Jump to content
Sign in to follow this  
Ste

Dominio e hosting separati. Motivi e modalità

Recommended Posts

Trovo molto intelligente quest'articolo e per altro ne condivido la logica da tempo. E vero, c'è una specie di pigrizia in chi deve acquistare spazio web per cui ala fine non ci si pone domande importanti rispetto alla sicurezza, ma si sceglie piuttosto il servizio hosting che magari costa un po' meno. Quando lavoro con i clienti tengo sempre il nome dominio sul provider originale e sposto il sito su Flamenetworks, che è un servizio di hosting professionale di cui ho fiducia perché conosco i proprietari di persona. Sto più tranquillo io e anche chi lavora con me. :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dopo l'ennesimo utente che ho trovato richiedere i motivi di questa distinzione, ho deciso di aprire un mini howto relativo al perchè è consigliabile agire in questo modo.

 

Qualsiasi domanda o commento aggiuntivo a questa piccola introduzione è ben accetto :approved:

 

Ottima idea!

 

Ora comincio a leggere, poi eventualmente chiederò e commenterò.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buonasera,

 

non sono un professionista dell'hosting ma trovo geniale l'idea di Ste.

 

E' evidente che la separazione dei due servizi, garantisca maggiormente l'utente.

 

La mia domanda è: dividendo il dominio e lo spazio web, non si rischia di rallentare le prestazioni del sito? Mi spiego meglio: il reindirizzamento non genera tempi di latenza?

 

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo l'ennesimo utente che ho trovato richiedere i motivi di questa distinzione, ho deciso di aprire un mini howto relativo al perchè è consigliabile agire in questo modo.

 

Dominio e Hosting separati, come attivarli?

 

Molte persone associano la possibilità di avere un proprio sito web online alla necessità di farlo corrispondere ad un dominio www. hostingtalk .it per esempio), tutto ciò è vero, ma dopo aver registrato il nome a dominio serve necessariamente uno spazio web dove i contenuti sono ospitati, qui entra in gioco il nostro caro "hosting", niente altro che uno spazio dove andiamo ad operare, e al quale "punta" il nome a dominio registrato.

 

Oggi la maggior parte delle compagnie consentono di acquistare il solo spazio web, dandoci così la possibilità di registrare il dominio presso un altro fornitore, o ospitarlo dove meglio crediamo, anche su un nostro server. Basta controllare che in fase d'ordine questa possibilità sia dichiarata, nel caso richiediamolo esplicitamente all'assistenza.

 

Che dominio mi serve?

 

Nessun dominio particolare, puoi registrare un .com, un .it o qualsiasi altra estensione presso una azienda italiana o estera, ma assicurati che essa fornisca un pannello dove gestire i dns (domain name server) utili a far puntare le richieste che arrivano al dominio al tuo spazio web! Potrei avere la necessità di modificare anche i name servers, per cui oltre al puntamento, assicurati che anche questi valori siano modificabili in completa autonomia.

 

Il prezzo non deve essere superiore, hai richiesto delle funzioni che offrono il 99% delle aziende.

 

Quali sono i vantaggi nel tenere separati dominio e hosting?

 

Pensaci bene. Se il tuo sito web non è raggiungibile perchè il tuo provider ha un danno al proprio server, anche il tuo dominio, essendo sui suoi server è bloccato. Questo significa che non puoi fare nulla, neanche tentare di dirottare altrove il tuo traffico, che magari proprio in quei giorni aveva raggiunto dei buoni livelli!

 

Con una gestione separata di dominio e hosting, quel che ottieni sono due entità distinte, se il tuo shared hosting non è raggiunigibile, allora vai nel pannello di controllo del nome a dominio e modifichi gli ip del server a cui farlo puntare: puoi allestire un altro spazio dove portare i tuoi visitatori, o semplicemente una pagina web che li avvisa del disguido in corso, senza farti perdere visite.

Si tratta di un sistema che può tornare utile anche nel caso il tuo spazio web non sia più raggiungibile per problemi legati all'hosting provider, se tu hai un backup puoi ripristinare il tuo servizio in qualsiasi momento da un altro gestore, semplicemente modificando il puntamento dei dns.

 

Il tuo dominio deve essere affidato a chi, possibilmente, si occupa di gestirlo con tecniche di clustering dei servizi, in modo tale da scongiurare un downtime che renda irraggiungibile il dominio. Ma questo è un secondo passo, il primo, più importante, è tenere distinto il tuo nome a dominio e lo spazio che ospita i contenuti.

Un ultimo vantaggio è la possibilità di mantenere tutti i domini registrati presso un solo gestore, nel migliore dei casi usufruendo anche degli sconti quantità che vengono applicati da diverse compagnie.

 

Qualsiasi domanda o commento aggiuntivo a questa piccola introduzione è ben accetto :approved:

 

Ho già apprezzato in un altro post la tua idea. Mi chiedo, però. Per la posta elettronica come si fa? Chiaramente io vorrei avere la posta che abbia l'estensione del mio dominio. Avendo una gestione separata è possibile? Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×