Jump to content
Sign in to follow this  
WizOfOz

Nuovo iPhone, unità speciali irrompono nell'abitazione del blogger di Gizmodo

Recommended Posts

Era nell'aria che si arrivasse a questo, e non per altro, ma il reato di ricettazione ci sta tutto poichè, comunque siano andate le cose, nessuno può sostenere che Gizmodo non fosse informato del fatto che quell'aggeggio è stato sottratto indebitamente.

Il fatto che sia stato perso oppure no è del tutto ininfluente dato che la legge Californiana è molto esplicita in merito, se si ritrova un oggetto di cui si conosce il proprietario e lo si fa proprio si incorre nel reato di furto, a prescindere dal fatto che sia stato sottratto o ritrovato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto tutta la vicenda su Techcrunch, commenti annessi. La mia opinione è semplice, in futuro niente più prodotti Apple, un'azienda che sta distruggendo tutto quel che di buono ha fatto e aveva come immagine, ovviamente mio parere. Si tengano iphone, mac ecc, e prima o poi il mercato saprà fare a meno di loro :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

No beh sarebbe interessante parlarne, leggiti il post di Techcrunch e i commenti, quelli intelligenti. Purtroppo non è tutta farina del sacco della polizia, è evidente che Apple abbia fatto non poche pressioni e voglia uscire dalla vicenda a testa alta, ovvero dimostrando di non farsi beffare dal primo che passa. Giusto? Dipende, Gizmodo e tutta la discussione intorno è solo pubblicità, che poi vi sia il costo di perdere milioni di R&D, beh è buona da raccontare a qualche giornalista che scrive su testate nazionali, chi ha un minimo di conoscenza sa bene che non è che HTC, Samsung o Microsoft riescano a tirare fuori la stessa cosa nel giro di 4/5 mesi, guardando ad un paio di circuiti e a un microchip (il telefono non si è acceso, è stato disattivato da remoto prima che ne entrasse in possesso qualcuno esterno).

 

Conclusione? Apple ha fatto l'ennesimo sforzo per mostrarsi come azienda chiusa, le SDK da poco rilasciate sono un'altra prova, e i suoi sistemi vanno in quella direzione (stiamo usando qualche software che consenta chiamate sotto 3G in voip? Si, da 2 mesi pero). Uso prodotti Apple perchè mi piacciono, perchè li trovo utilizzabili, e perchè mi piace(va) Apple come azienda: se cade anche uno solo di questi aspetti, allora io non sono più utente Apple. E a pensarla cosi sono in tanti ahime, ne va a discapito di ottimi prodotti, peccato

Share this post


Link to post
Share on other sites
No beh sarebbe interessante parlarne, leggiti il post di Techcrunch e i commenti, quelli intelligenti. Purtroppo non è tutta farina del sacco della polizia, è evidente che Apple abbia fatto non poche pressioni e voglia uscire dalla vicenda a testa alta, ovvero dimostrando di non farsi beffare dal primo che passa. Giusto? Dipende, Gizmodo e tutta la discussione intorno è solo pubblicità, che poi vi sia il costo di perdere milioni di R&D, beh è buona da raccontare a qualche giornalista che scrive su testate nazionali, chi ha un minimo di conoscenza sa bene che non è che HTC, Samsung o Microsoft riescano a tirare fuori la stessa cosa nel giro di 4/5 mesi, guardando ad un paio di circuiti e a un microchip (il telefono non si è acceso, è stato disattivato da remoto prima che ne entrasse in possesso qualcuno esterno).

 

Beh, oddio, la concorrenza è comunque agguerrita, un prototipo così avanzato in giro non è il massimo e comunque, pressioni o no, la legge è molto chiara in merito. Mi rendo conto che chi lo ha trovato ha pensato di aver vinto alla lotteria, ma è stato anche poco furbo perchè se avesse contattato i piani alti di Apple credo sarebbero stati ben disposti ad una trattativa. Inoltre, un telefono disattivato non è "formattato" a basso livello, mi pare un giusto atteggiamento per proteggere un investimento in termini di risorse enorme e non dimentichiamoci che se oggi il mercato mobile è entrato a far parte della vita di tutti è proprio grazie a questo aggeggio infernale.

