Jump to content
Sign in to follow this  
mastro.c

Server dedicato per "enorme" sito Wordpress

Recommended Posts

Con queste solide argomentazioni tecniche mi hai quasi convinto.

 

 

Eh si bisogna essere furbi per spendere tempo e quindi soldi per risolvere un problema che si può risolvere con 5 euro al mese (oppure il proprio lavoro vale meno di 5 euro al mese).

 

 

Perchè responsabilità? se un provider dice che WordPress è una m**da, che non funziona, che non va bene, e quindi in pratica che non lo supporta, non c'è mica colpa o responsabilità. E' una scelta. Basta solo essere onesti e dirlo prima.

Magari apriamo un thread: "provider che non supportano WordPress" così chi è alla ricerca lo sa, visto che molti di quelli che non lo supportano non hanno l'onestà di dirlo.

FlameNetworks ha sempre detto apertamente che detesta WordPress e non lo ritiene adatto, e suggerisce sempre di cambiare CMS, ed è ovvio che uno che deve hostare siti WordPress non andrà da FlameNetworks se riesce a leggere qualcuno di questi threads: certo sarebbe meglio dirlo sul proprio sito.

Altri provider invece non lo ammettono mai apertamente, allora in quel caso c'è responsabilità.

 

Quindi un consiglio che mi sento di dare a quanti stanno cercando un server managed o un sysadmin che gestisca il proprio server è questo: chiedete PRIMA di sottoscrivere un contratto se supportano e conoscono il CMS che state usando.

 

ma cosa dovrebbe ammettere un provider? che fa girare solo applicativi che ritiene validi? che non accetta un software di blog su cui degli incompetenti pretendono di usare per creare un clone di picasa o di facebook?

Davvero sta chiusura mentale da parte tua è assurda sembra una gara a chi ce l'ha più lungo ... wordpress è figo e chi non lo vuole far girare è merda! la vogliamo concludere così per alzare il livello della discussione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma cosa dovrebbe ammettere un provider? che fa girare solo applicativi che ritiene validi?

Certo, un provider che fa hosting managed deve dirlo. A nessun cliente frega niente che il server sia managed se il suo applicativo non gira.

Io non porto la mia FIAT da un meccanico che dice della FIAT quello che certi providers dicono qui di WP (era un esempio, non ho una FIAT:-) ).

Se un provider, come ce ne sono diversi qui, ad ogni thread e richiesta dice che un applicativo fa schifo, deve dire che non lo hosta.

 

che non accetta un software di blog su cui degli incompetenti pretendono di usare per creare un clone di picasa o di facebook?

Cosa pretendono è un conto, che cosa fanno è un altro. In Italia c'è qualche migliaio di siti con più di 1 milione di pageviews / mese, siti WP con più di 1 milione di PW / mese ce ne sono poche centinaia. che hanno bisogno di più di 1 server, poche decine. Quindi la maggior parte delle lamentele dei providers che si leggono qui sono infondate.

Se uno ritiene che un suo potenziale cliente sia un incompetente che usa software sbagliati, non deve accettare il cliente e deve essere onesto con lui. E' una pretesa strana?

 

Davvero sta chiusura mentale da parte tua è assurda sembra una gara a chi ce l'ha più lungo ... wordpress è figo e chi non lo vuole far girare è merda! la vogliamo concludere così per alzare il livello della discussione?

Io non ho nessuna chiusura mentale e non sono io che alzo il livello della discussione. Trovami un solo post scritto da me in cui parlo male di altri CMS. Sono uno sviluppatore: so usare, ho usato e apprezzo vari cms e frameworks. Alcuni mi piacciono, e ci lavoro, altri non mi piacciono, o non li conosco abbastanza, e non ci lavoro.

Quindi non ho fatto alcuna considerazione di merito sui provider. Ho solo detto, e continuo a dire, che se un CMS non ti piace, o non lo conosci, o non lo supporti, o tutti e tre insieme, devi dirlo, in modo che un potenziale cliente possa decidere.

 

Quindi la risposta a thread come questo non è "cambia CMS", ma fatti aiutare da un sysadmin che ci capisca, o fatti trovare e correggere i bugs da un programmatore. E se sei hostato da un provider che ti dice che WP fa schifo, cambia provider: perchè siti WP grandi ci sono, e funzionano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perchè responsabilità? se un provider dice che WordPress è una m**da, che non funziona, che non va bene, e quindi in pratica che non lo supporta, non c'è mica colpa o responsabilità. E' una scelta. Basta solo essere onesti e dirlo prima.

