Jump to content
Sign in to follow this  
Nidragon

DNS trasferiti ma Aruba ritarda nell'attivare lo spazio, esistono limiti di tempo?

Recommended Posts

Ho un problema con un dominio che ho trasferito da un hosting verso Aruba.

 

Il dominio è stato trasferito correttamente e i dns puntano già sui server di Aruba (si vede la loro pagina con la solita scritta di sito in costruzione), però sto aspettando da diversi giorni che attivino lo spazio web con relativo database su cui caricare i files.

 

A mio avviso ci sono tutti gli estremi per procedere contro Aruba, che sta causando un notevole danno.

 

Volevo sapere se esistono dei tempi massimi in cui un hosting/mantainer deve attivare uno spazio web a seguito di un trasferimento e se soprattutto c'è modo di segnalare questo evento a dir poco incredibile agli organi competenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Li ho contattati lunedì 12/10 con la chat di assistenza on line e l'operatrice mi ha detto che l'attivazione sarebbe avvenuta entro 24h.

 

Poi li ho ricontattati martedì alle 14:53 questa volta tramite form di assistenza. Fino ad ora (11:47 di mercoledì 14) non hanno ancora risposto a questo ticket.

 

I DNS sono trasferiti dalla settimana scorsa. Quindi sono almeno 4 giorni lavorativi (contando venerdì scorso) che hanno i DNS puntati correttamente sui loro server ma non hanno ancora attivato lo spazio.

 

Io credo che ci siano tutti gli estremi per un bel risarcimento danni. Fra l'altro il sito è quello di un'associazione umanitaria che raccoglie fondi, quindi il danno è ampiamente quantificabile e di conseguenza risarcibile.

 

Detto questo ovviamente piuttosto che andare in tribunale preferirei avere lo spazio attivo. Peccato perchè ultimamente Aruba mi sembrava migliorato sia come assistenza che come servizi offerti, ma ritengo questo episodio molto grave sia sotto l'aspetto della proffesionalità che della correttezza nei confronti di un cliente che ha molti siti in hosting presso di loro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Li ho contattati lunedì 12/10 con la chat di assistenza on line e l'operatrice mi ha detto che l'attivazione sarebbe avvenuta entro 24h.

 

Poi li ho ricontattati martedì alle 14:53 questa volta tramite form di assistenza. Fino ad ora (11:47 di mercoledì 14) non hanno ancora risposto a questo ticket.

 

I DNS sono trasferiti dalla settimana scorsa. Quindi sono almeno 4 giorni lavorativi (contando venerdì scorso) che hanno i DNS puntati correttamente sui loro server ma non hanno ancora attivato lo spazio.

 

Io credo che ci siano tutti gli estremi per un bel risarcimento danni. Fra l'altro il sito è quello di un'associazione umanitaria che raccoglie fondi, quindi il danno è ampiamente quantificabile e di conseguenza risarcibile.

 

Detto questo ovviamente piuttosto che andare in tribunale preferirei avere lo spazio attivo. Peccato perchè ultimamente Aruba mi sembrava migliorato sia come assistenza che come servizi offerti, ma ritengo questo episodio molto grave sia sotto l'aspetto della proffesionalità che della correttezza nei confronti di un cliente che ha molti siti in hosting presso di loro.

 

Moralmente sono con te, 4 giorni (che poi probabilmente diventano 5 o 6 perchè nessuno gli impediva di avviare lo spazio e il db contestualmente al trasferimento, magari tu non potevi entrarci prima della propagazione ma erano pronti) per attivare una cosa che immagino sia piuttosto automatizzata sono tanti.

Dal punto di vista legale invece dipende, io non ho mai preso nulla da Aruba, se c'è una carta servizi che specifica il caso in esame bene, ma se contrattualmente non c'è nulla la cosa si complica.

