Jump to content
Sign in to follow this  
oscar

Vantaggi o svantaggi reali con sottodomini e redirect?

Recommended Posts

OK.. perchè revhosting diceve che il discorso cambia leggeremente per domini dedicati come .fr o come nel mio caso .se, allora volevo approfondire :)

 

Avevo letto da qualche parte che in google strumenti per webmaster la lingua veniva impostata automaticamente in base all'estensione del dominio.. in giornata verifico questa cosa..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Facendo un esempio un dominio geografico come può essere il .fr parte leggermente in vantaggio per l'indicizzazione in Francia ma ciò non toglie che un generico .com o anche un .it possano risultare primi nello stesso paese in barba al tld. Questo perchè per i search engine ciò che conta più di ogni altra cosa è la qualità del contenuto. Se hai contenuti di qualità "vinci" su tutti a dispetto dell'estensione.

 

Il discorso è invece diverso che hai un .it e compri un .fr. Se il .fr fa da semplice redirect sul .it non hai alcun vantaggio in termini di indicizzazione. Fondamentalmente stai facendo soltanto brand protection. Se invece lo compri per metterci la versione francese del tuo sito allora ci guadagni in posizionamento. Per fare questo però non ti serve necessariamente un dominio. È sufficiente che ci sia un URL univoco per ogni lingua (no sessioni / cookie) e puoi farlo tranquillamente con un alias/sottodominio (es. en.example.com) o con una (falsa) directory (es. example.com/en).

 

Nel tuo caso su Moli.se se hai intenzione di implenetare la doppia lingua devi fare come sopra ossia it.moli.se, en.moli.se piuttosto che moli.se/it o mili.se/italiano e via dicendo. Mi raccomando non usare cookie o sessioni perchè altrimenti ti penalizzi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

la doppia lingua su moli.se è già implementata ma non con le cartelle.. quindi mi cosigli di creare due sottodomini?

quindi poi quando un'utente digita www. moli.se va (con un redirect) a it.moli.se giusto?

 

l'unica cosa che non ho capito è la differenza tecnica fra questa soluzione e le cartelle /it /en

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto adesso il sito molto velocemente e direi che cosi va bene. Ogni pagina è accessibile da un URL canonico a seconda della lingua e non c'è contenuto duplicato. Puoi lasciare tranquillamente cosi perchè tanto tra en.moli.se e moli.se/en non c'è differenza se non il tuo gusto personale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

perfetto! era quello volevo capire :) grazie!

 

A questo punto mi resta solo il dubbio della registrazione del marchio.. visto che è un sito svedese e non vorrei che nascesse qualche società da quelle parti con il nome moli :D ..ma forse qui sto andando OT!

 

Grazie a tutti per i consigli :sisi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche a me interessa molto il tema sottodomini. Nello specifico, devo creare un portale che si basi su un community e quindi una specie di social network, ma ho anche la necessità che il dominio a cui fa riferimento l'intero sito abbia lo spazio per una sorta di blog con notizie ed aggiornamenti.

 

Vale la pena usare i sottodomini tipo: www . miodominio . it e news.miodominio.it?

 

oppure mi conviene operare diversamente?

 

da tener conto che la home page dovrà essere quella della community quindi non voglio creare una pagina di presentazione diversa...

 

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che tu abbia example.com/gattini, gattini.example.com, gattini.gattini.gattini.example.com/gattini/gattini/gattini (...) non porta a nessun beneficio in termini di posizionamento. Ai Search Engine (SE) che gattini sia un sottodominio piuttosto che una cartella non interessa. Se proprio si deve fare una scelta preferirei sempre il sottodominio per i seguenti motivi:

 

  • La pagina si carica più velocemente se i contenuti statici li inserisci su un sottodominio dedicato come ad esempio images.example.com anche se si trova tutto nello stesso server. Questo perchè i browser non scaricano più di un tot di file in parallelo dallo stesso host. Con l'espediente del sottodominio per così dire imbrogli i browser che scaricheranno il tutto più velocemente. Questo si traduce in un minimo vantaggio nel posizionamento perchè gli spider dei SE tengono conto dei tempi di caricamento del sito. Più è veloce meglio è
  • Più facile da gestire soprattutto in team dove è più agevole dare i permessi di accesso a chi di dovere in ogni settore

Edited by revhosting

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×