Magari apriamo un thread: "provider che non supportano WordPress" così chi è alla ricerca lo sa, visto che molti di quelli che non lo supportano non hanno l'onestà di dirlo.

FlameNetworks ha sempre detto apertamente che detesta WordPress e non lo ritiene adatto, e suggerisce sempre di cambiare CMS, ed è ovvio che uno che deve hostare siti WordPress non andrà da FlameNetworks se riesce a leggere qualcuno di questi threads: certo sarebbe meglio dirlo sul proprio sito.

Altri provider invece non lo ammettono mai apertamente, allora in quel caso c'è responsabilità.

 

Ho sempre ritenuto, non l'ho mai negato, che WordPress sia un pessimo CMS.

Così come ho sempre detto apertamente che Joomla è altrettanto pessimo, non ho alcun problema a nascondermi dietro ad un dito.

Però al tempo stesso ho sempre affermato che ci sono strumenti commerciali ben diversi e costosi, che garantiscono un supporto specialistico adeguato.

 

Ma questo è un mio parere personale, che non ha nulla a che fare con le politiche di FlameNetworks.

 

Come Provider il nostro supporto ad un CMS si "limita" ad essere compliant con i requisiti imposti dall'applicazione stessa.

Se poi il cliente ha bisogno di un supporto specialistico applicativo perchè non ne ha le competenze, il tempo, o per qualsiasi altro motivo, questo è un altro discorso da valutare a progetto, che esula dal discorso del managed e lo sai benissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Certo, un provider che fa hosting managed deve dirlo. A nessun cliente frega niente che il server sia managed se il suo applicativo non gira.

Io non porto la mia FIAT da un meccanico che dice della FIAT quello che certi providers dicono qui di WP (era un esempio, non ho una FIAT:-) ).

Se un provider, come ce ne sono diversi qui, ad ogni thread e richiesta dice che un applicativo fa schifo, deve dire che non lo hosta.

 

Stai facendo un minestrone, shared hosting è un conto, server managed un altro.

 

Sullo shared solitamente si tende a bloccare a prescindere gli script colabrodo, mentre si bloccano selettivamente gli eventuali account che assorbono troppe risorse rispetto a quelle prestabilite.

 

In merito al managed, se il provider ti dice candidamente che lo script fa schifo, si da la zappa sui piedi da solo, perché a lui converrebbe più dirti: "purtroppo il tuo carico di utenza richiede una soluzione in load balancing, quindi ordina un altro dedicato".

 

Purtroppo il più delle volte è meglio far fesso e contento il cliente, come fanno in molti, che metterselo contro cercando di fargli capire che forse non ha compiuto una scelta oculata o, per meglio dire, lungimirante.

 

PS: proprio negli ultimi giorni ho dovuto, ahimé, avere a che fare con WP ed uno dei suoi plugin, ed è assurdo che per quanto si cerchi di scrivere bene 4righe di codice ad oggetti, si debba sempre sporcare tutto con almeno un file-minestrone in cui mappare attraverso procedure i metodi creati (ovviamente questo è solo una delle piccolissime porcate che bisogna fare).

E' oggettivo che WP sia scritto da cani, non è una questione soggettiva (forse sarebbe andato bene negli anni 80, quando tutta una serie di buone regole dell'ingegneria del sw non erano ancora state messe nero su bianco).

Edited by Antonio

Share this post


Link to post
Share on other sites

...

In merito al managed, se il provider ti dice candidamente che lo script fa schifo, si da la zappa sui piedi da solo, perché a lui converrebbe più dirti: "purtroppo il tuo carico di utenza richiede una soluzione in load balancing, quindi ordina un altro dedicato".

quante volte ti sei imbattuto in soluzioni WordPress che richiedessero Load balancing? Io pochissime. Eppure attualmente gestisco un network di una decina siti wordpress ad alta interazione (0.5Tb di traffico, 2milioni di pageviews / mese e oltre 25mila commenti approvati al mese) più un po' di altra roba e il sito principale (che fa l'80% del traffico) è tra i primi 1000 siti italiani per traffico e tra i primi 100 siti WP italiani, e gira tutto tranquillamente su un quad core configurato ad hoc per WP con un load che non supera mai 2 (su 4 core).

