Jump to content
Sign in to follow this  
Luca

Cellulari.it, cancellato dalla rete per un FAX illeggibile

Recommended Posts

Un Fax illeggibile rischia di vanificare anni di investimenti di quello che è, il portale punto di riferimento della telefonia mobile nazionale.

 

Cellulari.it in questi giorni risulta irraggiungibile per le migliaia di affezionati lettori che quotidianamente lo visitano alla ricerca di quelle news che dal 1998 la testata, fornisce loro. Ma come è potuta accadere una cosa simile? Una serie di circostanze, indipendenti dalla volontà di Mediasafe S.r.l., società di riferimento per Cellulari.it, che ha, anzi, operato, nella maniera più corretta che la situazione ha richiesto, ha portato alla cancellazione del conosciutissimo dominio e la sua possibile ed inauspicabile, riassegnazione a terzi.

 

Non può un semplice fraintendimento su un maintainer del nome a dominio, peraltro indicato correttamente e per tempo, ledere la professionalità, lo spirito, di un’azienda riconosciuta unanimemente come leader nel suo settore (750.000 visitatori unici al mese) che ha investito nel progetto impegnando risorse economiche e umane non indifferenti.

“E’ incredibile che migliaia di utenti, avviate campagne pubblicitarie e un’immagine affermatasi negli anni nel settore, possano essere così duramente e facilmente danneggiati da un fax illeggibile” afferma Tiziano Creola, partner di Mediasafe, Content manager e communication di Cellulari.it. “Sono urgenti revisioni alle procedure che possano impedire incidenti del genere”.

 

Perché Cellulari.it non è solo un dominio, ma è una community evolutasi negli anni, che ha coinvolto persone competenti e ha richiesto investimenti di livello. Sarebbe un vero peccato che una regolamentazione antiquata e rigida continuasse a perpetrare un danno che si ripercuote sull’intera comunità di Cellulari.it che, nel solo Forum, conta 30.000 iscritti. Oltre all’indiscutibile danno economico arrecato all’azienda e ai suoi dipendenti, che hanno legato il proprio operato pluriennale a un nome, divenuto ormai segno distintivo, come un marchio lo è per un’azienda “tradizionale”. Il dominio dovrebbe essere simile a un marchio registrato che un’azienda crea, sviluppa negli anni e che non le può esserle sottratto da un momento all’altro, specialmente se per un equivoco di poco conto, facilmente riconoscibile e risolvibile.

 

Immediate le reazioni del management dell’azienda milanese: “Contestiamo duramente e formalmente - afferma Giacomo Ghisolfi, Amministratore delegato, partner di Mediasafe e Direttore responsabile di Cellulari.it - l’assegnazione a un altro soggetto del dominio Cellulari.it, da noi registrato nel 1998 per la la creazione di una community sulla telefonia mobile, tra le principali sul mercato italiano. Per eventi indipendenti dalla volontà, dalla buona fede e dal corretto operare della società, il dominio è stato cancellato. Bastava una comunicazione diretta all’intestatario del dominio invece che al maintainer. C’è un danno gravissimo e immediato: è “sparito”un portale ad alto traffico, leader nel suo settore, con campagne pubblicitarie in corso, una vasta comunità di migliaia di utenti su forum e altri servizi attivi che comportano la necessità di aggiornare costantemente i contenuti. Cosa non più possibile a causa dell’irraggiungibilità del dominio”.

 

“Mediasafe sta pertanto subendo un grave danno economico e patrimoniale - sottolinea Ghisolfi - dovuto sia al mancato incasso per le campagne attive, sia alla perdita di utenti, traffico e immagine che l’assenza dall’online può comportare. Non ultime il problema di tutte le comunicazioni della redazione, del management e del personale, che avvengono utilizzando gli indirizzi “@cellulari.it” Siamo vittime di una “tagliola amministrativa”, di una gestione nella registrazione dei domini fragile e vulnerabile. Oggi, in piena era digitale, ci siamo amaramente resi conto che basta un fax parzialmente illeggibile a mettere a serio rischio il futuro di aziende e lavoratori”.

 

Sei anni di lavoro e contenuti sono online ormai solo su http://151.1.216.26.

 

La Redazione

 

 

Per informazioni:

 

Tiziano Creola

E-mail: t.creola@mediasafe.it

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

2 sole parole..

 

che vergogna

se ho capito bene qua si tratta del NIC che ha scazzato in pieno giusto? :stordita: speriamo che questa cosa faccia capire al NIC che è ora di aggiornarsi :sisi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi sorge una domanda...

ma se un tipo qualsiasi viene in possesso del dominio... i veri proprietari... cosa potrebbero fare? :fagiano:

 

Penso ricorrere a vie legali, sempre che ci sia stata qualcosa di scorretto da parte del nic altrimenti se chi l'ha acquistato l'ha fatto regolarmente .....non so :stordita:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti era facoltà del richiedente accertarsi che le pratiche siano correttamente inviate...parlando di fax, poi, l'errore è dietro l'angolo ;)

 

Se il nome dominio resta libero e qualcuno lo richiede, lo compra nella perfetta trasparenza e legalità.

Al massimo alla fine avrebbero dato un'accomodamento di altro tipo :062802drink_prv:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×