Jump to content
Sign in to follow this  
Ste

Il Data Center di Wikileaks al TG5, come spiegare cosa è un server rack?

Recommended Posts

In corso in questo momento, un tour nel data center di Banhof in quello che è di fatto un bunker a tutti gli effetti: inutile dire che è una riflessione importante su come i data center siano di fatto divenuti un argomento molto importante per i media. Wikileaks diviene di fatto anche un ottimo argomento per discutere di come queste strutture, gli ISP, in generale siano divenuti dei "regolatori" fondamentali di come l'informazione deve e può raggiungere le persone.

 

Inutile dire che con un simile servizio saranno migliaia le persone che hanno dubbi su cosa abbiano visto: il video mostra anche i 2 server rack che vengono custoditi e servono il traffico di Wikileaks :) Ho scritto un articolo a riguardo che leggerete nei prossimi giorni, ma è evidente che il caso di Wikileaks abbia dato molto risalto anche agli ISP e in generale al modo in cui vengono erogati i servizi su Internet, che è tutto tranne che scontato, anche per chi spesso con un PC ci lavora!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dai su non fare l'anticonformista e avvia su windows.

 

7, che è stupendo.

 

Comunque non è niente di che, quello che non mi aspettavo è che è entrato proprio l'inviato del TG5.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tg5 - Edizione ore 20.00 dell'11 dicembre - Video Mediaset minuto 13 circa.

 

Non dicono niente di che, inquadrano due R200 e alla fine fanno vedere uno scantinato dove a detta loro erano presenti i server WL fino a poco tempo fa.

Edited by Antonio
Ho aggiunto il riferimento temporale per saltare direttamente al filmato della farm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è poco il fatto che siano andati a vedere un data center, abbiano mostrato questi strani aggeggi chiamati "server" e abbiano parlato di come le informazioni arrivano poi sullo schermo di un PC. La tv è sempre stata lontana da queste tematiche e di fatto ha un potere enorme nel diffonderle, soprattutto nel nostro paese, per cui sicuramente è un segno importante. Lo stesso Wikileaks ha mostrato a molte persone una logica di funzionamento della rete che pochi, non tecnici, conoscono anche a grandi linee: se capiscono come funziona si interessano e va a tutto vantaggio di chi qui lavora e studia questi argomenti :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma è un'altra cosa, quel servizio non puntava tanto a far vedere cosa sono i server o come funzionano, o ancora, come funziona il sito, puntava molto a mostrare il megabunker in una megamontagna dove sono contenuti strasicuri i dati che stanno ribaltando il mondo, è una cosa molto lontana dalla rete.

 

Tant'è che alla fine fa il paragone con la cantina in cui stava tutto fino a mesi fa.

 

Io non ci vedo particolari vantaggi, cosa ci guadagno io se chi visita un sito per cui gestisco la struttura sa come funziona un server?

 

Cosa ci guadagna il panettiere a spiegarmi come si fa il pane o il tecnico della lavastoviglie a spiegarmi che cosa mi sta sostituendo e perchè? Mi incuriosisco si, ma il pane continuerò a comprarlo dal panettiere e per quanto riguarda la lavastoviglie si, la prossima volta che il display mostrerà E55 saprò che è il momento di sostituire la pompa, ma dovrò sempre chiamare lo stesso tecnico.

 

Insomma, sono immagini, non servono a niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me sarebbe stato meglio che non avessero trasmesso quello pseudo articolo (va beh che anche il tg5 è uno pseudo telegiornale).

 

Passi il tono sensazionalistico con cui viene presentata la farm, ma chiamare scatolette maggggiche i server che servono i contenuti di wikileaks è uno schiaffo a tutti coloro che i server li amministrano; perché si da l'idea che una volta messi nella farm anti attacco atomico questi facciano tutto da soli.

 

Poi adesso ci manca solo che i clienti inizino a chiedere se la tua farm è a prova di bomba atomica per il sitarello personale per cui non si vuole spendere più di 10€/anno...

Edited by Antonio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×