Se è vero che tu non stai usufruendo del servizio (immaginiamo per esempio che non lo attivino per nulla o dopo 4 mesi) e quindi senz'altro avresti diritto al rimborso di quanto non usufruito, ci sono i tempi tecnici (e bisognerebbe vedere se sono scritti e descritti da qualche parte) che se rimangono in tempi ragionevoli (per esempio una settimana, dico a caso) benchè inaccettabili da un punto di vista logico (sapendo cosa c'è a monte) potrebbero non esserlo per la richiesta di un rimborso.

 

Comunque, penso che a momenti te lo attiveranno, ma eventualmente nel frattempo prova a spulciare i contratti, vedere se esiste una carta servizi, continuare a rompergli le scatole etc...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti ringrazio per l'appoggio morale. Purtroppo condivido la tua idea che lo spazio web che danno è un servizio concordato fra le parti e se effettivamente non ci sono tempistiche messe per iscritto diventa dura. Provo un po' a spulciare nella loro documentazione.

Resta il fatto che se non vi è nulla di concordato, si può fare sempre riferimento agli "usi" del settore e alla tempistica media di attivazione di uno spazio web e alla buona fede dei soggetti che hanno sottoscritto il contratto di fornitura.

 

Certo che da uno dei più grandi hosting (a livello di domini gestiti) in Europa ci si aspetterebbe un servizio migliore.

 

Sono le 14:17 e non solo non hanno attivato il servizio, ma neanche risposto al ticket di ieri!!!

 

Vi tengo aggiornati sulle evoluzioni della questione sperando di aiutare chi si dovesse trovare in questa situazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunatamente si è concluso tutto per il meglio, resta il fatto che bisogna considerare questi assurdi delay da parte di Aruba.

 

Se un cliente vi chiede di passare verso di loro sappiate a cosa potreste andare incontro e quindi siate preparati a queste attese.

 

Alla prossima dis-Avventura... :approved:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nidragon perchè, nonostante le valide alternative del mercato, hai scelto proprio quel fornitore?

 

Purtroppo a volte nella scelta di un hosting ci sono dei limiti dati dalla volontà del cliente, da questioni di budget e da ordini superiori.

 

E' un po' come quando facciamo il restyling di un sito e mi sento dire: ma cavoli il sito è proprio bello, ma il logo dell'azienda è inguardabile.

Sono cose che condivido anche io, ma purtroppo spesso, troppo spesso, è difficile convincere il cliente. Come professionista, come farebbe un dottore, puoi dare dei consigli e cercare di convincerlo, ma la parola finale sta sempre a lui ovviamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, grazie per il chiarimento.

 

Avrei giusto un appunto, poichè dici che al cliente (giustamente) spetta l'ultima parola.

 

Ma se invece pensassi ad offrire un servizio "chiavi in mano" dove il cliente non deve pensare neanche all'hosting, credo che sarebbe un grosso vantaggio per entrambe le parti.

 

Mettici pure che il cliente, in qualche occasione, è abbastanza ignorante in materia e vuole quel determinato fornitore semplicemente perchè ha visto la pubblicità, senza avere informazioni e/o pareri utili a tale scelta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche a mio avviso nei casi in cui si può è consigliabile una soluzione tutto compreso, purtroppo a volte non è possibile.

 

Soprattutto non considerare come "cliente" solo il proprietario del sito che si realizza, a volte il "cliente" è l'agenzia per cui si fa il sito.

 

Alcune agenzie preferiscono un hosting piuttosto che un altro, i motivi sono i più disparati.

Aruba per alcune agenzie è una sicurezza per via della solidità che dimostra come azienda. Purtroppo ha i suoi difetti, ma con budget limitati è una buona alternativa.

 

Per altri lavori utilizzo diversi hosting, facendo una scelta come ti accennavo in base al budget, alle caratteristiche tecniche richieste e al volume di traffico del sito che andrò a realizzare.

 

Diciamo che non si può generalizzare, ogni sito va studiato al meglio sotto tutti i punti di vista, compreso l'hosting, con i mezzi finanziari e tecnici che si hanno di volta in volta a disposizione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×