Jump to content
Sign in to follow this  
Angix

Partita iva per hosting?

Recommended Posts

Il Punto fondamentale è: quali vantaggi trae il giovane dal costituire la Srl piuttosto che aprire la Partita Iva?

Certamente, come hai già menzionato in precedenza, non è il vantaggio di avere una maggiore facilità a finanziamenti da parte d'istituzioni di credito. Qualsiasi banca, infatti, sarà restia ad aprire una linea di credito a giovani che, peraltro, non risponderanno nemmeno personalmente della loro attività, ma attraverso una società con “1 euro” di capitale.

Il vantaggio c’è solamente quando si tratta di intraprendere un’impresa con un certo rischio. In tal caso infatti, la società (diversamente dalla singola Partita Iva) mette il giovane al riparo da un eventuale fiasco, in quanto nelle Srl, per le obbligazioni sociali, risponde solo la società con il suo patrimonio (dunque l’euro di capitale). Ma si torna al punto di partenza: è proprio in questi casi che il sistema bancario fa maggiore resistenza a concedere credito.

Questo è il vero problema, ma nel caso - almeno in quello iniziale - di Angix non dovrebbe essere una preoccuapzione. Poi, spero per lui, che diventi come Mark Zuckerberg (CEO e fondatore del popolarissimo social network) ed inizi davvero a pensare ai problemi citati in questo 3d. Per ora, lasciamolo lavorare e sperare di creare una nuova azienda di successo..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ovviamente lo so che non costa solo 1€, ma tra questa s.r.l e quella normale beh, cambiano molte le cose, comunque verrebbero a fare interno hai 4000€ al anno? dico bene?

 

Comunque Uno sinceramente non mi interessa molto la cosa dei 35 anni.. beh non penso che un hosting duri 23 anni, e come ha detto in precedente Antonio (netimax) in 20 anni avremmo guadagnato sicuramente i soldi per passare ad azienda normale.

 

Secondo me, vanno bene 4000euro all'anno. Pensa che per le spese accessorie come bolli, CCIAA ecc sono circa - esgerendo - 500 euro. Dipende anche da quanti lavoratori hai ecc.. ma essendo un progetto iniziale, la cifra da te indicata dovrebbe bastare. Pensa che hai già risparmiato 3000euro di spese del notaio e di non avere "fermo" 10.000euro in banca per il primo mese/15gg (dopo la costituzione della società puoi ritirare i soldi e spenderli come vuoi).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Angix perdonami se a te non interessa nulla di quello di cui stiamo parlando, lo comprendo e ti chiedo per per favore di lasciarci continuare il discorso perchè a noi e ad altri potrebbe interessare. Avrei "splittato/forkato" la discussione, ma ormai è troppo mescolata per poterlo fare senza moncarla.

 

-per il prestito (da una qualsiasi istituzione di credito), non ci sono possibilità perchè le società di nuova costituzione non sono finanziabili, a meno che non si sfrutta qualche finanziamento agevolato, imprenditoria giovanile o altro. Questo vale per tutte le società e non solo questa "ssrl";

 

Sicuramente senza garanzie e fideiussioni neanche con una srl "normale" si ottengono finanziamenti corposi, ma sono certo che un pelo di fiducia in più viene spontaneo darla a chi almeno qualche migliaio di euro lo investe. E' una questione di crederci, non so se hai presente certi discorsi che si fanno qui sul forum: qualcuno viene con "l'idea mega" che vorrebbe abbia un traffico di milioni di utenti nella prima settimana e pensa di poterla mettere su sull'hosting da 5 euro. Se ci credo non dico che mi compro un D.C. ma almeno per iniziare qualche centinaio di euro li investo

- "A me risulta che non solo l'amministratore ma tutti i soci devono avere meno di 35 anni e che il primo che li compie rischia di trovarsi in mezzo ad una strada". Assolutamente no! Per carità..LOL! Domanda al tuo commercialista e vedrai cosa ti risponderà. La Srl semplificata resta in vita finché i soci (tutti o l’unico socio) non compiono i 35 anni. Ti riferisci al punto seguente: i soci “anziani” vengano esclusi dalla società, con il rimborso della propria quota, favorendo l’entrata di nuova forza lavoro più giovane". Fidati, non è così come l'hai interpretato..forse non dovevo scrivere quel punto in tale modo;

 

mi riferisco all'articolo 2463 Bis dove recita:

 

"Quando il singolo socio perde il requisito d'età di cui al primo comma, se l'assemblea convocata senza indugio dagli amministratori non delibera la trasformazione della società, è escluso di diritto e si applica in quanto compatibile l'articolo 2473-bis. Se viene meno il requisito di età in capo a tutti i soci gli amministratori devono, senza indugio, convocare l'assemblea per deliberare la trasformazione della società, in mancanza si applica l'articolo 2484."

