Jump to content
Sign in to follow this  
tunele

creare siti con plesk

Recommended Posts

Salve a tutti sto configurando il mio server con plesk per gestire un sito e un database.

prima domanda, ho creato il sito, e ho notato con disappunto che plesk mi mette le home dei siti sotto /var, questa cosa non mi piace perché lì ci vanno i file variabili generalmente tipo log e cose del genere, io vorrei mettere i domini sotto home, o al massimo sotto opt ma meglio home. Come posso fare per modificare questa configurazione? Inoltre, è corretto il mio ragionamento, cioè quello di mettere i siti sotto home, oppure generalmente si usa un'altra dir?

Seconda domanda, ho notato che generalmente quando si crea un db mysql per un certo dominio, es. miodominio.it, si fa in modo che risponda all'host sql.miodominio.it. Sono riuscito a fare questa configurazione con un cname, però ho notato che in realtà non è la stessa cosa rispetto a quello che generalmente si fa, infatti così come ho fatto io, se sul browser scrivo sql.miodominio.it mi manda al website, e allo stesso tempo se per connettermi al db, invece che sql.miodominio.it, uso miodominio.it, la connessione funziona. Invece vorrei che su sql.miodominio.it rispondesse solo il db, mentre su miodominio.it solo il webserver. Sapreste dirmi come posso fare?

Ultima domanda, avreste qualche consiglio di sicurezza e tuning da darmi nel configurare il webserver?

 

Grazie a tutti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima Plesk inseriva i siti nella cartella /home (plesk 7.x e precedenti) poi si sono uniformati allo "standard" e sono passati a /var.

 

Se vuoi tenere separati i siti dal resto, mettendoli in una partizione diversa, semplicemente crea una partizione e montala come /var/www.

 

Per la questione del sottodominio sql, è ovvio che sia come scrivi, dato che il dns non fa altro che associare sql.XXX.com a XXX.com, il quale è associato tramite record A all'ip del server.

Per fare quello che chiedi, devi usare un altro IP associato al server, far girare mysql con quell'IP ed, al posto del cname, inserire un record A che associ sql.XX.com a NUOVOIP.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Antonio, quindi riguardo il primo punto direi che mi tengo /var visto che da quanto mi dici è lo standard.

Riguardo il secondo punto credo di aver capito quindi provo a fare la configurazione. Domanda, sai per caso perché si adotta quella tecnica, cioè quella di far rispondere il dns sql.sito.com al mysql e sito.com all'http, invece magari di usare un unico ip e dns per entrambi? Si fa per motivi di performance, di pulizia o solo per prassi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie Antonio, quindi riguardo il primo punto direi che mi tengo /var visto che da quanto mi dici è lo standard.

Riguardo il secondo punto credo di aver capito quindi provo a fare la configurazione. Domanda, sai per caso perché si adotta quella tecnica, cioè quella di far rispondere il dns sql.sito.com al mysql e sito.com all'http, invece magari di usare un unico ip e dns per entrambi? Si fa per motivi di performance, di pulizia o solo per prassi?

 

Io sui server che amministro, se ho mysql sulla stessa macchina, non mi faccio tutte queste pippe mentali con i dns e sql.abc o mysql.xyz; semplicemente uso localhost e chiudo anche le porte verso l'esterno per sicurezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

bè il fatto di raggiungere il db da remoto dal punto di vista applicativo in effetti non mi serve perché il webserver gira sulla stessa macchina però dal punto di vista amministrativo mi risulta particolarmente utile per potermi connettere al db da remoto via shell e toad altrimenti dovrei ogni volta andare sulla macchina e aprire una shell da lì, ma così è molto più farraginoso. Per il resto se non ci sono motivi particolari per usare un dns apposito per il db direi che in effetti potrei tranquillamente usare lo stesso per db e http.

Grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites
bè il fatto di raggiungere il db da remoto dal punto di vista applicativo in effetti non mi serve perché il webserver gira sulla stessa macchina però dal punto di vista amministrativo mi risulta particolarmente utile per potermi connettere al db da remoto via shell e toad altrimenti dovrei ogni volta andare sulla macchina e aprire una shell da lì, ma così è molto più farraginoso. Per il resto se non ci sono motivi particolari per usare un dns apposito per il db direi che in effetti potrei tranquillamente usare lo stesso per db e http.

Grazie!

 

A maggior ragione, se non devi dare accesso esterno a mysql, è inutile avere un record dns apposito. Se tu vuoi usare dall'esterno mysql, sarebbe buona cosa bloccare da firewall la 3306 a tutti tranne che al tuo IP o al range di IP che solitamente usi connettendoti :approved:

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie mille di nuovo dei consigli, giustissimi ma ci sono diversi motivi per cui non sono applicabili al mio caso, e cioè il fatto che vivendo, per lavoro, in due città diverse mi connetto con diverse connessioni dalle case in cui risiedo nelle due città, in più spesso quando sono in viaggio mi connetto con 3, e infine da lavoro ho un'altro ip ancora. Infine essendo il progetto condiviso siamo in tre a lavorarci e quindi lo scenario di sopra va moltiplicato per tre... a sto punto mi sa che faccio prima a lasciare la porta 3306 a perta a tutti gli ip e buonanotte! Cmq ripeto grazie mille dei preziosi consigli, appena ho tempo li metto in atto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×