Jump to content
Sign in to follow this  
Rebel

ovh.com - Spero sia uno scherzo

Recommended Posts

interessante il discorso sulle carte di credito, ma imho non regge, basta mettere una piccola clausola con la quale si applicano maggiori spese per la pratica in caso di utilizzo di particolari metodi di pagamenti ed il gioco è fatto.

loro proprio non vogliono avere italiani e altre nazionalità come clienti.

e' vera e propria idiozia ed ignoranza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domani cerco tra amici e parenti qualcuno che abbia una carta di credito non prepagata (mastercard, o simili) e provo il rinnovo. Mi server per non perdere i dati. Se mi detraggono i soldi me non rinnovano, li denuncio per furto, se invece non rinnovano affatto e non detraggono, non ci ho perso nulla. E' la mia ultima carta da giocare.

 

Intanto sottoscrivo account di prova gratuito qui: https://www.webperoni.de/i

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT:

Volentieri, se mi sai consigliare qualcosa intorno ai 20 euro che mi permetta di installare quello che voglio, compreso teamspeak server, con banda molto ampia e traffico abbondante... e soprattutto almeno una 20-ina di GB di spazio (mi serve come server di backup di altri server).... allora sarebbe fantastico.

Per il momento non mi pare di vaer visto cxose così economiche.

So che dove si spende poco c'è poco, ma su Kimsufi, tolta questa magagna con il pagamento, stavo davvero di lusso, mai un down o un problema, superveloce, libertà di reebotare, formattarequante volte volevo.

 

Esiste qualcosa? Posso spingermi a 30 euro al mese ... :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte fare problemi agli italian e alle carte di credito italiane siano esse prepagate o non, non sembra esserci alcuna anomalia riscontrata dai clienti statunitensi di ovh.com ( vedi WHT ), ai quali vengono ancora accettate carte di credito.

Quindi sia la prepagata che una qualsiasi CC che sia essa italiana non viene accettata da ovh.com, a questo punto mi viene da pensare se si tratti ancora di una discussione da BAR o meno... come qualcuno ha detto...

provate a riflettere... CC italiane ( prepagate e non) non sono più accettate..ai ticket degli italiani non rispondono (ne in francese ne in inglese)..uno dello staff si permette di dire quella frase citata qualche post precedente in forum pubblico... ma scusate, ma sono io che vaneggio o mi sembra che questa sia una discriminazione di quelle DOC (...)?!?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi intrometto solo per chiarire una questione che forse viene presa troppo a cuore perchè ci si sente chiamati in causa.

 

Il fatto che una società si rifiuti o quant' altro a rinnovare un servizio con determinate forme di pagamento è normale e all' ordine del giorno, soprattutto per società che lavorano in campo internazionale, ma non legamente residenti (con filiali o sede) e quindi riconosciute nel paese in cui il cliente effettua l' ordine.

 

Il motivo è molto semplice: le maggiori società mantengono una statistica delle frodi informatiche su ordini fasulli, carte di credito clonate e così via. In questo caso, e dalla risposta dell' operatore, mi sembra palese che tale società abbia avuto un numero forte di frodi proveniente da utenti italiani o comunque da utenti con cc italiane. Anche se siamo in europa, ovh (o come si chiama) non ha sede in italia, ne filiali, ne partita iva italian, ne iscritta alla camera del commercio, ecc ecc, quindi rivalersi per eventuali frodi rimane un' azione sempre difficile e onerosa rispetto ad utenti della stessa nazionalità.

 

Ma non è un caso limite, anzi, due anni fa per esempio aplus blocco i pagamenti con c\c all' australia, ev1servers inserì, appena attivato il servizio di "instant setup" dei server la clausola che nelle 48 ore successive loro possono chiuderti il server e non ridartelo senza alcuna spiegazione e così via.

 

Giudicare una società da esterno senza conoscere veramente i fatti è da ipocriti. a quello che dicono hanno avuto seri problemi col nostro paese, han preso una decisione, poi se giusta o sbagliata non sta a me decidere.

 

Tirare in ballo la storia dei mondiali e affini è solo un modo per riempirci l' ego, negli affari non esistono storielle o ripicche per una partita di pallone o motivi così futili (parlando su larga scala non del caso singolo), conta solo il fatturato raggiunto alla stesura del bilancio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'ho già detto ma evidentemente occorrono i sottotitoli... quella dei mondiali era solo una battuta nei confronti dell'operatore che ha così "finemente" risposto sul forum, non era riferita alle politiche di OVH. Tant'è che ho scritto "GLI brucia", GLI è singolare.

 

Riguardo la guerra del vino, non ho dubbi che tu non possa ricordarla. E' un fatto storico accaduto circa 25 anni fa, veramente triste e che andò ogni ragionevole senso di civiltà. Vennero distrutte (da singole persone ovviamente, non dai "Francesi"...) quasi tutte le botti contenenti il vino italiano, causando ai produttori di vino nostrani non so quanti miliardi di danni... Anche allora non fu un fatto di razzismo ma economico, ma di certo non è stato classificato come un esempio di comportamento civile da imitare...

 

Tornando alle politiche di OVH, la mia opinione è che gli esempi che hai fatto non reggono, la Francia è inserita nell'ambito dell'UE e non è paragonabile ai casi di EV1 ed APlus. Non è possibile attuare questo tipo di politiche nell'ambito europeo, è come se analizzando il fatturato riscontrassimo un alto numero di frodi da Milano (dico una città a caso, io personalmente odio qualsiasi tipo di discriminazione e campanilismi vari) e decidessimo di non accettare pagamenti tramite carta di credito da parte dei Milanesi... tu come la prenderesti se non come una discriminazione? Anche se in misura minore, rivalersi per frodi avvenute da persone residenti in altre città risulta comunque difficile e oneroso, dal momento che solitamente viene stabilito che il foro competente è quello del consumatore. Nell'ambito dell'UE è ormai possibile rivalersi nei confronti di persone residenti nell'ambito comunitario, non è più così complesso come una volta.

 

Alla fine quello che penso è che il commento della persona che ha scritto sul forum ha esasperato, andando in una direzione decisamente poco felice, le politiche di OVH che, nell'ambito dell'UE io vedo onestamente come discriminatorie. Non c'entra proprio l'ego... Inoltre, rispondere in inglese sarebbe stato cortese, almeno ai ticket...

Share this post


Link to post
Share on other sites

io son sempre convinto di una cosa ... la qualità si paga, di più o di meno ma si paga ... per alcune ditte perdere un cliente da 250€ annui non è assolutamente un dramma ... perderne uno da 2000 forse inizia a esserlo.

Non sapremo mai i motivi di questa scelta, magari il problema è che quel piano offre "troppo" a quel prezzo ed è stato sottoscritto per lo più da utenti italiani, quindi limitando questi ultimi si riesce a mantenere il piano come specchietto per le allodole piuttosto che ridurlo (cosa che a livello pubblicitario è un suicidio).

Io vedo più un problema di questo tipo anche perchè in ambito europeo i problemi legali non sono più tecnicamente irrisolvibili come lo erano 10 anni fa. Ovviamente sono ipotesi ma loro offrono una flat 100mbit a 20 € al mese ... se io faccio più di 1000 gb di traffico già sono in perdita figuratevi se uno sfruttasse tutta la banda a sua disposizione da contratto ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×