 

Gestisco altri 2 network simili su server simili.

Con cache e sistema settati a dovere da appassionati, conosco siti WP da oltre 1 milione di pv che girano su linode da 1 o 2 Gb di RAM.

 

Questo per dirti che non è che parlo per sentito dire.

 

Quindi proporre soluzioni cluster su siti con meno di 3/4 milioni di pageviews / mese significa secondo me che non si conosce a sufficienza lo strumento WordPress e non si sa configurare un sistema ad hoc.

 

 

Purtroppo il più delle volte è meglio far fesso e contento il cliente, come fanno in molti, che metterselo contro cercando di fargli capire che forse non ha compiuto una scelta oculata o, per meglio dire, lungimirante.

 

Certo, ma lo fai fesso (e non contento) solo per la durata del contratto, perchè poi quando sposta il sito da un altro che invece non ha pregiudizi verso WP e gli configura tutto per bene, si accorge che magicamente funziona tutto!

 

PS: proprio negli ultimi giorni ho dovuto, ahimé, avere a che fare con WP ed uno dei suoi plugin, ed è assurdo che per quanto si cerchi di scrivere bene 4righe di codice ad oggetti, si debba sempre sporcare tutto con almeno un file-minestrone in cui mappare attraverso procedure i metodi creati (ovviamente questo è solo una delle piccolissime porcate che bisogna fare).

WP è nato con l'obiettivo di soddisfare le più disparate richieste di milioni di persone. Nell'ingegneria del software la configurabilità è sempre in antitesi con l'ottimizzazione.

Il "file-minestrone in cui mappare attraverso procedure i metodi creati" è una specifica progettuale di WP, che è basato su una gestione a hooks e filtri. Per una serie di motivi che è troppo lungo spiegare qui.

 

E' oggettivo che WP sia scritto da cani, non è una questione soggettiva (forse sarebbe andato bene negli anni 80, quando tutta una serie di buone regole dell'ingegneria del sw non erano ancora state messe nero su bianco).

 

 

La cosa oggettiva è che WP sia installato su 1 sito su 5 della rete e che piace agli utenti.

La cosa oggettiva è che ci sono siti WP da 100 milioni di pageviews e oltre.

E' vero che più aumentano le visite più aumenta la spesa (ma questo vale con qualunque CMS).

E' vero che esistono plugin scritti male.

E' falso che non si possa scalare.

E' falso che richieda soluzioni cluster, load balancing o soluzioni esotiche per traffico inferiore al terabyte / mese e meno di 2-4 milioni di pageviews / mese.

 

Che sia scritto da cani è soggettivo (considerando che deve soddisfare le più disparate esigenze, essere espandibile, configurabile, etc).

 

Non vi piace WordPress? va benissimo! Il mondo è bello perchè è vario! Ma non date consigli sbagliati o informazioni false.

Share this post


Link to post
Share on other sites
quante volte ti sei imbattuto in soluzioni WordPress che richiedessero Load balancing? Io pochissime. Eppure attualmente gestisco un network di una decina siti wordpress ad alta interazione (0.5Tb di traffico, 2milioni di pageviews / mese e oltre 25mila commenti approvati al mese) più un po' di altra roba e il sito principale (che fa l'80% del traffico) è tra i primi 1000 siti italiani per traffico e tra i primi 100 siti WP italiani, e gira tutto tranquillamente su un quad core configurato ad hoc per WP con un load che non supera mai 2 (su 4 core).

 

Io per i progetti che ho curato non si è mai andati oltre da un dedicato dual core carrozzato, perché i preventivi fatti ai clienti con le proiezioni relative agli esborsi futuri han sempre reso più economicamente sostenibile l'utilizzo di altre soluzioni o la creazione di un software dedicato. Fin'ora tutti quelli con cui ho avuto a che fare non mi han mai rinfacciato nulla, quindi direi che non ho toppato :)

 

Gestisco altri 2 network simili su server simili.

Con cache e sistema settati a dovere da appassionati, conosco siti WP da oltre 1 milione di pv che girano su linode da 1 o 2 Gb di RAM.

 

Questo per dirti che non è che parlo per sentito dire.

