Jump to content
Sign in to follow this  
mastro.c

Server dedicato per "enorme" sito Wordpress

Recommended Posts

Prima avete detto che WordPress non va bene per siti grandi.

E vi ho dato i link di siti grandi in WP.

no, ti e' stato detto che non scala bene, che e' decisamente diverso.

 

Poi avete detto che non sono veri WordPress perchè usano cluster / load balancing / Varnish / CDN.

E vi ho detto e dimostrato che non è vero.

dimostrato con cosa? vediamo che infrastruttura usa techcrunch o html.it e ne parliamo.

 

Ora estraete delle mie frasi da un contesto (apt-get update lo so fare anche io etc) che erano in risposta ad una serie di argomenti, e nel contesto aveva senso.

quello che si e' capito da quel contesto e' che pensi che il sistemista medio faccia apt-get dist-upgrade e ti posso assicurare che sei fuori strada, e anche decisamente direi.

se intendevi altro, ti sei espresso male.

 

Ora sostenete che ai managed non si dà accesso di root arrampicandovi sugli specchi, quando tutti i managed USA danno accesso root e non è che tutti i giorni i clienti si piallano le macchine.

ognuno fa dei propri server quello che vuole, ma io dico che il managed e' gestione piena a carico del provider.

vuoi vedere i log o leggere i file di configurazione? esiste sudo e si usa quello solo per determinate cose, come grep o tail e se ne fai esplicita richiesta.

 

vuoi accesso root? prendi unmanaged e ti configuri tutto da solo. non e' che vuoi l'accesso root, provi a far le cose e non riuscendoci chiami il provider che deve intervenire e magari anche in tempo zero perche' vai di fretta :)

vuoi l'accesso root e non sai configurarti le cose? bene, paghi l'intervento sistemistico sul server unmanaged.

un managed con accesso root al cliente e' un controsenso, considerato che tutto il lavoro puo' andare in fumo con pochi comandi sbagliati. e tutto cio' ha un costo per il provider.

costo che non andrebbe fatto sostenere al cliente pasticcione, vero? :)

 

Non vuoi darmi l'accesso di root? allora mi rispondi entro 10 minuti alle 3 di notte, come fanno TUTTI gli americani (che tra l'altro danno anche l'accesso di root). E se non mi dai modo di controllare che cosa sta succedendo sul mio server, la colpa è tua di default.

i contratti seri d'assistenza hanno delle tempistiche che devono essere rispettate.

un'azienda con cui ho lavorato (come partner) forniva anche assistenza telefonica ai clienti che sottoscrivevano un contratto particolare: avevano altissima priorita', presa in carico del problema entro 30 minuti dalla comunicazione e prima risposta entro 2 ore. su richiesta specifica e - chiaramente - con un costo orario, facevano analisi del software.

tutto dipende sempre dal provider che scegli, italiano o meno che sia e soprattutto da quanto paghi.

poi se alcuni provider sottopagano tecnici indiani per far l'assistenza di primo livello, questo e' un altro paio di maniche...

 

Se sai lavorare bene fai contratti mensili e dai l'accesso di root. Se non sai lavorare fai contratti blindati di un anno o più e non dai l'accesso di root, così puoi dire qualunque fregnaccia al cliente perchè tanto non è verificabile, e fai perdere 3 giorni per un debug che richiederebbe 4 ore.

non funziona cosi': se sai lavorare bene il cliente non ha bisogno dell'accesso root e il provider e' in grado di fornire i dati per la risoluzione del problema.

il provider fa l'analisi del problema, non quella del software che, come gia' e' stato espresso, si risolve in locale dove il cliente dovrebbe avere la stessa infrastruttura almeno dal punto di vista della configurazione dei demoni.

 

Che dire? è proprio questa la mentalità di molti provider italiani da cui io e molti altri fuggiamo: diffidenza, contratti capestro, burocrazia e raccomandate di disdetta, incompetenza, arroganza, mancanza di capacità imprenditoriale, aggressività verso i clienti.

 

Che altro posso aggiungere, vi sta già punendo il mercato.. :-)

io penso, invece, che tu non abbia trovato cio' che vuoi al costo che ritieni giusto e quindi i provider italiani non sono buoni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

quello che si e' capito da quel contesto e' che pensi che il sistemista medio faccia apt-get dist-upgrade e ti posso assicurare che sei fuori strada, e anche decisamente direi.

se intendevi altro, ti sei espresso male.

