Jump to content
Sign in to follow this  
Redazione Hosting Talk

Aruba colpita da un incendio nel data center: siti web attualmente irraggiungibili

Recommended Posts

aruba-logo.gif

Aruba, il piu' grande operatore hosting italiano, e' attualmente down a causa di un principio di incendio che ha colpito nelle scorse ore il data center. Attualmente i siti ospitati da Aruba non sono raggiungibili, la sala UPS e' la sola colpita per cui non vi sono danni alle sale server: in questi casi gli operatori sono costretti a portare down i servizi, ma non abbiamo informazioni precise in merito. Non appena avremo maggiori dettagli pubblicheremo nuove informazioni sul down.

 

 

 

 

Leggi Aruba colpita da un incendio nel data center: siti web attualmente irraggiungibili

Share this post


Link to post
Share on other sites

Postano messaggi su twitter prendendoli in giro e questi 2 in particolare che ho linkato hanno creato codici promozionali per favorire il trasferimento di hosting da aruba ai loro server. (codice promozionale: estintore). Un gran bel comportamento, rispettoso del momento di difficoltà dei loro colleghi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno, da quanto ho capito quelli sono i twitter di due hosting provider che si rallegrano e fanno offerte speciali ai clienti. Un atteggiamento che non mi piace, ma in un mercato così ipercompetitivo può esserci anche questo. Avendo anche io passato qualche brutto momento con il datacenter non me la sento di ralleggrarmi, anzi gli auguro di tornare online quanto prima.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uno, da quanto ho capito quelli sono i twitter di due hosting provider che si rallegrano e fanno offerte speciali ai clienti. Un atteggiamento che non mi piace, ma in un mercato così ipercompetitivo può esserci anche questo. Avendo anche io passato qualche brutto momento con il datacenter non me la sento di ralleggrarmi, anzi gli auguro di tornare online quanto prima.

 

Ma infatti non avevo intenzione di rallegrarmi, ho voluto condividere la mia indignazione (sono un semplice "utente" della rete) qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo sia doveroso un chiarimento pubblico, scappare o nascondersi non è nella nostra indole.

 

Si, anche noi (così come moltissimi altri) abbiamo fatto leva su questa faccenda.

Credo che nessuno qui dentro possa confutare il fatto che tra i vari operatori presenti, noi siamo quelli che in passato hanno subito disservizi decisamente lunghi e costantemente riportati dalla clientela con pagine e pagine di thread.

I problemi capitano a tutti e noi non ci sentiamo superiori a nessuno.

 

Crediamo, però, che un provider a casa sua possa scrivere un po quel che vuole, pur rimanendo nella legalità.

Noi non abbiamo diffamato nessuno, ne messo in discussione l'operato o le infrastrutture altrui.

Abbiamo semplicemente pubblicato, sul nostro account twitter, delle frasi ad effetto seguite da un codice promozionale. Non ho timore a dire che noi, a differenza di altri che non cito, non abbiamo mai inviato proposte commerciali a singole persone facendo una sorta di sciacallaggio mediatico porta-a-porta, semplicemente abbiamo pubblicato messaggi solo e soltanto sul nostro profilo, senza commentare mai su forum esterni, blog o cose simili. Chi ci segue ha letto il messaggio, chi non ci segue non ha ricevuto nulla se non seguendo volutamente l'hashtag. Non abbiamo obbligato nessuno a leggere i nostri post, visto che non abbiamo mai scritto direttamente agli utenti.

 

Forse potrebbe essere visto di cattivo gusto, ma il mondo è pieno di marketing un po più estremo del normale, non siamo stati i primi a farlo, ne saremo gli ultimi. Questo vale per ogni settore di mercato, ovviamente in quelli in cui la concorrenza è più agguerrita si nota maggiormente.

 

Crediamo sia un po una estremizzazione commentare l'operato che un operatore fa a casa propria. Avreste perfettamente ragione se in virtù di questo fatto avessimo commentato, magari screditando, in giro per la rete, come su questo forum o in altri posti. Non l'abbiamo fatto e non ci è nemmeno passato per la mente di farlo.

 

Ci dispiace che questa cosa ad alcuni abbia urtato a tal punto da doverla scrivere in giro per la rete (in che modo chi scrive in giro per la rete e nei vari forum screditando volutamente noi ed il nostro modo di fare marketing è migliore di noi?) ma purtroppo non sempre il marketing accontenta tutti. Abbiamo ricevuto molteplici complimenti su twitter, sia (in minima parte) alcune lamentele, sempre ben accette, indice che sostanzialmente la gente ha gradito.

 

Ci dispiace anche il fatto di aver visto menzionare solo due operatori, tra cui noi, quando io stesso ho contato non meno di 20-25 aziende che han seguito la nostra linea, alcune delle quali han contattato direttamente le varie persone che scrivevano su twitter, altre invece hanno semplicemente pubblicato frasi denigratorie e/o dirette alla azienda in questione pubblicando poi link di affiliazione, nemmeno 'suggerimenti', il che rende ancora più deplorevole il comportamento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×