Jump to content
Sign in to follow this  
inesorabile

serve dedicato linux con Atom 330: che ne pensate?

Recommended Posts

e perchè mai? Non tutti magari hanno esperienza diretta nella scelta e non ci trovo nulla di male nel chiedere a chi è più esperto anche solo come mercato :)

:|

Conosci davvero un sistemista che non sappia su quali macchine/ambienti configurare i propri sistemi per farli rendere X?

Sarebbe normale che un'azienda alla ricerca di una soluzione che garantisca Y euro di fatturato si affidi al sistemista di cui sopra?

Ma dici davvero???

Il mercato c'entra ben poco se non hai idea di come rapportare le performances ai requisiti richiesti...

Share this post


Link to post
Share on other sites
:|

Conosci davvero un sistemista che non sappia su quali macchine/ambienti configurare i propri sistemi per farli rendere X?

Sarebbe normale che un'azienda alla ricerca di una soluzione che garantisca Y euro di fatturato si affidi al sistemista di cui sopra?

Ma dici davvero???

Il mercato c'entra ben poco se non hai idea di come rapportare le performances ai requisiti richiesti...

 

Inesorabile non è un sistemista, quindi che c'è di strano se è qui a chiedere?

Quello su cui concordo invece è che di certo 160 dollari non saranno un ciò che metterà in crisi un fatturato di qualche migliaio di euro, se questo fatturato c'è.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Qualche migliaio?

 

La tastiera mi ha mangiato "al giorno" :asd:

 

Comunque sarebbe come se Cartier volesse mettersi a vendere diamanti con il tappetino all'angolo dei mercati...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusatemi tutti... forse mi sono espresso male.

La mia domanda era se un server con cpu atom 330 potesse reggere un lavoro come quello descritto.

 

Non ho esperienza in merito, i siti cui mi devo occupare sono attualmente posizionati su spazio hosting (con ottima banda) e mi hanno stato commissionato di raggrupparli.

 

Quindi non c'è nulla che non va come qualcuno pensa.

 

Non siamo tutti esperti e fenomeni di tutto. Sono anni che programmo in sql (anche linguaggi proprietari come quello di oracle o di postgres) e su ambiente windows\linux, e vi posso assicurare che 1gb di ram su una distri debian con cpu celeron (il cosidetto hardware da baraccone...), con apache e php 5 possono bastare per gestire 3-5 database con un discreto numero di query in contemporanea (la cosa cambia radicalmente su ambiente windows con mysql e asp, anche se conosco siti in asp.net che girano da anni su un celeron 478...).

 

Questo in linea teorica, ma in ambiente web il discorso cambia per molti motivi (specialmente se si ha il server non sotto i propri occhi).

 

In ambiente web come dicevo ho poca esperienza. Mi sono sempre limitato a sviluppare siti\cms su commissione.

 

E' per questo che ho chiesto a voi, che vi reputo come la miglior community hosting italiana del web.

 

Altra cosa: molti di voi confondono fatturato e guadagni...un 'azienda che fattura 2 milioni di euro all'anno vendendo online materiale informatico E' UNA MICROIMPRESA. In margini sono ridicoli, il personale costa, le strutture idem e si sta sempre più attenti a quanto e come spendere.

 

Questo è quanto. Vi ringrazio comunque della discussione, è stata molto utile.

 

Penso che la priorità sia comunque di avere soluzioni con dischi in raid e doppia scheda di rete. Meglio ancora se riesco a separare l'eccomerce dagli altri siti (su due server in pratica).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non devi offenderti, tu dici delle cose le persone le commentano, che possa o meno esserti di aiuto.

Altra cosa: molti di voi confondono fatturato e guadagni...un 'azienda che fattura 2 milioni di euro all'anno vendendo online materiale informatico E' UNA MICROIMPRESA. In margini sono ridicoli, il personale costa, le strutture idem e si sta sempre più attenti a quanto e come spendere.

 

Io ho ben chiara la differenza tra fatturato, guadagno e spese, ma sicuramente non ti stavi riferendo a me :)

 

Maneggiare 2 milioni di euro (se li si maneggiano) non è poi una così microimpresa quale che sia la natura dell'impresa. Non siamo più negli anni 80/90 in cui tutti pensavano di essere yuppi

 

A prescindere dal fatto che, giustamente, ognuno cerca di risparmiare come può, ma se 4 euro al giorno mettono in crisi un fatturato di 5000 vuol dire che il rischio di impresa è sproporzionato.

 

Per quanto mi riguarda chiudo il discorso, non volevo e non voglio fare polemiche, ma certe cose non si possono non commentare......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci mancherebbe Uno!

 

Non volevo fomentare la polemica e non vorrei andare off topic... però credimi. 15.000 euro di margine al mese (10% di margine su circa 1.9/2 milioni all'anno), con 4 dipendenti (1 al commerciale,1 ad assemblare e fare test x rma, 2 al magazzino), affitto un magazzino, utenze, perdite di altri 2% per spedizioni su rma e diritto di recesso, etc... non sono molti...

 

Sono quindi sempre di più le imprese che si rivolgono all'estero (Germania in primis) per l'hosting, o che magari non hanno intenzione di spendere 200 euro al mese x un server (a loro rischio e pericolo, mi sembra chiaro!)

 

Concludo comunque nel dirvi che questa discussione mi è stata veramente utile e vi ringrazio vivamente!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Inesorabile non è un sistemista, quindi che c'è di strano se è qui a chiedere?

Questa considerazione è fine a se stessa e lascia il tempo che trova...

Finchè non si parla si soluzioni confezionate chiavi in mano full managed questa richiesta andrebbe fatta al sistemista che se ne deve occupare, come ovvio.

Uguale come sopra per i costi di gestione, chiaro che sarà stato considerato un budget bisogna rimanerci dentro come chiaro che non si può pretendere chissàchè a pochi euro.

Poi se vuoi possiamo continuarla a rigirare come credi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ci mancherebbe Uno!

 

Non volevo fomentare la polemica e non vorrei andare off topic... però credimi. 15.000 euro di margine al mese (10% di margine su circa 1.9/2 milioni all'anno), con 4 dipendenti (1 al commerciale,1 ad assemblare e fare test x rma, 2 al magazzino), affitto un magazzino, utenze, perdite di altri 2% per spedizioni su rma e diritto di recesso, etc... non sono molti...

 

Sono quindi sempre di più le imprese che si rivolgono all'estero (Germania in primis) per l'hosting, o che magari non hanno intenzione di spendere 200 euro al mese x un server (a loro rischio e pericolo, mi sembra chiaro!)

 

Concludo comunque nel dirvi che questa discussione mi è stata veramente utile e vi ringrazio vivamente!

 

Vabbeh non voglio fare le pulci alle tue percentuali, non dico neanche che seppure rimane il margine di 15000 euro anche 2 o 300 euro non sono la morte, ma dico solo che un down di un giorno fa perdere 5000 euro

Anche prendendo per buona la tua percentuale del 10% sono 500 euro.

Per andare in pari (se non calcoliamo i clienti fissi che potresti perdere) non puoi permetterti più di un 24 ore di down ogni due mesi

Io un pensiero sopra ce lo farei.

 

Se invece parliamo di business plan, di impresa più o meno nascente, non ancora su queste cifre ma che tramite analisi precise conta di arrivare a tanto in breve/medio termine allora il discorso è diverso. Se non ci sono capitali anche io direi beh meglio iniziare piuttosto che fare i precisini e non fare nulla. Appena si inizia a lavorare come previsto si può sempre sistemare.

In quel caso l'atom (dal mio punto di vista) va più che bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×