Jump to content
Sign in to follow this  
tecnolive

Virtualizzare o non virtualizzare

Recommended Posts

Ciao a tutti,

 

In questo periodo abbiamo configurato più server dedicati per gestire progetti di un certo spessore (a livello di risorse/CPU), tuttavia abbiamo comprato server (seppur basic) eccessivamente potenti per il progetto in questione..

 

L'SP-mini di ovh ad esempio, ha 16 GB di ram e un processore che tuttosommato è bellino...

 

Stavo pensando che la virtualizzazione ha grossi vantaggi, ad esempio fare gli snapshot al volo delle macchine, ridimensionare al volo le risorse, e tante altre cose carine che funzionano a livello di amministrazione (Possibilità di aggiungere HD al volo, creare nodi interni, agganciargli firewall software, monitoraggio delle risorse) e poi ha anche un suo perchè...

 

Se fanno ad esempio un attacco hacker.... le risorse si saturano, ma si saturano SOLO per quella macchina.... non si pianta tutto il server... si può quindi operare in maniera rapida e veloce...

 

Mi chiedo quindi, anche se la virtualizzazione (Vmware ESXI / ProxMox / Ecc), costa un pò di risorse per il sistema base, però è tutto un guadagno a livello gestionale e amministrativo dei progetti stessi (Ad esempio separazione dei servizi MYSQL / WEB / POSTA) in maniera da mantenere separati i dati e poterli gestire in maniera diciamo ... più smart :=) )

 

Cosa pensate in merito ? è meglio dedicare un progetto, o usare la virtualizzazione per ottimizzare il tutto ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutto dipende dalle esigenze che si hanno: in vari casi la virtualizzazione riesce a farti ottimizzare l'uso delle risorse, in altri casi aumenta solo l'overhead non dandoti alcun vantaggio reale.

 

qual e' la tua reale esigenza?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cosa pensate in merito ? è meglio dedicare un progetto, o usare la virtualizzazione per ottimizzare il tutto ?

 

Penso che tu ti sia risposto da solo, per mia esperienza virtualizzare è sempre una buona idea, perché i vantaggi superano gli svantaggi.

 

Un'altro degli vantaggi che non hai citato è la possibilità di poter cambiare server per upgrade in pochissimo tempo:

 

- ordini il nuovo

- installi l'hypervisor

- copincolli le vm e sei apposto.

 

 

Proseguendo: con la virtualizzazione puoi anche avere VM di staging e fare lì i test per upgrade & Co, senza dover utilizzare altri server.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tutto dipende dalle esigenze che si hanno: in vari casi la virtualizzazione riesce a farti ottimizzare l'uso delle risorse, in altri casi aumenta solo l'overhead non dandoti alcun vantaggio reale.

 

qual e' la tua reale esigenza?

 

Nessuna reale esigenza, erano solo riflessioni e pensieri :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Penso che tu ti sia risposto da solo, per mia esperienza virtualizzare è sempre una buona idea, perché i vantaggi superano gli svantaggi.

 

Un'altro degli vantaggi che non hai citato è la possibilità di poter cambiare server per upgrade in pochissimo tempo:

 

- ordini il nuovo

- installi l'hypervisor

- copincolli le vm e sei apposto.

 

 

Proseguendo: con la virtualizzazione puoi anche avere VM di staging e fare lì i test per upgrade & Co, senza dover utilizzare altri server.

 

Hai colto in pieno ciò che volevo dire... vedo tantissimi pro e pochi contro per virtualizzare nella maggior parte dei casi.... mi viene anche in mente che...... classico esempio.... PLESK... che ormai è un buon esempio di malfunzionamento generale...

 

C'è un aggiornamento di plesk ? si clona una VM e si prova l'aggiornamento, se riesce... allora si fa anche nella VM di produzione.....

 

Come contro trovo solo il fatto di "sprecare" un pò di risorse in più per mantenere operativo il sistema MASTER (l'host principale).

Altri contro ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

devi valutare anche l'i/o del disco ... su sistemi raid1 hardware con dischi sata potrebbe diventare problematico in caso di usi intensivi del disco .. soluzioni con SAS 15k in raid10 offrono sicuramente performance migliori...

Share this post


Link to post
Share on other sites

parlavo di esigenze proprio per il problema posto da CoolNetwork: un esempio potrebbero essere quei sistemi che fanno un uso intensivo dei dischi, come i database.

se io, per esempio, avessi un'applicazione web che fa forte uso di db, per mysql o postgresql prenderei dell'hardware dedicato con un buon sottosistema disco (vedi SSD o SAS 15k) mentre per il frontend web (webserver e caching) opterei per delle vm.

 

parlando in termini generali, virtualizzare significa avere molta flessibilita', in cambio di un fisiologico calo prestazionale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

IMHO se ci si sa fare le differenze dal punto di vista prestazionale sono trascurabili, soprattutto se poi si usa lvm e si passa fisicamente le partizioni alle vm, in quel caso l'overhead è pressoché nullo a livello di I/O.

 

E' ovvio che virtualizzando non è che il server diventa più potente, l'hw va dimensionato secondo le esigenze...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×