 

Conclusione? Apple ha fatto l'ennesimo sforzo per mostrarsi come azienda chiusa, le SDK da poco rilasciate sono un'altra prova, e i suoi sistemi vanno in quella direzione (stiamo usando qualche software che consenta chiamate sotto 3G in voip? Si, da 2 mesi pero). Uso prodotti Apple perchè mi piacciono, perchè li trovo utilizzabili, e perchè mi piace(va) Apple come azienda: se cade anche uno solo di questi aspetti, allora io non sono più utente Apple. E a pensarla cosi sono in tanti ahime, ne va a discapito di ottimi prodotti, peccato

Sulle SDK non mi è chiaro dove sta il problema, io le ho sempre avute a disposizione ad un costo irrisorio (99$ l'anno per essere developer sono un'inezia per quello che ricevi e le risorse a cui accedi).

Per il discorso che meno utenti vada a discapito della qualità del prodotto, sono dell'avviso esattamente opposto, anzi ho sempre sperato che Apple continuasse a rimanere nella nicchia. Quando sei in testa al gruppo cominci a sfornare porcherie a iosa perchè tendi a dormire sugli allori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se hai presente, qualche mese fa TechCrunch ha ricevuto un documento "rubato" sui piani di Twitter per il futuro...nessuno è entrato negli uffici di TC o nella casa di Arrington :)

 

Per il resto, concordo, se di nicchia magari lavora meglio: ma se crei prodotti chiusi non avrai certo utenti pro dalla tua parte sul lungo termine, avrai chi vuole un ipad chiuso, un iphone chiuso e via dicendo. A me inizia a rimanere stretto, e non guadagno nulla a dirlo o non dirlo, semplicemente è una sensazione che ho da tempo e che riscontro per i prodotti Apple, la linea è comune e il cambiamento è stato avvertito anche da altri consumatori.

 

Per le SDK, mi riferisco al fatto che abbiano deciso loro con cosa lavori o meno. Senza parlare del caso Adobe e Flash, mi meraviglio che l'antitrust non sia intervenuta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non so se hai presente, qualche mese fa TechCrunch ha ricevuto un documento "rubato" sui piani di Twitter per il futuro...nessuno è entrato negli uffici di TC o nella casa di Arrington :)

Perdona, con tutto il rispetto, un documento di Twitter contro un iPhone di nuova generazione praticamente finito e funzionante, credo faccia differenza, e comunque se Twitter non ha deciso di agire non delegittima l'azione di Apple.

Per il resto, concordo, se di nicchia magari lavora meglio: ma se crei prodotti chiusi non avrai certo utenti pro dalla tua parte sul lungo termine, avrai chi vuole un ipad chiuso, un iphone chiuso e via dicendo. A me inizia a rimanere stretto, e non guadagno nulla a dirlo o non dirlo, semplicemente è una sensazione che ho da tempo e che riscontro per i prodotti Apple, la linea è comune e il cambiamento è stato avvertito anche da altri consumatori.

Guarda, che ci sia una chiusura è innegabile, ma la vedo più come una scelta, forse la trovo logica perchè la condivido personalmente, magari sbagliando, per carità, ma trovo che Mac OS e iPhone/IPad OS, nonostante la chiusura, mi offrano tutte le API di cui ho bisogno nel miglior modo che io possa desiderare per svilupparci.

Per le SDK, mi riferisco al fatto che abbiano deciso loro con cosa lavori o meno. Senza parlare del caso Adobe e Flash, mi meraviglio che l'antitrust non sia intervenuta.

Il discorso voIP sappiamo benissimo che è stato osteggiato a mille dai gestori. Per quanto riguarda altre eventuali limitazioni, le ho trovate corrette per evitare migliaia di cloni (per esempio di Mail) che non avrebbero apportato nulla ad un sistema già completo di suo ed in questo modo di sono evitati una frammentarietà tipica dell'open selvaggio e devo dire che, fino ad ora, mi sembra che la strategia paghi.