 

Quindi proporre soluzioni cluster su siti con meno di 3/4 milioni di pageviews / mese significa secondo me che non si conosce a sufficienza lo strumento WordPress e non si sa configurare un sistema ad hoc.

 

Conoscerai anche siti con WP da 1mln di visite ma, se non hai idea di come viene gestita la baracca, quali plugin sono usati, se di wp è rimasto solo il nome nel footer ,non puoi trarre conclusioni.

Le uniche cose che vedo fare è mettere su accrocchi con memcache + Varnish (e qualche volta neanche configurato per bene). Ma questi sono accrocchi, per me è inconcepibile che un software non abbia un layer di caching decente o un sistema di commenti che è stato programmato come si fa vedere in howto "Sviluppa il tuo bloghettino da 0 in 2h e 10 passi".

 

 

Certo, ma lo fai fesso (e non contento) solo per la durata del contratto, perchè poi quando sposta il sito da un altro che invece non ha pregiudizi verso WP e gli configura tutto per bene, si accorge che magicamente funziona tutto!

 

Fatto sta che fino ad ora non mi sembra che tu abbia trovato il santo graal degli hoster, che ti da un managed come dici tu ed ai prezzi che dici tu...

 

Prendi uno specialist, pagalo quanto merita, fatti fare una analisi di tutto l'ambaradan e poi forse vedi qualche risultato, ma non puoi pretendere molto da un managed col quale paghi a mala pena i 2 caffé giornalieri ad un sistemista.

 

WP è nato con l'obiettivo di soddisfare le più disparate richieste di milioni di persone. Nell'ingegneria del software la configurabilità è sempre in antitesi con l'ottimizzazione.

Il "file-minestrone in cui mappare attraverso procedure i metodi creati" è una specifica progettuale di WP, che è basato su una gestione a hooks e filtri. Per una serie di motivi che è troppo lungo spiegare qui.

E questa te la sei inventata di sana pianta, forse perchè non sai come si lavora in ambiti professionali. Ci sono decine di DP per implementare decentemente un sistema ad hook, e non nel modo barbaro che viene usato da wp. Ma è come parlare di come costruire una berlina con una casa automobilistica che da anni tira fuori utilitarie economiche che si cappottano se superano i 50Km/h (e che quindi ti costringono a cambiare le sospensioni, l'impianto frenante, le gomme & Co per cercare di arrivare ai 100Km/h).

 

Per fortuna di chi fa il sistemista e/o il consulente e di chi produce hardware, esistono ancora caproni che scrivono software del genere, senza un minimo di raziocinio.

E questo mi dispiace immensamente, perché PHP, se utilizzato bene (evitando alcune idiozie che si son inventati e che, in parte, stanno deprecando), ha poco da invidiare anche a java (soprattutto se viene usato da neofiti).

 

 

La cosa oggettiva è che WP sia installato su 1 sito su 5 della rete e che piace agli utenti.

La cosa oggettiva è che ci sono siti WP da 100 milioni di pageviews e oltre.

E' vero che più aumentano le visite più aumenta la spesa (ma questo vale con qualunque CMS).

E' vero che esistono plugin scritti male.

E' falso che non si possa scalare.

E' falso che richieda soluzioni cluster, load balancing o soluzioni esotiche per traffico inferiore al terabyte / mese e meno di 2-4 milioni di pageviews / mese.

 

Che sia scritto da cani è soggettivo (considerando che deve soddisfare le più disparate esigenze, essere espandibile, configurabile, etc).

 

Non vi piace WordPress? va benissimo! Il mondo è bello perchè è vario! Ma non date consigli sbagliati o informazioni false.

 

Per me un software che non scala linearmente con l'aumentare dei nodi non è un software scalabile, l'unica scalata la fanno i costi di mantenimento di tutti gli accrocchi.

Devi ringraziare il cielo che esistono software come varnish, senza il quale i tuoi cari wp da milioni di visite non reggerebbero il carico; che poi mi chiedo se si può ancora dire che il sito è "powered by wp", quando le pagine sono servite in maniera statica da varnish e si usa, inevitabilmente, un plugin esterno (o, peggio, disqus) per gestire i commenti.