- "ma risparmiare i 12/13000 oggi per poi essere costretti a spenderli (sempre se si è l'unico socio o se se si fa società con altri che sono nati nello stesso giorno) al 35esimo anno non so quanto cambi nella sostanza, forse qualcosina nella forma."

Cambia moltissimo se sei giovane e non hai 10.000euro disponibile per aprire una srl. Questa legge, infatti, lo permette "all'inglese" di costituire una srl con solo 1euro, dando più opportunità ai giovani.

E' ovvio che poi vale il tuo discorso delle "porcate", ma ricorda che è illegale e non stiamo qui a "filosofare"..ad esempio, negli stati uniti chiunque può comprare una pistola liberamente per auto-difesa (oppure per caccia, ecc.), non significa che bisogna usarla per commettere solo reati e/o omicidi. Purtroppo, c'è chi lo usa in questo modo. Oppure, non dovrebbero più vendere alcolici perchè ci sono "i criminali" che si mettono alla guida in stato di ebbrezza e fanno peggio di un semplice fallimento di una SRL ("rovinando i clienti", ndr), uccidendo persone per strada!;

 

La mia non era voglia di filosofeggiare ma pragmatismo di uno che è nel mondo del lavoro da parecchio tempo.

A 20, 25, anche a 30 anni posso decidere di indebitarmi (magari se ho alle spalle qualcuno che mi da una mano e mi fa da garante, che so i genitori) e costituire una società con tutti i crismi per un progetto in cui credo.

Se invece parto in questo modo, mettiamo che i sogni rimangono in gran parte solo desideri e che la mia società a 34 anni mi consente di avere uno stipendio decente (che con i tempi di oggi non è poi da buttare) ma non così brillante. Mettiamo che nel frattempo mi sono trovato una ragazza (o un ragazzo) e ho messo su famiglia o voglio metterla, che magari ho un mutuo per una casa o vorrei farlo etc...

Beh anche 10/15000 euro mi peseranno parecchio di più....

 

Io non ho questi problemi, penso si sarà capito che i 35 anni li ho passati, ma non per questo dimentico i problemi delle varie età e se una mano la si vuole dare l'esperienza (se la si ha) dovrebbe spingere nel dare una mano reale per costruire qualcosa e non per far credere che sia possibile senza realmente dare.

La mia idea di aiuto è quella che se vado in Africa porto e regalo le canne da pesca e non dei libri di pesca

-"Mi auguro che sia necessaria la dicitura SSRL e non una semplice SRL in modo che io possa valutare molto attentamente, e senza visure, nelle mani di chi potrei mettermi." Basta che guardi il capitale sociale versato..come fanno le banche! E altre informazioni che sono disponibili nel registro pubblico.

 

Vedi che alla fine anche tu non mi dici: "ma no.. non cambia nulla, puoi fare tranquillamente affari con una ssrl messa su da un 18enne con 1 euro"

Sia chiaro non mi fido sulla parola neanche della srl classica messa su dal 50enne, anzi magari peggio... però mi verrà spontaneo chiedermi delle cose se un giovane artigiano mi si presenterà come ssrl invece che come ditta individuale, se andrò a chiedere un parere legale e mi vedrò scritto sulla targa di un grande studio associato ssrl.

Soprattutto in certi ambiti in cui quello che si paga di più è la competenza, la professionalità e l'unica garanzia è l'assunzione di responsabilità, se questa viene a mancare per cosa dovrei pagare?

 

In conclusione, la domanda che dobbiamo porci è, come hai detto, "Io mi sono chiesto che tipo di economia si sta spingendo con questi incentivi". Bhe..lo stato ha bisogno di soldi e di piccole imprese, che non solo aumentano le entrate dello stato per la loro costituzione (ogni anno bisogna pagare moltissimi soldi allo Stato tra tasse e roba varia!), ma creano nuovo lavoro, altro incasso d'IVA, ecc.. Servirebbe a questo. Lo Stato guadagna poco con le grande aziende, allora c'è necessità di un maggior numero di piccole aziende (anche per il bene dell'economia, e quindi per il bene del Paese e dei cittadini).

