Jump to content
Sign in to follow this  
oscar

Vantaggi o svantaggi reali con sottodomini e redirect?

Recommended Posts

Su un sito con diverse categorie di una certa importanza dal punto di vista del traffico conviene veramente creare un sottodominio con il nome della categoria e fare poi un redirect 301 verso l'url principale/categoria ?

 

es.

blog colori.it con categorie blu, verde, rosso.

 

quindi creo sottodominio blu.colori.it che rimanda a colori.it/blu

 

 

Mi interesserebbe infatti pubblicizzare meglio quelle categorie, magari diffondendo l'indirizzo del sottodominio invece che quello di secondo livello.

 

Oppure forse nel mio caso è più indicato un rewrite url?

 

Grazie a chi vorrà rispondermi. :stordita:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti rispondo per esperienza personale. Sono nella tua stessa situazione con l'unica differenza che al posto delle categorie ho a che fare con la lingua per la geolocalizzazione.

 

Che il tuo dominio sia en.wikipedia.org piuttosto che wikipedia.org/en oppure youtube.com/gattini o gattini.youtube.com non fa alcuna differenza. Il discorso cambia leggermente se parliamo invece di domini dedicati come qualcosa.co.uk, qualcosa.fr, qualcosa.it ma per aspetti diversi che non fanno al tuo caso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che il tuo dominio sia en.wikipedia.org piuttosto che wikipedia.org/en oppure youtube.com/gattini o gattini.youtube.com non fa alcuna differenza.

 

E' meglio la cartella che il sottodominio per la lingua :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille per le vostre risposte ;-)

 

A questo punto sono più orientato sulla soluzione redirect 301 perchè per alcune cose mi sembra più semplice da gestire, come ad esempio le statistiche di google analytics che me le ritrovo tutte sotto lo stesso url oppure anche adsense.

 

O sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Senza dubbio è più facile da implementare.

 

Non solo. In linea di massima, quando parliamo dello stesso sito ma necessitano diverse "entrate/instradamenti" come per esempio per la lingua o le classiche sezioni di un sito, per i motori ma anche per un discorso mentale dell'utente, la cartella è migliore.

Il sottodominio è invece migliore quando si crea un network ed in ogni sottodominio c'è un vero sito indipendente, puoi avere un logo o qualche richiamo comune, ma deve (dovrebbe) essere un sito a tutti gli effetti indipendente.

Trovo scorretto, per esempio, chi piazza il forum in un sottodominio, a meno che il forum sia in comune con vari siti (in sottodomini) di un network.

Poi ogni caso è a se... se uno ha un buon sito e un forum che lascia un pò, diciamo, allegro è meglio che siano separati completamente.

 

Sono solo esempi, ogni caso andrebbe valutato attentamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ti rispondo per esperienza personale. Sono nella tua stessa situazione con l'unica differenza che al posto delle categorie ho a che fare con la lingua per la geolocalizzazione.

 

Che il tuo dominio sia en.wikipedia.org piuttosto che wikipedia.org/en oppure youtube.com/gattini o gattini.youtube.com non fa alcuna differenza. Il discorso cambia leggermente se parliamo invece di domini dedicati come qualcosa.co.uk, qualcosa.fr, qualcosa.it ma per aspetti diversi che non fanno al tuo caso.

 

Ciao revhosting, stavo leggendo questo post e 'gli aspetti diversi' di cui parli forse potrebbero interessarmi perchè ho da poco avviato questo progetto web che si chiama Moli.se dove c'è la doppia lingua.. che ne dici? non ho molta esperienza con l'indicizzazione e questo .se mi piace tanto ma mi mette un po' di angoscia :D

 

Grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×