 

Quindi, da quel che ho scritto è inconfutabile che wp sia una ciofeca se lo si vuol far passare come il cms adatto a far girare il sito della nasa, come è una ciofeca una utilitaria, usata come berlina, che ha bisogno di modifiche per tenersi sulla strada se si superano certe velocità.

 

Mi spiace solo che tu non abbia mai avuto a che fare con software scritti in maniera quantomeno decente, perché forse apriresti gli occhi e ti renderesti conto delle assurdità di ciò che dici.

 

A mio modo di vedere wp ha successo proprio perché è scritto talmente da cani che anche chi non ha nozioni basilari di programmazione può pastrocchiarci, e questo fa aumentare esponenzialmente il numero di "plubug" disponibili; anzi, a dirla tutta, IMHO la wp è diventato popolare perché ha permesso anche ai designer puri di poter presentare soluzioni "complete", perché senza capirci molto di programmazione bene o male qualcosa la tirano fuori.

 

Per piacere, non fare pure tu come tavern*ti, che con la scusa del non buttarla in caciara mi chiese perché chiamavo phpbb phpbbug (era il periodo della v2.0), gli feci un elenco di cose e scappò a gambe levate. Qualche anno fa (anche se ero anche meno esperto) avevo più tempo libero, adesso non mi metterei a ripetere la stessa manfrina. :062802drink_prv:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Conoscerai anche siti con WP da 1mln di visite ma, se non hai idea di come viene gestita la baracca, quali plugin sono usati, se di wp è rimasto solo il nome nel footer ,non puoi trarre conclusioni.

Le uniche cose che vedo fare è mettere su accrocchi con memcache + Varnish (e qualche volta neanche configurato per bene). Ma questi sono accrocchi, per me è inconcepibile che un software non abbia un layer di caching decente o un sistema di commenti che è stato programmato come si fa vedere in howto "Sviluppa il tuo bloghettino da 0 in 2h e 10 passi".

quelli che ti ho citato li conosco bene, e sono wp standard senza cache abilitata (con 25k commenti al mese sono più i danni che i vantaggi ad usare plugin di cache).

Quello linode usa ovviamente cache pesante ma non certo memcache + varnish che come sai su un vps sono un po' problematici :-)

 

Fatto sta che fino ad ora non mi sembra che tu abbia trovato il santo graal degli hoster, che ti da un managed come dici tu ed ai prezzi che dici tu...

 

Prendi uno specialist, pagalo quanto merita, fatti fare una analisi di tutto l'ambaradan e poi forse vedi qualche risultato, ma non puoi pretendere molto da un managed col quale paghi a mala pena i 2 caffé giornalieri ad un sistemista.

 

Su questo concordo in parte: certamente il sacro graal degli hoster non esiste, altrimenti sarebbero tutti là. Ma tra un hoster che mi dice: "il tuo cms è una m**da e uno che mi dice: "ok, affrontiamo e risolviamo il problema", preferisco (e consiglio) sempre il secondo.

 

Di costi non mi sembra di aver mai parlato, in ogni caso ritengo che per cifre tra i 200 e i 300 euro / mese si trovino dei buoni managed adatti a siti wordpress nell'ordine di visite di cui ho parlato.

 

E questa te la sei inventata di sana pianta, forse perchè non sai come si lavora in ambiti professionali. Ci sono decine di DP per implementare decentemente un sistema ad hook, e non nel modo barbaro che viene usato da wp. Ma è come parlare di come costruire una berlina con una casa automobilistica che da anni tira fuori utilitarie economiche che si cappottano se superano i 50Km/h (e che quindi ti costringono a cambiare le sospensioni, l'impianto frenante, le gomme & Co per cercare di arrivare ai 100Km/h).

Di nuovo parli di cose che non conosci. Leggiti il codex di WordPress, inizia da qua: Plugin API « WordPress Codex

 

Per me un software che non scala linearmente con l'aumentare dei nodi non è un software scalabile, l'unica scalata la fanno i costi di mantenimento di tutti gli accrocchi.

Devi ringraziare il cielo che esistono software come varnish, senza il quale i tuoi cari wp da milioni di visite non reggerebbero il carico;

Mai usato varnish. Il carico lo reggono benissimo per ora. Se sarà il caso lo userò, perchè il mio obiettivo non è portare avanti delle battaglie, ma fare in modo che i miei progetti vadano avanti nel miglior modo possibile. Ma di nuovo non è questo il punto: stai tentando di parlare di qualcosa che non conosci. Tu non conosci WordPress, e si capisce, e ti capisco perchè uno nella vita non deve fare tutto. Ma non sparlare di cose che non conosci.