Menti sapendo di mentire.

Leggiti il thread e il contesto in cui l'ho detto.

 

ognuno fa dei propri server quello che vuole, ma io dico che il managed e' gestione piena a carico del provider.

vuoi vedere i log o leggere i file di configurazione? esiste sudo e si usa quello solo per determinate cose, come grep o tail e se ne fai esplicita richiesta.

 

vuoi accesso root? prendi unmanaged e ti configuri tutto da solo. non e' che vuoi l'accesso root, provi a far le cose e non riuscendoci chiami il provider che deve intervenire e magari anche in tempo zero perche' vai di fretta :)

vuoi l'accesso root e non sai configurarti le cose? bene, paghi l'intervento sistemistico sul server unmanaged.

un managed con accesso root al cliente e' un controsenso, considerato che tutto il lavoro puo' andare in fumo con pochi comandi sbagliati. e tutto cio' ha un costo per il provider.

costo che non andrebbe fatto sostenere al cliente pasticcione, vero? :) .

no, perchè un provider che sa lavorare ha la fila per i clienti, li può scegliere e il cliente pasticcione lo manda a stendere (e ve lo beccate voi e vi sta bene).

 

i contratti seri d'assistenza hanno delle tempistiche che devono essere rispettate.

un'azienda con cui ho lavorato (come partner) forniva anche assistenza telefonica ai clienti che sottoscrivevano un contratto particolare: avevano altissima priorita', presa in carico del problema entro 30 minuti dalla comunicazione e prima risposta entro 2 ore. su richiesta specifica e - chiaramente - con un costo orario, facevano analisi del software.

tutto dipende sempre dal provider che scegli, italiano o meno che sia e soprattutto da quanto paghi.

poi se alcuni provider sottopagano tecnici indiani per far l'assistenza di primo livello, questo e' un altro paio di maniche...

.

Ma vi danno un premio per la centesima illazione non supportata da NIENTE che fate? e basta, dai... nessuno dei provider che ho citato usa indiani sottopagati.

 

...

io penso, invece, che tu non abbia trovato cio' che vuoi al costo che ritieni giusto e quindi i provider italiani non sono buoni.

 

Ci sei quasi a cento: Negli USA pago di più che in Italia.

La qualità si paga. chi si fa pagare poco, vale poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Menti sapendo di mentire.

Leggiti il thread e il contesto in cui l'ho detto.

non e' cosi', ma contento tu.

conosci cio' che io penso, interessante.

 

no, perchè un provider che sa lavorare ha la fila per i clienti, li può scegliere e il cliente pasticcione lo manda a stendere (e ve lo beccate voi e vi sta bene).

ma l'hai mai fatto il provider? secondo me no. dici cose veramente a caso che non hanno ne' capo ne' coda.

 

Ma vi danno un premio per la centesima illazione non supportata da NIENTE che fate? e basta, dai... nessuno dei provider che ho citato usa indiani sottopagati.

io il dubbio me lo pongo. o sono aziende enormi con migliaia di dipendenti, oppure hanno decentralizzato parti dell'azienda in nazioni dove i costi sono inferiori. lo fa la FIAT con le fabbriche in polonia o turchia, vuoi vedere che non lo puo' fare un provider?

 

Ci sei quasi a cento: Negli USA pago di più che in Italia.

La qualità si paga. chi si fa pagare poco, vale poco.

su questo hai ragione, la qualita' si paga.

secondo questo tuo ragionamento, che io condivido appieno, pagavi per una qualita' inferiore di quella che hai ora. quindi di cosa ti stai lamentando? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
non e' cosi', ma contento tu.

conosci cio' che io penso, interessante.

No, ma so leggere quello che ho scritto.

 

ma l'hai mai fatto il provider? secondo me no. dici cose veramente a caso che non hanno ne' capo ne' coda.

Lo vedi che non leggi, se pensi addirittura che io sia un provider?

 

io il dubbio me lo pongo. o sono aziende enormi con migliaia di dipendenti, oppure hanno decentralizzato parti dell'azienda in nazioni dove i costi sono inferiori. lo fa la FIAT con le fabbriche in polonia o turchia, vuoi vedere che non lo puo' fare un provider?

Oppure sanno lavorare e organizzare il lavoro. questo è un altro mito degli italiani: siccome molte aziende italiane non sanno lavorare e organizzarsi, e vanno avanti solo per glorie del passato o finanziamenti, allora se altre aziende sanno lavorare avranno qualche incredibile segreto o magia. NO! semplicemente sanno lavorare, a partire dal trattare bene i clienti.

