversi canali, il nostro management ha pensato di eliminare la quota di 300 Euro + IVA imputabile alla consulenza legale e tecnica in fase di accreditamento, lasciando così il costo di accesso a BeRegistrar a 500 Euro + IVA;

 

Siamo sicuri di fare cosa gradita e al contempo di poter dare un segno tangibile della volontà di avvicinarci ai clienti in un processo che reputiamo importante per il business futuro dello stesso cliente, e quindi esigente del massima supporto (non solo tecnico) da parte nostra.

 

Grazie mille dell'attenzione;

Share this post


Link to post
Share on other sites

per cui per gli MNT che vogliono diventare REG sono:

  • 500 Euro + IVA per avere piattaforma e supporto all- inclusive di Hosting Solutions, canone annuo.
  • 0.30 Cents di Euro per ogni dominio registrato sulla piattaforma Hosting Solutions

c'e' un minimo importo di precaricato per gli 0,30 ad Hosting Solution ?

 

Al registro IT , nic.it, sono inoltre (come per tutti gli MNT che diventino REG):

  • 300 Euro + IVA: è il costo richiesto dal NIC italiano per accreditarsi come Registrar IT solo se gia' MNT
  • 500 Euro + IVA quale precaricato obbligatorio di inizio contratto Registrar IT solo se gia' MNT

questi ultimi valori cambiano se si fosse nuovi REG (non gia' MNT) dove sono dovuti:

  • 2.500 Euro + IVA: è il costo richiesto dal NIC italiano per accreditarsi come nuovo Registrar IT non MNT
  • 2.500 Euro + IVA quale precaricato obbligatorio di inizio nuovo contratto Registrar IT non MNT

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, ora la situazione è chiara.

 

Nei prossimi giorni deciderò cosa fare… l'ago della bilancia pende al momento verso Serverplan ma, chissà, magari Hostingsolutions decide di spostare il software su di un hosting condiviso e abbassa i prezzi…

Share this post


Link to post
Share on other sites

izbuh, perdonami, ma tu sei un Maintainer che vorrebbe diventare Registrar ma non ha il tempo / risorse per prepararti all'esame da superare o ti mancano i tool (visto che il NIC mette a disposizione solo un'interfaccia a linea di comando in java con istruzioni delle linee guida errate...mah!) ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×