Jump to content
Sign in to follow this  
oviliz

hosting seo

Recommended Posts

$1.500 in america non hanno un gran valore, cmq sono convinta che se superi il livello di traffico consentito si aumenterà di un gran bel po....

 

Si vero che $1.500 in America non hanno un grosso valore ( forse prima non oggi come oggi ) ma credo che un cliente singolo da $20.000 annui sia da trattare con i guanti oppure no ?

 

Cmq ti ripeto ho preso accordi iniziali e con il traffico " NO PROBLEM " ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccoci , ci avete chiamato in causa e noi rispondiamo .

 

Qui sitonerd.com , italianissimi o meglio friulanissimi .

 

Io sono Matteo , uno dei SysAdmins non che uno dei founder del progetto NERD .

 

:)

 

Allora , dato che come sempre nessuno fa domanda ai diretti interessati , ma se ne parla in un un forum pubblico , dico io due cosine .

 

Allora , come gia detto , siamo italiani , l'hosting è spalmato tra Germania (AKAMAR, IPX, GLOBALCROSSING ) , Italia (INFRACOM, TELECOM ITALIA) .

 

Abbiamo a disposizione circa 40 C-CLASSES tra ITALIA e GERMANIA direttamente associate dal RIPE .

 

Banda di picco sui nodi 200 MBs con failover . Tranne su IPX e INFRACOM che siamo a 100 MBs in HA .

 

mi pare che basti per l'infrastruttura .

 

Vi auguro una buona serata ..... :)

 

Approposito , la prossima volta mandatemi una mail magari , così posso partecipare alla discussione - se non altro perchè parlavate di noi :) -

 

STAFF: l'autopromozione è vietate nei post, se interessati a conoscere le forme di accreditamento provider inviare una email a info@hostingtalk.it. Grazie

Edited by Ste

Share this post


Link to post
Share on other sites
Approposito , la prossima volta mandatemi una mail magari , così posso partecipare alla discussione - se non altro perchè parlavate di noi :) -

 

Questo è un forum pubblico a cui tutti possono partecipare rispettando il regolamento...

 

si parla anche di Dio ma non abbiamo l'indirizzo email...:062802drink_prv:

 

Comunque benvenuti :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie per il benvenuto WizOfOz , l'autopromozione è stato solo un piccolo sfogo :emoticons_dent2020:

 

Ciò non cambia che non puoi inserire in firma link promozionali o che portino a siti aziendali senza accreditarti.

 

Cortesemente rimuovili :)

Edited by Antonio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto muovendo i primi passi come webmaster dei miei piccoli siti ma se posso dire la mia, mi pare che ci sia veramente poco a che spartire tra i criteri d'indicizzazione di Google e lo spazio hosting.

Nel settore e-commerce può essere plausibile la migliore relazione tra la locazione geografica di un ip in favore del mercato di riferimento, ma che ciò sia tra gli algoritmi di valutazione del search engine mi pare un po' una 'forzatura'.

Frequentando assiduamente il forum di Google principalmente nella sezione dedicata ai problemi di scansione e posizionamento sinceramente non ricordo alcun riferimento allo spazio hosting.

Un hosting ben performante può agevolare il 'dirty job' del bot e forse velocizzare un tantino l'indicizzazione del sito, dopodiché l'ottimizzazione dei contenuti fa la differenza.

Pur sforzandomi non riesco a vedere la convenienza del 'motore', che crea la sua credibilità sulla rispondenza alle queries degli utenti, ad andare oltre la sitemap di un sito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premetto che non sono un esperto.

Per quello che so, si dice che Google valuti anche la velocità di caricamento di un sito (magari più per ragioni pratiche che qualitative) e quindi un "buon" hosting" può aiutare ma ancora una volta si tratta sempre di agire aggirando quelloche è il tema fondamentale del SEO, ovvero la qualità dei contenuti (che poi è la parte più difficile del problema)

E' un po' come nel campo dello sviluppo... se non si sa ottimizzare una applicazione si ricorre a hardware sempre più potente demandando ad altri (l'hw) la soluzione del problema (le prestazioni).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamoci la verità ragazzi, il problema è che molti che si definiscono esperti Seo (cosa che purtroppo vale anche per chi si autodefinisce webmaster e/o sistemista senza avere competenze) in realtà sono personaggi che hanno imparato qualche trucchetto (o supposto trucchetto) secondario con i quali sperano di risolvere tutto o ancor meglio di poter fatturare cifrone ad eventuali polli da spennare.

 

Ci sono si accorgimenti tecnici che aiutano un pelo, io stesso dissi in una vecchia discussione che l'ip dedicato (ma indipendentemente dalla classe) potrebbe forse dare un piccolo riscontro positivo sui tempi (si parla di millisecondi eh) di caricamento effettivo del sito, quindi forse su un punteggio di 10000 l'ip dedicato può valere da 1 a 20. Certo basare tutto su un ip dedicato è assurdo, i contenuti sono la chiave pricipale del vero SEO, ma anche della comunicazioni in generale*.

Se ho un sito con contenuti ridondanti, sia con altri siti che all'interno del mio sito, o pagine che su 10000 parole ripetono lo stesso concetto 100 volte senza senso (se lo ripetono per esplicarlo meglio e diversamente è un altro discorso) posso avere anche 5 ip dedicati per sito ma non sarò indicizzato meglio.

Non parliamo poi del fatto che certi si perdono con questi particolari ma poi hanno pagine che sono mattoni, immagini mostruose, flash a gogo, javascript con effetti da guerre stellari etc...

 

 

*= Un Seo serio sa che è importante l'indicizzazione, ma anche che l'utente capitato al primo giro torni poi e non scappi immediatamente. Seguendo una antica regola matematica, detta del terzo, un buon sito sul totale delle pagine viste dovrebbe potersi aspettare un terzo di nuovi utenti, un terzo di utenti affezionati ed un terzo di utenti che entrando nel sito leggono più pagine non uscendo subito appena caricata la prima.

Capite da soli che se un sito si basa solo sul primo terzo potrà pure essere di trend e campare perfino per qualche anno, ma poi andrà inevitabilmente in declino.

E' importante anche il primo terzo, il ricambio serve, ma non solo questo.

E per questo (avere gli altri due terzi) non c'è ip e trucchetti tecnico-software che tengano, solo lo studio dei contenuti può assicurare la cosa.

Tra l'altro, discorso fatto, che me ne faccio se ipoteticamente riesco ad avere 1 milione di unici al giorno ma arrivano sul mio sito per sbaglio, magari cercando altro?

Per me sarebbero solo un costo. Preferirei avere 10000 unici die, ma su questi averne qualche migliaio che sono arrivati perchè cercavano proprio quello che c'è nel mio sito, che sono contenti di quello che hanno trovato e che se io ho della pubblicità (esempio) probabilmente potrebbero cliccare perchè è inerente ai loro gusti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×