Per Flash, bisognerebbe sviscerare bene perché esistono realtà simili ma non uguali (Unity3D per esempio) che generano un progetto completamente in Objective-C e non fanno uso di librerie esterne come invece faceva il compiler Flash. Librerie esterne = sistemi instabili, non a caso anche i software devono rispondere a determinati test, ed infatti il software che gira su questo OS è di qualità, non si può dire lo stesso del software che gira su Android (sto valutando di fare un porting che mi è stato richiesto e c'è molta più libertà, è vero, ma anche molte più possibilità che un telefono sia letteralmente "haunted" da software di terze parti scritto coi piedi).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulle SDK non mi è chiaro dove sta il problema, io le ho sempre avute a disposizione ad un costo irrisorio (99$ l'anno per essere developer sono un'inezia per quello che ricevi e le risorse a cui accedi).

A questo proposito, senza voler entrare in una infinita polemica, dico solo che ho litigato varie volte con persone che usano solo roba Apple e che fanno la crociata contro Microsoft, perchè quest'ultima "ha tutto a pagamento".

Però che le risorse di sviluppo di Apple si paghino, e che per mettere le applicazioni sull'app store si paghi, non lo mettono mai in conto :)

 

Quella di Apple è una politica che può avere (ed ha avuto negli anni) successo a livello di marketing, perchè loro con la loro nicchia creano sicuramente una community affiatata (e chiusa), perchè ognuno dei membri si sente parte di un gruppo chiuso. Far parte di un gruppo chiuso, ristretto, accresce il valore che viene percepito a livello psichico. E' come la conquista di uno status.

 

Però bisogna vedere a cosa porterà questo negli anni..

Sopratutto dal punto di vista tecnico, se Apple riuscirà semrpe a produrre prodotti di successo (marketing) e tecnicamente validi..

 

Edit:

il fatto che io non possa metterci le applicazioni che voglio sull' iPhone per adesso è considerato un privilegio, che il codice è di qualità ,etc..... Ma questo è uno degli elementi principali che mi hanno dissuaso a comprare questo telefono, e come me altre persone che usano lo smartphone per lavorare, per sviluppare applicazioni, etc..

Edited by y2khosting

Share this post


Link to post
Share on other sites
Perdona, con tutto il rispetto, un documento di Twitter contro un iPhone di nuova generazione praticamente finito e funzionante, credo faccia differenza, e comunque se Twitter non ha deciso di agire non delegittima l'azione di Apple.

 

Guarda, che ci sia una chiusura è innegabile, ma la vedo più come una scelta, forse la trovo logica perchè la condivido personalmente, magari sbagliando, per carità, ma trovo che Mac OS e iPhone/IPad OS, nonostante la chiusura, mi offrano tutte le API di cui ho bisogno nel miglior modo che io possa desiderare per svilupparci.

 

Il discorso voIP sappiamo benissimo che è stato osteggiato a mille dai gestori. Per quanto riguarda altre eventuali limitazioni, le ho trovate corrette per evitare migliaia di cloni (per esempio di Mail) che non avrebbero apportato nulla ad un sistema già completo di suo ed in questo modo di sono evitati una frammentarietà tipica dell'open selvaggio e devo dire che, fino ad ora, mi sembra che la strategia paghi.

Per Flash, bisognerebbe sviscerare bene perché esistono realtà simili ma non uguali (Unity3D per esempio) che generano un progetto completamente in Objective-C e non fanno uso di librerie esterne come invece faceva il compiler Flash. Librerie esterne = sistemi instabili, non a caso anche i software devono rispondere a determinati test, ed infatti il software che gira su questo OS è di qualità, non si può dire lo stesso del software che gira su Android (sto valutando di fare un porting che mi è stato richiesto e c'è molta più libertà, è vero, ma anche molte più possibilità che un telefono sia letteralmente "haunted" da software di terze parti scritto coi piedi).

 

Si il paragone con Twitter non mette a confronto le due cose, semplicemente fa notare come Apple abbia spinto per avere un intervento significativo in questo caso, danneggiando la sua immagine. Per Flash e Adobe, a me non conta il succo, conta il comportamento di Apple che fa da barriera, non per ragioni tecniche, ma puramente commerciali, come nel caso di Google Voice: come possono nascere ottime cose in futuro su una piattaforma cosi chiusa?

 

Concordo con Y2K sul resto, personalmente non mi sento parte di chissa cosa, Apple fa buoni prodotti e buon software, se questo viene meno, e il sw è troppo chiuso allora ciao ciao Apple. Microsoft, per assurdo, va verso ambienti e politiche più aperte, dopo anni che è stata accusata del contrario.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×