Jump to content
Sign in to follow this  
andrimail

Data-Base-Direct-Marketing-Banche Dati

Recommended Posts

La rete è sempre in movimento , i siti, nascono, muoiono, si rinnovano, cambiamo dominio, c'è chi vuole farsi trovare e chi no, tutto questo rappresenta la vera sfida per un professionista del web, niente è regalato, solo un duro lavoro quotidiano porta a risultati come quelli del meglio del meglio.

Fino ad oggi Nessun software è in grado ancora di sostituire completamente la mente umana,quindi i risultati di un lavoro manuale rimangono sicuramente più preziosi ed accurati di qualunque altra scorciatoia tentata per fare il lavoro in modo automatico. Questa è la forza e la qualità dei nostri Data-Base, tutti accuratamente selezionati ed editati a mano, la migliore garanzia per un Direct Marketing di qualità,accurato e professionale; inserite i nostri data-base nelle vostre mailing lists, e senza spam raggiungerete al cuore il vostro obbiettivo. Qui di seguito proponiamo la nostra lista dei migliori ristoranti italiani divisi per regioni, ed aggiornati a luglio 2011; ma siamo in grado di soddisfare qualsiasi richiesta su qualsiasi settore merceologico su ordinazione, per ogni informazione non esitate a contattarci.:

Il meglio del meglio

database13.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovviamente hai la conferma di iscrizione da parte di tutti gli indirizzi presenti nella lista, vero?

Sai che è assolutamente illegale quello che stai vendendo e sei passibile di denuncia?

Share this post


Link to post
Share on other sites

,.dunque ho inviato a tutti una mail con la possibilità di disiscrizione,.alcuni hanno confermato e si sono cancellati dalla lista che cosa c'e' di illegale,.??,..spiegami,..che cerco di capire anche io,..

Share this post


Link to post
Share on other sites
,.dunque ho inviato a tutti una mail con la possibilità di disiscrizione,.alcuni hanno confermato e si sono cancellati dalla lista che cosa c'e' di illegale,.??,..spiegami,..che cerco di capire anche io,..

 

e' illegale già il fatto che hai inviato la richiesta di conferma.

Per un motivo molto semplice: se tu ti trovi costretto a chiedere conferma ad un indirizzo, automaticamente ammetti di non aver avuto una conferma in precedenza (altrimenti non la dovresti richiedere). Già questo è illegale.

 

Direttamente dal sito del garante:

Non si possono inviare e-mail per pubblicizzare un prodotto o un servizio senza prima aver ottenuto il consenso del destinatario, anche quando si tratta solo del primo invio. Lo ha ribadito il Garante con una decisione su un ricorso presentato da un persona che aveva ricevuto posta elettronica indesiderata da parte di una società di prodotti informatici che opera in Internet.

 

L'interessato, infastidito dalla e-mail sgradita, si era rivolto alla società per chiedere, tra l'altro, la cancellazione dei propri dati dall'archivio della società e di adottare misure affinché non si ripetessero in futuro altri invii. Non avendo ricevuto adeguato riscontro, ha presentato ricorso al Garante. E il Garante gli ha dato ragione, imponendo alla società di cancellare dal data base i suoi dati personali. La società si era giustificata spiegando che quel primo invio era volto solo a richiedere il consenso per il successivo inoltro di comunicazioni commerciali. Nella sua decisione l'Autorità ha spiegato che occorre ottenere sempre il consenso del destinatario prima di effettuare qualunque uso dell'indirizzo di posta elettronica se l'invio è a fini di pubblicità e marketing.

 

Ribadendo un principio fondamentale per l'uso degli indirizzi e-mail, l'Autorità ha poi sottolineato che un indirizzo di posta elettronica per il solo fatto di essere sia reperibile in rete non autorizza comunque un suo uso indiscriminato.

 

"Occorre dire un fermo no - ha commentato Giuseppe Fortunato, relatore del provvedimento - alla prassi di mandare una mail pubblicitaria senza consenso e poi scusarsi affermando che comunque quella era l'unica comunicazione inviata. Così come bisogna smetterla con la prassi di reperire un indirizzo di posta elettronica su Internet e poi utilizzarlo per mail pubblicitarie non richieste. Il Garante non può tollerare tali comportamenti intrusivi".

Share this post


Link to post
Share on other sites

,..ok,..bene, grazie dell'informazione,.,..pensavo che essendo e-mail pubbliche gia' per questo volevano farsi trovare,.se uno non vuole farsi trovare non mette la propria mail on line,..comunque,...visto che non basta neanche la disiscrizione cambio la pagina e non vendo piu' niente,..grazie dell'informazione,..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×