Jump to content
Sign in to follow this  
Redazione Hosting Talk

Google e velocità: questa non ci voleva!

Recommended Posts

Sembra che Google inizi a fare sul serio nel valutare i tempi di risposta, oggi è un parametro che non conta quasi per nulla, un domani potrebbe divenire uno dei più importanti. Quali conseguenze? La più banale a cui penso è il numero di richieste che potrebbero pervenire agli hosting provider per migliorare i loro servizi, renderli più veloci certo: non conta molto spiegare ad alcuni clienti che sono i loro script a non funzionare, se il vostro server pinga con 2 ms in più le telefonate e i ticket non tarderanno ad arrivare.

 

leggi tutto

 

 

 

Leggi il resto di Google e velocità: questa non ci voleva! sul blog di HostingTalk.it

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che altro a me preoccuperebbe il fatto che, per forza di cose, i siti ospitati da google stessa tramite i suoi servizi, saranno sensibilmente più veloci rispetto a qualunque altro provider al mondo, dato che è tutto interno alla rete google.

 

Che sia una manovra per forza gli utenti ad usare i servizi hosting di google?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che sia una manovra per forza gli utenti ad usare i servizi hosting di google?

 

Ma dai... .credi proprio che farebbero una cosa del genere :fuma: i cattivoni?

A me più passa il tempo e più mi pare che Google stia diventando il nuovo monopolista.. speriamo che gli vada male...:approved:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo saranno così "pignoli".

 

Faranno una distinzione in fasce, tipo:

 

0 - 50

51 - 150

151 - 250

251 - +inf

 

In modo da buttar fuori i siti che caricano in settimane. Il ping c'entrerà sicuramente pochissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La dietrologia è il mio pane quotidiano, purchè sia logica, quella campata per aria non mi prende.

 

Google non ha interesse a creare un clima dittatoriale, magari di dominanza si. Se va troppo oltre qualcuno si mette sul serio a creare e/o a spingere una alternativa libera della ricerca e sicuramente le compagnie concorrenti sarebbero costrette ad investirci, magari anche consorziandosi.

 

Penso che sia plausibile, per quanto google non dichiara mai pubblicamente algoritmi e logiche (il che posso anche comprenderlo ed apprezzarlo da un certo punto di vista), ipotizzare un parametro, un nuovo ranking che sia proporzionale al prodotto tra la "potenza" del server insieme alla bontà della scrittura del sito e l'effettivo carico della pagina.

 

Per capirci, una pagina indice di una galleria di immagini per quanto ottimizzata e che faccia uso di thumbnails sarà in termini di kb per forza più pesante di una solo testo.

Quindi se ci mette X secondi per caricare una pagina di immagini gli stessi x secondi potrebbero non essere accettabili (e quindi penalizzabili) per una pagina solo testo.

 

Se fosse equo (e per i motivi sopra detti credo lo sia) potrebbe anche distinguere (e dare valori/penalizzazioni diverse) la velocità effettiva della risposta del server dalla bontà di programmazione e/o scrittura degli script.

Gli basta raffrontare il tempo di caricamento del robot.txt (o qualcosa di simile che esista nel dominio o nel server, per esempio la pagina di errore) con una pagina media del sito.

 

Andando oltre potrebbe anche distinguere se mysql (esempio) gira male e a fatica o lo script X di tale dominio del server Y è scritto da cani rispetto gli stessi script dello stesso server Y

 

Insomma i mezzi ci sono volendo, gli ingegneri di gg sono rodati su queste cose, quindi non temo problemi, semmai la cosa potrebbe essere positiva per "sfoltire" un pò di incompetenza soprattutto lato webmaster, ma forse anche lato provider.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna ricordare che per ora sembra essere un approccio di cui anche loro non conoscono esattamente gli effetti (stimano un basso coinvolgimento dei risultati, quindi che la SERP come è ora ne venga poco influenzata). Certo se i test saranno (per loro) positivi allora il tutto verrà esteso. La logica è quella del business, per cui minori tempi di apertura = più click. Se le pagine hanno anche AdSense ....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×