Jump to content
Sign in to follow this  
imsims

la moda dei vps e cloud ... forse mi sfugge qualcosa...

Recommended Posts

scusa ma se prende fuoco il DC dove hai il cloud?

 

Io penso (basta che cerchi i miei post in merito) che sta storia del cloud sia in gran parte fuffa commerciale o comunque cosa che serve realmente a pochissimi...... però se è un cloud vero non deve stare in un solo DC.

 

 

Ti invito a non scaldarti e a usare toni eccessivi e linguaggio volgare, possiamo parlare con calma senza nessun problema :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io penso (basta che cerchi i miei post in merito) che sta storia del cloud sia in gran parte fuffa commerciale o comunque cosa che serve realmente a pochissimi...... però se è un cloud vero non deve stare in un solo DC.

 

Hai capito perfettamente quello che volevo dire ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Inoltre vmware o xen o quel che è, puoi settarli per usare nativamente una lun (e su quella lun settare tutta una serie di informazioni a seconda delle prestazioni che vuoi raggiungere); sarebbe l'equivalente di una partizione apposita fatta sul tuo DAS per una delle tue VM (forse con questo esempio capisci di cosa sto parlando).

 

Ho chiarito maggiormente la frase, dato che certe cose le do come implicite, meglio specificare a questo punto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusa ma se prende fuoco il DC dove hai il cloud?

 

Qui emerge chiaramente non sai cosa significa cloud. Il punto è proprio questo, i servizi cloud *non stanno in un solo datacenter*.

Migrano non solo da una macchina fisica all'altra all'interno di un datacenter, ma anche TRA DATACENTER E DATACENTER.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su ragazzi finiamola. Siamo tutti contro uno, con l'aggravante che i tutti sono professionisti del settore e l'uno è un qualcuno che ha scoperto VirtualBox l'altro ieri e parla di ridondanza failover swapping and so on forse senza aver mai lanciato una migrazione a caldo. Ha aperto il topic dichiarando di saperne poco, poi ha condito il tutto con evidenti strafalcioni e mancanze (tant'è che continuiamo ad ignorare la differenza tra una migrazione realtime su HW uguale e una migrazione non realtime su HW muletto).

 

E' anche inutile continuare. Finchè c'è da tirare giù qualche legnata a qualcuno che non sa usare la tastiera ci sono anche io, ma tre pagine di discussione (che a noi non servono) mi sembrano davvero troppe. Tanto ha deciso che noi siamo la lobby, che noi rubiamo i soldi e si sente intelligente perchè lui non se li fa rubare. Easy.

 

Imsims, visto che hai la soluzione a tutti i problemi e sai come abbbattere i costi, non posso che consigliarti di entrare nel settore. Se tu sai ottenere gli stessi risultati ad un decimo del costo, vuol dire che potrai rivendere questo tipo di servizi a 2/10 del costo dei concorrenti. E ti assicuro che se davvero sarai in grando di offrire lo stesso servizio di Amazon ad un quinto del prezzo, farai a dir poco i MILIARDI.

 

Se per caso, per evitare lo stress, decidessi di non aprire una multinazionale, troverai sicuramente lavoro in General Electrics e farai una veloce scalata, considerato che da quanto dichiari hai la chiave per ridurre a un decimo i costi della loro struttura.

 

Poi, lo confesso, a me fa anche tanto tanto ridere che lui abbia parlato SOLO di CPU fino all'inizio senza notare che quella praticamente non conta niente, e che si sia attaccato all'I/O quando l'ho nominato io per primo. E mi fa ancora più ridere perchè tutto questo discorso può farlo solo una persona che non ha mai visto una fattura di un servizio cloud, perchè chi lo ha fatto si rende conto che i costi HW sono davvero ininfluenti in caso di forte utilizzo di banda (ovvero in tutti i casi meno quello del sito casalingo).

 

Guardando le mie fatture AWS/RAX degli scorsi mesi in media il 70% dei $$ va in traffico dati. Quindi risparmiare sul resto, con evidentissime perdite (costi di gestione miei aumentati, failover che non è quello di prima, ammortamento macchine), a me non interessa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

caro GrG, non so tu che siti gestisci, ma sicuramente penso che chi ha siti di una certa importanza

traffico, ha sicuramente soluzioni proprie e non si affida certo a vps su nessun cloud.

 

visto che come tu stesso ammetti su altri post i database sono inutilizzabili su una vps

soprattutto quando gli utenti diventano tanti.

 

ovviamente il mio ragionamento era sul piccolo hosting a cui conviene

secondo la mia beata ignoranza come la chiami tu un dedicato low cost

anziche una vps su cloud low cost.

 

quando vedo vps telecom italia vendute a 70 euro al mese per 512mbdi ram mi viene da ridere

ce poco da fare. io questa la chiamo truffa tu chiamala come vuoi.

 

per quanto riguarda la sicurezza di tornare online in pochi minuti

si puo fare benissimo da soli come ho spiegato qualke post fa.

