Jump to content
Sign in to follow this  
Siggy

Pannello di controllo Load Balancer

Recommended Posts

Ciao a tutti.

 

Qualcuno ha avuto modo di utilizzare qualche pannello di controllo in piattaforme in load balancing?

 

Stavo cercando un po' di informazioni ma sembra che Plesk non lo supporti.

 

Qualche consiglio?

 

thx

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

DirectAdmin supporta una "sottospecie di load balancing". Ha la funzione chiama multiserver che permette un DNS clustering. Al momento supporta solo i DNS, ma a quanto vedo gli sviluppatori di DirectAdmin hanno reso chiaro le loro intenzioni sullo sviluppo dello stesso.

 

Su piattaforma Windows c'è HELM, quello è proprio nato per lavorare in condizioni di load balancing, puoi impostargli anche la priorità di un server rispetto ad un' altro, decidere quali servizi mettere in load balancing ecc, però è solo per piattaforme windows.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dipende molto da che cosa devi bilanciare, mettiamola cosi :)

 

se ti serve bilanciare applicativi web dubito che serva a qualcosa ... se devi bilanciare un db server ... magari li serve ... se ti serve un cluster per il calcolo distrubuito ... anche li il discorso cambia

 

sei andato un po troppo sul generico :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che Seflow abbia capito bene cosa intendevo.

Volendo offrire un servizio di hosting tramite pannello di controllo, ne cercavo uno che potesse girare su una piattaforma con server in load balancing, sia per i servizi http sia per quanto riguarda MySql. Questo per dare una piattaforma molto affidabile.

 

Sembra non ci sia niente di pienamente funzionante in giro.

Nel forum di swsoft ho trovato questo thread:

 

http://forum.swsoft.com/showthread.php?threadid=24951&highlight=plesk+load+balancing

 

One interesting project perlboy pointed me to the other day is openssi.org, which abstracts away multiple physical servers into one virtual server. 2 systems probably wouldnt be enough for something like that (4 is probably a good start), but in terms of integration with psa, I set up an 8 node system running rh9/GFS and PSA installed just like a normal box. Nothing special required, I just installed psa like normal.

 

Da quello che ho capito dal sito di http://www.openssi.org sembra che questo software prenda le risorse di N server e lo faccia diventare un unico server. Ovviamente e' molto diverso da un vero e proprio load balancing, ma forse raggiunge cmq lo scopo di rendere la piattaforma affidabile...

 

Voi cosa ne dite?

Dovendo progettare una piattaforma di hosting shared affidabile cosa fareste?

 

ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma a te interessa distribuire il carico o evitare down dei servizi anche se qualche macchina va giù?

 

openssi, da quanto leggo, è un sistema di clustering ... non ho approfondito e quindi potrei dire una @@ ma mi è parso di capire che lavora in modo simile a openmosix ... per simile intendo a livello generale

 

un'applicazione di questo tipo non conviene buttarla su cosi perché:

- può avere problemi a gestire la memoria condivisa

- non può spostare threads (devono, ovviamente, girare tutti sullo stesso sistema)

- applicativi che fanno utilizzi stressanti del disco rischiano di avere seri rallentamenti perché in ogni caso devono accedere all'altra macchina per arrivare dove devono arrivare ... anche se fosse un disco esterno, dato che il riferimento al percorso sta sulla macchina dove viene avviato

 

se ho capito ... forse a te interessa avere una stabilità maggiore, ovvero un sistema di High Avaiability e qui hai due modi per farlo:

- usi un sistema che ti gestisca i down (ne esistono svariati per linux)

- usi un sistema di virtualizzazione con i dati su un san/nas esterno in modo che i dati siano sempre al sicuro ed eventualmente il sistema che gestisce l'ha deve limitarsi ad avviare la macchina virtuale e nulla più

 

ovviamente entrambe le soluzioni hanno vantaggi e svantaggi però, personalmente, se dovessi fare una cosa del genere, preferirei di gran lunga la virtualizzazione anche se dovrei andare in contro a spese superiori, all'avvio almeno

 

poi se non ho capito assolutamente nulla ignora il post :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma a te interessa distribuire il carico o evitare down dei servizi anche se qualche macchina va giù?

 

La cosa che mi interessa maggiormente e' l'uptime, quindi evitare down.

Certo se riuscissi a farlo con la logica di servizi di load balancing, avrei uptime e distribuzione di carico che non fa mai male

 

openssi, da quanto leggo, è un sistema di clustering ... non ho approfondito e quindi potrei dire una @@ ma mi è parso di capire che lavora in modo simile a openmosix ... per simile intendo a livello generale

 

Si, mi sembra di aver capito la stessa cosa.

 

un'applicazione di questo tipo non conviene buttarla su cosi perché:

- può avere problemi a gestire la memoria condivisa

- non può spostare threads (devono, ovviamente, girare tutti sullo stesso sistema)

- applicativi che fanno utilizzi stressanti del disco rischiano di avere seri rallentamenti perché in ogni caso devono accedere all'altra macchina per arrivare dove devono arrivare ... anche se fosse un disco esterno, dato che il riferimento al percorso sta sulla macchina dove viene avviato

 

Non mi e' chiaro quell'ovviamente sulla questione dei thread. :)

Cmq su questo ne sai sicuramente molto piu' di me.

 

se ho capito ... forse a te interessa avere una stabilità maggiore, ovvero un sistema di High Avaiability e qui hai due modi per farlo:

- usi un sistema che ti gestisca i down (ne esistono svariati per linux)

- usi un sistema di virtualizzazione con i dati su un san/nas esterno in modo che

i dati siano sempre al sicuro ed eventualmente il sistema che gestisce l'ha deve limitarsi ad avviare la macchina virtuale e nulla più

 

Onestamente usare un sistema in HA non mi piace tanto come idea. Semplicemente perche' la logica attivo/passivo mi sembra uno spreco di risorse...

Anche se alla fine probabilmente e' la cosa piu' semplice da fare.

 

ovviamente entrambe le soluzioni hanno vantaggi e svantaggi però, personalmente, se dovessi fare una cosa del genere, preferirei di gran lunga la virtualizzazione anche se dovrei andare in contro a spese superiori, all'avvio almeno

 

Probabilmente pensero' anche a qualcosa in tal senso. Per il mio ufficio sto tirando su un cluster di 7 macchine utilizzando Vserver Linux come virtualizzazione di server.

Nulla a che fare con VMWare e cose del genere. Ma mi sembra cmq un buon primo approccio ad una logica di virtualizzazione e distinzione dei servizi :)

 

 

ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×