 

 

su questo hai ragione, la qualita' si paga.

secondo questo tuo ragionamento, che io condivido appieno, pagavi per una qualita' inferiore di quella che hai ora. quindi di cosa ti stai lamentando? :)

Dove hai letto che mi lamento?

Un forum serve a discutere su argomenti e condividere informazioni.

Io non mi sto lamentando, perchè lamentarsi significherebbe contestare qualcosa senza però la forza o il desiderio di liberarsene. Siccome me ne sono liberato, non ho da lamentarmi. Ho fatto due prove, ho sbagliato, ho pagato il conto in soldi e ore perse, e sto semplicemente mettendo a disposizione dei lettori le mie esperienze, sperando che non ripetano i miei errori.

 

E continuo a ribadirlo:

il provider fa solo contratti annuali sui managed? -> cambia provider

Il provider non ti dà l'accesso root (o almeno una shell)? ->cambia provider

al primo problema ti dice di cambiare CMS? -> cambia provider

il tuo applicativo è giù e la risposta è: "il sistema è a posto"? -> cambia provider

non ti dà un sistema di monitoring decente? -> cambia provider

etc.

 

Come vedi non mi lamento, dò consigli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo vedi che non leggi, se pensi addirittura che io sia un provider?

non ho detto che sei un provider, ma che non avendolo mai fatto parli senza cognizione di causa.

 

Oppure sanno lavorare e organizzare il lavoro. questo è un altro mito degli italiani: siccome molte aziende italiane non sanno lavorare e organizzarsi, e vanno avanti solo per glorie del passato o finanziamenti, allora se altre aziende sanno lavorare avranno qualche incredibile segreto o magia. NO! semplicemente sanno lavorare, a partire dal trattare bene i clienti.

no, se ti devo rispondere alle 3 di notte in 10 minuti devo avere gente che lavora tutti i giorni su turni e questa gente ha un costo notevole. e no, non basta la reperibilita', perche' se hai una clientela internazionale devi lavorare h24.

tutto cio' richiede tanti soldi, perche' non sono sufficienti due persone a gestire decine e decine di server e fare la gestione clienti etc etc.

organizzare il lavoro significa non disperdere energie ed ottenere quanto piu' possibile da una risorsa.

ma poi nessuno ha detto che e' giusto trattare male i clienti! poi sono io che faccio le illazioni :)

 

Dove hai letto che mi lamento?

sei tu che hai detto che hai provato provider italiani e che sei subito "riscappato" in USA, non certo io. quindi ti sei lamentato dei provider italiani :)

 

E continuo a ribadirlo:

il provider fa solo contratti annuali sui managed? -> cambia provider

Il provider non ti dà l'accesso root (o almeno una shell)? ->cambia provider

al primo problema ti dice di cambiare CMS? -> cambia provider

il tuo applicativo è giù e la risposta è: "il sistema è a posto"? -> cambia provider

non ti dà un sistema di monitoring decente? -> cambia provider

etc.

 

Come vedi non mi lamento, dò consigli.

tu puoi ribadire tranquillamente le tue esperienze, cosi' come altri possono esprimere le proprie opinioni in merito e poi ognuno si fara' la propria idea.

 

per quello che mi riguarda la chiudo qua, non c'e' piu' nulla di cui discutere.

buona continuazione

Share this post


Link to post
Share on other sites
ndr gli americani rispondono in 10 minuti alle 3 di notte perchè lì è giorno!

 

Che devo dire, che era già preventivata questa obiezione. Ed è in totale malafede, e lo sai.

Rispondono 24 ore su 24 entro 10 minuti, qualunque giorno dell'anno, natale 4 luglio e capodanno compresi. E ne fanno un vanto e hanno ragione.

 

Anche per me finisce qua, chiunque leggendo potrà farsi le sue idee. Speravo che in un forum frequentato al 90% da provider o da gente che lavora presso provider il parere di un cliente esperto e maturo potesse essere utile, invece niente.

Ammetto che ero partito prevenuto ed ero certo che le mie considerazioni non avrebbero smosso di un millimetro le vostra convinzioni, ma avete superato i miei pregiudizi.

 

Sono sicuro che con questo atteggiamento e con questa apertura mentale farete grandi business, buon anno :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×