Jump to content
Sign in to follow this  
Redazione Hosting Talk

Ecco le nuove estensioni dominio di ICANN: sono oltre 1900

Recommended Posts

Oggi ICANN ha pubblicato la lista ufficiale di proposte ricevute nell'ambito del suo programma per l'espansione della rete con la creazione di migliaia di nuovi domini, un argomento che HostingTalk.it ha trattato nei dettagli all'interno di questo articolo. Le aziende hanno avuto diverso tempo per inviare le loro proposte di estensioni, con un costo per singola estensione di 185.000 dollari più le spese accessorie.

...

 

Continua a leggere, clicca qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oggi ICANN ha pubblicato la lista ufficiale di proposte ricevute nell'ambito del suo programma per l'espansione della rete con la creazione di migliaia di nuovi domini, un argomento che HostingTalk.it ha trattato nei dettagli all'interno di questo articolo. Le aziende hanno avuto diverso tempo per inviare le loro proposte di estensioni, con un costo per singola estensione di 185.000 dollari più le spese accessorie.*

*...

 

Continua a leggere, clicca qui.

 

certo che la 'fantasia al potere' non ci ha mai intaccati,

-Automotive (gruppo Fiat più Lamborghini)

-BNL

-Aruba

-Praxi

non una regione che abbia pensato di registrarsi un .NomeRegione, .Florence,. Venice etc...

Share this post


Link to post
Share on other sites

non una regione che abbia pensato di registrarsi un .NomeRegione, .Florence,. Venice etc...

 

Concordo, l'Italia brilla per la sua assenza (Fiat Group a parte). Eppure grandi città come Milano, Roma, Firenze e Venezia avrebbero potuto chiedere un primo livello per salvaguardare gli interessi economici

Share this post


Link to post
Share on other sites
Concordo, l'Italia brilla per la sua assenza (Fiat Group a parte). Eppure grandi città come Milano, Roma, Firenze e Venezia avrebbero potuto chiedere un primo livello per salvaguardare gli interessi economici

 

 

e son anche sicuro che tutte o quasi sono state sollecitate negli uffici opportuni.

non si può neanche continuare con la scusa dell'ignoranza, questi sono incapaci e basta

Share this post


Link to post
Share on other sites

con i Domini provinciali e i Domini regionali esistenti registrabili come sappiamo tutti (.roma.it oppure .lazio.it) bene hanno fatto le nostre istituzioni a non buttare 185.000 euro opss dollari per ciascun dominio

piuttosto quali saranno i tempi per i nuovi domini di essere offerti al pubblico ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
con i Domini provinciali e i Domini regionali esistenti registrabili come sappiamo tutti (.roma.it oppure .lazio.it) bene hanno fatto le nostre istituzioni a non buttare 185.000 euro opss dollari per ciascun dominio

piuttosto quali saranno i tempi per i nuovi domini di essere offerti al pubblico ?

 

Ed invece è un grossissimo errore, perché un .rome o .florence o .uffizi ti promuove il marchio.

 

Ma in una nazione in cui spendiamo milioni di euro e non abbiamo un portale turistico nazionale decente bisogna aspettarsi questo ed altro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
con i Domini provinciali e i Domini regionali esistenti registrabili come sappiamo tutti (.roma.it oppure .lazio.it) bene hanno fatto le nostre istituzioni a non buttare 185.000 euro opss dollari per ciascun dominio

piuttosto quali saranno i tempi per i nuovi domini di essere offerti al pubblico ?

ma difatti Tutto il globo è aware e vorrebbe poter acquistare un parmesan.parma.it piuttosto che un cheese.parmesan, oppure un muranoglass.venice.it invece che un glass.venice e via dicendo.

 

difatti,attualmente, il .IT è o non è la TDL pù+ massivamente richiesta dal mercato,quella con maggiore appeal e che ispira più fiducia nel consumatore?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ed invece è un grossissimo errore, perché un .rome o .florence o .uffizi ti promuove il marchio.

 

Ma in una nazione in cui spendiamo milioni di euro e non abbiamo un portale turistico nazionale decente bisogna aspettarsi questo ed altro...

 

Non dimentichiamoci che è un'operazione quanto meno costo zero potendo rivendere i domini stabilendone il prezzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non dimentichiamoci che è un'operazione quanto meno costo zero potendo rivendere i domini stabilendone il prezzo

 

Esatto, inoltre per la gestione tecnica del tutto si sarebbero potute coalizzare le varie amministrazioni (comune di roma, firenze, napoli etc etc) per abbatterne i costi.

 

So che alcuni esperti ed aziende del settore hanno cercato di coinvolgere le amministrazioni locali, hanno anche portato biz. plan per far vedere come questa fosse una ottima occasione per il comune, ma sono stati cacciati pedate dai soliti politici che non ne capiscono una benemerita...

Edited by Antonio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×