 

che poi mi chiedo se si può ancora dire che il sito è "powered by wp", quando le pagine sono servite in maniera statica da varnish e si usa, inevitabilmente, un plugin esterno (o, peggio, disqus) per gestire i commenti.

Mai usato Varnish. Commenti gestiti con WP. Saprai come si lavora in ambiti professionali, ma continui a fare ipotesi su cose che non conosci.

 

Quindi, da quel che ho scritto è inconfutabile che wp sia una ciofeca se lo si vuol far passare come il cms adatto a far girare il sito della nasa, come è una ciofeca una utilitaria, usata come berlina, che ha bisogno di modifiche per tenersi sulla strada se si superano certe velocità.

Quindi quel che hai scritto è basato su ipotesi sbagliate (Varnish che non ho mai usato, disqus che non mi sogno di usare), quindi molto confutabile.

 

Mi spiace solo che tu non abbia mai avuto a che fare con software scritti in maniera quantomeno decente, perché forse apriresti gli occhi e ti renderesti conto delle assurdità di ciò che dici.

Fin'ora le assurdità le hai dette tu.

 

A mio modo di vedere wp ha successo proprio perché è scritto talmente da cani che anche chi non ha nozioni basilari di programmazione può pastrocchiarci, e questo fa aumentare esponenzialmente il numero di "plubug" disponibili;

Vero! Però c'è una soluzione: plugin professional o custom.

 

anzi, a dirla tutta, IMHO la wp è diventato popolare perché ha permesso anche ai designer puri di poter presentare soluzioni "complete", perché senza capirci molto di programmazione bene o male qualcosa la tirano fuori.

Vero anche questo.

 

Per piacere, non fare pure tu come tavern*ti, che con la scusa del non buttarla in caciara mi chiese perché chiamavo phpbb phpbbug (era il periodo della v2.0), gli feci un elenco di cose e scappò a gambe levate. Qualche anno fa (anche se ero anche meno esperto) avevo più tempo libero, adesso non mi metterei a ripetere la stessa manfrina. :062802drink_prv:

tavern*ti è una persona che ammiro e sono sicuro che se è arrivato a quel livello è perchè sa anche ascoltare e valutare i consigli.

Su phpbb vs. VB ti dò ragione, su WordPress no.

Share this post


Link to post
Share on other sites

i fatto che una cosa sia la più usata non vuol mica dire che sia la migliore ... partiamo da questo concetto di base.

Non sarà varnish+memcache ... allora sarà una cdn fatta con cloudflare (o altro) ... alla fine arrivati a certi numeri (neanche molto grandi) o fai cache pesante o collassi qualsiesi cosa di costo ragionevole ... non lo dicono mica 1 o 2 persone ... è un parere riconosciuto a livello mondiale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
i fatto che una cosa sia la più usata non vuol mica dire che sia la migliore ... partiamo da questo concetto di base.

Non sarà varnish+memcache ... allora sarà una cdn fatta con cloudflare (o altro) ... alla fine arrivati a certi numeri (neanche molto grandi) o fai cache pesante o collassi qualsiesi cosa di costo ragionevole ... non lo dicono mica 1 o 2 persone ... è un parere riconosciuto a livello mondiale.

 

No.

O meglio dipende da che cosa intendi per numeri molto grandi.

Come ho già detto, sotto i 2 milioni di pv/mese e sotto 500Gb/mese di traffico (che sono la stragrande maggioranza), un sito WordPress ben configurato e gestito gira su un sistema ben configurato senza Varnish e senza CDN.

Poi è ovvio che se WP te lo mette su e ottimizza uno che non lo conosce e che lo odia a priori, e il sistema te lo gestisce uno che ritiene che WP sia il male, allora ti proporranno Varnish, giga di ram e cluster anche per siti con 100 mila visite / mese.

 

Comunque mentre molti qui continuano a dire che WP fa schifo e bla bla bla ci sono milioni di persone che lo stanno usando e ci stanno facendo business.