 

poi se non lo si vuole fare e ci si contenta di pagare 10 volte per questo si è liberissimi di farlo

l'importante è esserene consapevoli e non essere arroganti e spacciare per

conveniente un servizio che non lo è affatto. se non per chi lo vende

 

questi sono i numeri il resto è fuffa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

lavoro in ambiente virtualizzato da decenni so benissimo pro e contro.

per questo parlo per dati di fatto.

 

anche passando un hardisk fisico /partizione ad una macchina virtuale,

 

nel momento in cui quell'hardware è sharato con altre x machine vedi il caso di vps low cost

le prestazioni sono ridicole.

 

prima di continuare con queste polemiche inutili vi inviterei a lanciare qualke benchmark

sulle vostre vps e poi ne parliamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
caro GrG, non so tu che siti gestisci

 

Sul gbps di traffico utenti in uscita (quindi escluso flusso di replicazione / sincronizzazione / backup).

 

ma sicuramente penso che chi ha siti di una certa importanza traffico, ha sicuramente soluzioni proprie e non si affida certo a vps su nessun cloud

 

reddit.com

zynga.com

dropbox.com

tumblr.com

posterous.com

instagr.am

foursquare.com

hootsuite.com

 

E molti altri. Probabilmente non li ritieni abbastanza grandi...

 

visto che come tu stesso ammetti su altri post i database sono inutilizzabili su una vps

 

MySQL. Non "i database". MySQL non è roba da cloud, e infatti lo sto piano piano eliminando. A renderlo inutilizzabile non è l'I/O condiviso bensì la replicazione e consistenza, MySQL non è studiato per fare queste cose. Quindi non lo si usa.

secondo la mia beata ignoranza come la chiami tu

 

Non è che "la chiamo io" è che continui a dimostrarla, come l'ultima sparata sui siti grandi.

 

per quanto riguarda la sicurezza di tornare online in pochi minuti si puo fare benissimo da soli come ho spiegato qualke post fa.

 

Si, pagando il doppio delle macchine. Ti ripeto la domanda:

 

Sei sicuro che 4 host, due san, flusso dati di replicazione e amministrazione messi insieme costino così tanto meno di una soluzione cloud?

 

poi se non lo si vuole fare e ci si contenta di pagare 10 volte per questo si è liberissimi di farlo l'importante è esserene consapevoli e non essere arroganti e spacciare per conveniente un servizio che non lo è affatto. se non per chi lo vende

 

Se per te investimenti a quasi 5 zeri che ripaghi in 2 anni sono convenienti...

questi sono i numeri il resto è fuffa.

 

Qui sei l'unico che non ha dato numeri...

 

lavoro in ambiente virtualizzato da decenni so benissimo pro e contro.

 

Ti sei definito un novellino pochi post fa. Adesso lavori in ambienti virtualizzati da decenni. Boh. Però scrivi could o cludo al posto di cloud e qualche con la k.

prima di continuare con queste polemiche inutili vi inviterei a lanciare qualke benchmark sulle vostre vps e poi ne parliamo.

 

Ma vedi che se continui a parlare di bmx non hai neanche capito cosa sia il cloud? Ok i bmx. Ma il failover? La scalabilità istantanea? La replicazione? I costi HW azzerati? La banda?

Share this post


Link to post
Share on other sites

come mai nessun provider di vps dice quante macchine sono ospitate su una fisica?

 

A parte che non è sempre vero, magari non si dichiara semplicemente perchè non è un elemento significativo.

Le tecnologie di virtualizzazione serie, come VMware e Xen, gestiscono le risorse in modo tale da garantirle a tutte le istanze virtuali ospitate sul nodo fisico.

 

In merito all'aspetto prettamente commerciale: ma per caso ti hanno puntato una calibro 9 in testa e ti hanno obbligato a comprare qualcosa? Non credo proprio.

Se per te il costo è esagerato, non acquistare.

 

Ciao,

 

F.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma hai letto il mio post?

 

ti ho spiegato che ottengo la sicurezza del failure, facendo backup giornalieri sul secondo server

ed eventaulmente accendendo la vps su quell'altro per il tempo necessario.

con server da 100-120 euro al mese Xeon raid.

 

stai ancora a parlare di macchine a 5 zeri.

 

l'intelligenza sta nell'usare hardware consumer con determati accorgimenti per abbattere i costi.

 

spiegami cosa ha la mia soluzione che non va.

 

-potenza xeon4core per 2 macchine mie

-ridondanza 2 raid

-potenza 2 ssd

-sicurezza backup ->giornaliero su altro dedicato

-ram 24gb

-caso disastro -> torno online col secondo di backup per poche ore

-spesa 200 euro volendo esagerare con tutti questi vantaggi e 2 vps serie e altre 4 di test.

 

mi sapresti dire una soluzione cloud che mi dia lo stesse cose e a che cifra?

mi sapresti dire quali problemi avrai io rispetto alla tua soluzione?

non uso SAN e radi 2000? e allora? ho ottenuto di piu a meno: fa piu figo usare SAN cioe non lo so...

qua non si risponde sul merito.

 

non è perche uno è un novellino di un'ambiente vuol dire ch non possa fare dei ragionamenti.

la vostra è arroganza da esperienza, spesso detta paraocchi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×