Jump to content
Sign in to follow this  
Ste

Il mercato VPS è saturo?

Recommended Posts

Rifletto da alcuni giorni sulle VPS e sulle tante compagnie che nascono con questi servizi, se in principio era una questione di presenza sul mercato con shared hosting e registrazione domini, oggi molte aziende nascono con l'idea di offrire VPS, perchè giudicate più richieste e redditizie.

Nell'ultima settimana ho sentito 3 neo aziende che partiranno a breve (non hanno sito o notorietà nel mercato, iniziano da zero), e mi sono chiesto quale sia effettivamente la richiesta. Quale è la vostra opinione?

 

Penso che oggi alle spalle di queste aziende ci debba essere sicuramente un grosso investimento, per iniziare a competere, con forza, con competitors già presenti. A me pare, altrimenti, un mercato abbastanza saturo, almeno per la modalità con cui vengono proposte le varie soluzioni virtuali :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mha, seguendo il tuo ragionamente allora l'intero settore dei servizi online è saturo. Quante migliaia di aziende noleggiano server? Quante vps? Quante vendono domini? Quante offrono hosting? Nessuno di questi segmenti è accogliente per un new-comer.

 

Si tratta solo di trovare la giusta combinazione tra prezzo e livello di servizio e non aspettarsi di diventare ricchi dall'oggi al domani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No ci sono settori che sono piu o meno saturi, le VPS sono uno di quelli che se non lo sono lo stanno divenendo. Ma il discorso ovviamente non è "non avviate piu servizi in questo campo", piuttosto capire quali siano i punti da privilegiare per avere successo al di la dell'investimento iniziale, quel a cui mi riferisco sono società che partono da zero con una offerta quasi uguale al resto del mercato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non la metteri solo in termini di mercato saturo o meno. E' importantissmo capire che il mercato di server e hosting in generale è talmente completo a livello di offerte e servizi che difficilmente si riuscirà a farsi notare con qualcosa di diverso e si rischia di diventare fornitori di nicchia con guadagni irrisori per i quali il gioco non vale la candela.

Sono sempre stato a favore dei VPS e ne sono stato per anni un felice possessore. Ora sono tornato su un dedicato di Aruba. Sinceramente, un quad-core con 1 GByte di RAM, Windows Server 2008, tutto a 48€ al mese ivato lo reputo abbastanza insuperabile da qualsiasi VPS VMWare based. E questo è il punto cardine/cruciale del mercato delle VPS. I costi dei dedicati sono scesi drasticamente e se è vero che VMWare con 60€ al mese offre l'HA, è anche vero che molti non ne hanno la necessità. I dedicati low-cost sono una vera spina nel fianco per i VPS.

Non credete?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Be, dal punto di vista utente, il backup non cambia tra vps e dedicato.

Devi backuppare ugualmente tutti i dati che ti servono.

 

E' il provider ad essere, un minimo, avvantaggiato a fare disaster recovery in quanto può fare una sorta di "dump" di tutta la VPS.

 

La cosa è fattibile anche con i dedicati, ma in caso di restore potresti avere qualche noia in più (dovresti fare il restore su una macchina compatibile, mentre in caso di VPS con hardware virtuale, puoi ripristinare su una qualsiasi macchina compatibile con vmware)

 

Però non bisogna dimenticare che il backup va fatto sempre e comunque (il disaster recovery non sostituisce mai un backup e non è un backup) e va fatto dall'interno della VPS, con rsync o quant'altro, ed in questo caso vps o dedicato è la stessa cosa. Sempre Linux/Windows devi backuppare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bisogna vedere se l'utente ha reale necessità o meno di HA e altre features della virtualizzazione

 

Che poi nessuno ti vieta di implementarti autonomamente sul tuo hardware dedicato, io lo faccio per comodità

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi do ragione sul fatto che i dedicati low cost facciano una bella concorrenza alle VPS. Sono pero' convinto che ci sia mercato nel segmento delle VPS dai 10€ ai 20€, con una infrastruttura che permetta di gestire facilmente l'accensione e lo spegnimento dei server virtuali, la loro customizzazione e possibilita' di upgrade istantanei.

 

Sono ormai alcuni mesi che sto lavorando ad un pannello che permette di fare tutto cio' e che utilizza Xen per la gestione. A breve, se va tutto bene, mi piacerebbe fare una beta pubblica distribuendo una 50ina di VPS agli interessati a partecipare. :)

Edited by Rebel

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×