Mi incuriosisce però una cosa, che in tanti messaggi non ho mai letto: qual è una valida alternativa? Io uso WP perchè mi conviene, ma dato che a me delle guerre di religione non frega niente, e se uno domani mi da una soluzione migliore la adotto all'istante, riuscite a dirmi qualche valida alternativa? Magari aprendo un altro thread che questo lo abbiamo ammorbato abbastanza?

Perchè a parte criticare senza fondamento non ho MAI visto proporre un'alternativa (è ovvio che ce ne sono, ne conosco e ne ho usate, ma non che abbiano la stessa versatilità, basso costo di startup, disponibilità di addon e sviluppatori, etc)

Share this post


Link to post
Share on other sites
quelli che ti ho citato li conosco bene, e sono wp standard senza cache abilitata (con 25k commenti al mese sono più i danni che i vantaggi ad usare plugin di cache).

Quello linode usa ovviamente cache pesante ma non certo memcache + varnish che come sai su un vps sono un po' problematici :-)

 

Su questo concordo in parte: certamente il sacro graal degli hoster non esiste, altrimenti sarebbero tutti là. Ma tra un hoster che mi dice: "il tuo cms è una m**da e uno che mi dice: "ok, affrontiamo e risolviamo il problema", preferisco (e consiglio) sempre il secondo.

 

Di costi non mi sembra di aver mai parlato, in ogni caso ritengo che per cifre tra i 200 e i 300 euro / mese si trovino dei buoni managed adatti a siti wordpress nell'ordine di visite di cui ho parlato.

 

Fammi capire bene, non cerchi un provider con assistenza managed che sia disponibile ad installarti accrocchi a supporto di wp (varnish, memcached & Co), tu vuoi proprio un hoster che analizzi il codice di wp ed eventualmente ti modifichi lo script? Allora sei proprio fuori strada, a te non serve un contratto di assistenza managed.

 

Di nuovo parli di cose che non conosci. Leggiti il codex di WordPress, inizia da qua: Plugin API « WordPress Codex

 

Non c'è bisogno che mi linki nulla, prima di mettermi a lavoro col coding è normale che mi legga la documentazione, quindi parlo con cognizione di causa. Il problema, ripeto, è che tu non hai mai avuto a che fare con codice strutturato come si deve, gestione dei dati coerente, software 3tier & Co.

 

Mai usato varnish. Il carico lo reggono benissimo per ora. Se sarà il caso lo userò, perchè il mio obiettivo non è portare avanti delle battaglie, ma fare in modo che i miei progetti vadano avanti nel miglior modo possibile. Ma di nuovo non è questo il punto: stai tentando di parlare di qualcosa che non conosci. Tu non conosci WordPress, e si capisce, e ti capisco perchè uno nella vita non deve fare tutto. Ma non sparlare di cose che non conosci.

 

Ne conosco abbastanza da starne alla larga, e di brutto. Wp non è esteso come il kernel linux, un occhio allenato ci mette una giornata per studiarne il codice.

 

Mai usato Varnish. Commenti gestiti con WP. Saprai come si lavora in ambiti professionali, ma continui a fare ipotesi su cose che non conosci.

 

Sei il primo che afferma contemporaneamente di usare il sistema di commenti base e di fare certi numeri. Se usi wp senza accrocchi, non sarà quello il motivo per cui sei costretto a cambiare hoster? Te la sei mai fatta questa domanda? :)

 

Quindi quel che hai scritto è basato su ipotesi sbagliate (Varnish che non ho mai usato, disqus che non mi sogno di usare), quindi molto confutabile.

 

Fin'ora le assurdità le hai dette tu.

 

Si, hai ragione, sono tutti pirla, chiudiamo qui il discorso così siamo tutti felici e contenti :D

 

 

tavern*ti è una persona che ammiro e sono sicuro che se è arrivato a quel livello è perchè sa anche ascoltare e valutare i consigli.

 

Beato te che hai certezze... io non ne ho neanche in ambito religioso :D

E non voglio aggiungere altro :asd:

 

Su phpbb vs. VB ti dò ragione, su WordPress no.

 

Non so come sia il codice di vb4, ma anche quello di vb3 quando ho avuto modo di vederlo mi faceva piuttosto c@g@re...

 

 

Chiudo qui, ho detto la mia, padrone di fare quel che vuoi; buona ricerca del tuo partener perfetto ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×