 

Il bene dei cittadini? Se avrò servizi più scadenti non lo definirei un bene. Muovere l'economia mi sta bene, certamente, ma non così. Agevola l'apertura delle ditte, elimina la burocrazia farraginosa, elimina molte regole, magari inutili, ma sistema e definisci quelle che lasci.

 

Hai mai avuto a che fare recentemente con una ASL per aprire un'attività?

E' tutto vago... tu prima dovresti trovare il locale, lo affitti, lo arredi (o peggio ci fai dei lavori in base a quello che ti serve per lavorare) e poi dopo vengono a fare il sopralluogo e ti dicono se il locale è idoneo. E se decidono per 10 cm di finestra non hai aria a sufficienza per quel tipo di attività? (esperienza personale, mi sono salvato per 5 cm)

Altro che i 10000 di una srl.....

Ma prima non ti danno uno straccio di stampato in cui sono descritti esattamente tutti i requisiti.

25 anni fa quando ancora battevano tutto a macchina una fotocopia me la diedero, 10 anni fa per quello che credevo un semplice trasloco ho rischiato di perdere un investimento strutturale di decine di migliaia di euro.

Questo è solo un esempio e che non vuole spaventare nessuno, vorrei far capire che chi si è trovato sempre a dirigere o ad occupare cariche che in termine informatico definirei molto lontane dal linguaggio macchina, non ha proprio idea di cosa sia la vita produttiva reale. Non ho motivo di dubitare sulle buone intenzioni che sicuramente animano i "nostri" professori, ma io preferisco un panino piuttosto che l'idea di poter avere caviale e champagne.

 

 

P.S.

Il sistema "italiano" di società, è uguale/simile a quello francese, spagnolo e di qualche altro paese "latino". Il sistema "anglo-saxon" (US e UK) è diversa per sè..come quello "Rhenish" (Germania e Giappone). Non siamo "noi" il male del capitalismo che abbiamo una società (srl) ad hoc per "imbrogliare", ma sono gli imbroglioni che la girano in quel modo.

 

Quello che volevo dire con l'esempio Inghilterra è che inizio ad esser stufo di sentire: "eh ma in XXXXX funziona così" perchè in XXXX ci sarà tutto un contesto per cui la tal cosa funziona bene, se così realmente è.

Non puoi dirmi che in tutta Europa pagano l'ici ma poi fregartene se in tutta Europa sulla benzina non pagano (ancora) le accise della guerra in Etiopia e pagano l'energia elettrica molto meno (sono solo degli esempi)

 

Buona domenica Netimax

Share this post


Link to post
Share on other sites
Angix perdonami se a te non interessa nulla di quello di cui stiamo parlando, lo comprendo e ti chiedo per per favore di lasciarci continuare il discorso perchè a noi e ad altri potrebbe interessare. Avrei "splittato/forkato" la discussione, ma ormai è troppo mescolata per poterlo fare senza moncarla.

 

Non ho detto che non mi interessava, cioe si lo detto ma intendevo che non mi preocupava molto la cosa, io avrei risolto, continuate a parlare pure quanto volete :)

 

PS: A chi interessasse si e deciso che per ora apriremo un hosting free con ads, fra 2-3 mesi ha intenzione di aprire l'iva è la s.r.l con il metodo di Netimax

 

Alzo rep a tutti e due siete stati molto bravi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Claudio.Coco!

 

Alla costituzione della s.r.l.s. sarà data la partita iva. Inoltre, si tratta di una società di capitali ed è praticamente una s.r.l., ma con qualche sottile differenza.

 

Saluti,

 

Netimax.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Claudio.Coco!

 

Alla costituzione della s.r.l.s. sarà data la partita iva. Inoltre, si tratta di una società di capitali ed è praticamente una s.r.l., ma con qualche sottile differenza.

 

Saluti,

 

Netimax.

E quindi dovrò pagare anche 3.000€ di INPS...:frown:

Ma non vale la regola del:

"Guadagna max 2.500€ ad anno,e non avrai bisogno della partita IVA!"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×