Jump to content
Sign in to follow this  
Redazione Hosting Talk

Il downtime natalizio è colpa di Netflix o di Amazon?

Recommended Posts

Dicono che netflix abbia commentato con:

Piove, governo ladro!

 

mentre gli evangelisti delle nuvole si sono riuniti in segreto per coniare l'ennisima buzzword che possa giustificare il problema.

C'è chi scommette che la next big thing sarà "intergalactical super ultra high availability mega resiliency"

 

in effetti netflix non faceva uso dell'ISUHAMR (intergalactical super ultra high availability mega resiliency), aveva tutte le istanze hostate sul pianeta terra -_-'

 

per i fan delle nuvole comunque un po' di materiale è stato pubblicato dagli interessati in giro:

tipo: https://status.heroku.com/incidents/479

 

e

 

Elastic Load Balancer issues

Dec 24, 1:50 PM PST We are currently investigating an issue regarding Elastic Load Balancer.

 

Dec 24, 2:18 PM PST We are investigating increased error rates for Elastic Load Balancing API calls in the US-EAST-1 region. This issue does not affect traffic on running load balancers, but the API may report that instances are out of service for some calls.

 

Dec 24, 3:02 PM PST We can confirm increased error rates for Elastic Load Balancing API calls in the US-EAST-1 region and continue to work towards resolution. This issue does not affect traffic on running load balancers, but the API may report outdated or incomplete information such as not reporting listeners or marking the ELB is out of service for calls to DescribeLoadBalancers.

 

Dec 24, 4:15 PM PST We continue to experience increased errors for Elastic Load Balancing API calls in the US-EAST-1 region and continue to work towards resolution. This issue is impacting traffic for existing ELBs. New ELBs are provisioning correctly. The ELB APIs continue to report outdated or incomplete information such as not reporting listeners or marking the ELB as out of service for calls to DescribeLoadBalancers.

 

Dec 24, 5:49 PM PST We continue to work on resolving issues with the Elastic Load Balancing Service in the US-EAST-1 region. Traffic for some ELBs are currently experiencing significant levels of traffic loss.

 

Dec 24, 8:46 PM PST We continue to work on resolving issues with the Elastic Load Balancing Service in the US-EAST-1 region. The issues are affecting both existing and newly created ELBs.

 

Dec 24, 10:20 PM PST We continue to work on resolving issues with the Elastic Load Balancing Service in the US-EAST-1 region. The issues are affecting both existing and newly created ELBs. While we are in the process of recovering the service, API calls for creating, modifying, or deleting ELBs will be disabled. We expect to restore full API service once the issues are resolved. We apologize for the impact of these issues on our customers.

 

Dec 25, 4:36 AM PST We continue to work on resolving issues with the Elastic Load Balancing Service in the US-EAST-1 region. These issues are affecting updates to both existing and newly created ELBs. A subset of ELBs that made configuration changes or changes to registered instances during the event are experiencing errors or receiving reduced traffic. We continue to work toward a full recovery of the service. We apologize for the continued impact.

 

Dec 25, 9:41 AM PST The Elastic Load Balancing Service APIs have been fully re-enabled, and load balancers are functioning and provisioning correctly. Customers may experience slightly elevated throttling and latency with ELB related APIs while the system completes recovery operations. We are continuing to monitor and audit all load balancers and APIs

 

Dec 25, 12:02 PM PST The Elastic Load Balancing Service is operating normally. We have confirmed all load balancers are functioning correctly, and API latencies and error rates for ELB related APIs have returned to normal.

 

il discorso essere clienti di un proprio competitor invece merita una profonda discussione visto che molti lo sono ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

il discorso essere clienti di un proprio competitor invece merita una profonda discussione visto che molti lo sono ;)

 

E non c'è nulla di male, il problema è dipendere in maniera assolutamente esclusiva da un proprio competitor, cosa non propriamente sana, non credi? Come già scritto, se l'idea di Netflix è quella di avere tutta la sua infrastruttura su Amazon per forza di cose dovrà pur esserci un vantaggio nei costi che supera l'entità del rischio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il vero rischio sono le libertà di azione che il fornitore mette nero su bianco nel contratto di fornitura. Per il resto non importa chi sia il fornitore e cosa faccia se ci sono sue responsabilità/negligenze le paga!

Share this post


Link to post
Share on other sites
E non c'è nulla di male, il problema è dipendere in maniera assolutamente esclusiva da un proprio competitor, cosa non propriamente sana, non credi? Come già scritto, se l'idea di Netflix è quella di avere tutta la sua infrastruttura su Amazon per forza di cose dovrà pur esserci un vantaggio nei costi che supera l'entità del rischio.

 

beh, è pieno di gente anche qui (su questo forum) che usa brand per la rivendita di domini che sono parte di aziende che offrono hosting, dedicati, colocation etc ;)

 

è normale intendo dire... non vedo nulla di strano :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io invece sì, almeno facendo tesoro delle mie esperienze e di quanto ho studiato. Il problema non è avere rapporti di clientela con la concorrenza - tutti i fornitori sono potenziali concorrenti, in ogni settore - ma l'esclusività di questi rapporti. E poi dipende ovviamente anche dalle dimensioni del business, una piccola azienda può dipendere al cento per cento da una grande azienda (e a 'sto punto mi chiedo anche perché non mettersi d'accordo per un'acquisizione), ma un servizio così grande come bacino di utenza quale è quello di Netflix dovrebbe prendersi la briga di programmare una via di fuga presso un altro provider, Rackspace o simili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Francamente neanche io affiderei il core business di una "mia" azienda ad un'altra su cui non ho il controllo (al di là se sono già concorrenti o meno: abbiamo già visto che diverse grosse aziende si possono riposizionare nel corso di pochi anni).

Fortunatamente non faccio l'imprenditore :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

uno dei tanti limiti delle nuvole è il vendor lock in... non credo che netflix stia con amazon perché gli piace il colore del logo...

 

quando costruisci un'infrastruttura che sfrutta al 100% quanto ti mette a disposizione il fornitore non puoi svegliarti una mattina e cambiare fornitore ...

 

in ogni caso penso siano molti gli hoster/rivenditori che registrano i domini per i clienti tramite register.it, aruba, ovh, regdom etc... ed essere grandi o piccoli non vedo molta differenza: sempre cliente di un competitor sei.

 

l'unica differenza è che quando sei grande la struttura (backbone compreso) potresti fartela per conto tuo (come fa OVH che credo sia uno dei pochi esempi che ha tutto di proprietà e sviluppato internamente a partire dalle fondamente dei datacenter, fino al raffreddamento senza dimenticare connettività e pop in tutto il mondo sotto diretto controllo...) anziché affidarti a carrier (che sono destinati a diventare tuoi competitor prima o poi... vedi per esempio le "nuvole" di telecom italia o eutelia ...)

Share this post


Link to post
Share on other sites
un servizio così grande come bacino di utenza quale è quello di Netflix dovrebbe prendersi la briga di programmare una via di fuga presso un altro provider, Rackspace o simili.

 

Tecnicamente almeno in parte mi sa che già ce l'hanno: nel corso del tempo hanno costruito la loro infrastruttura su uno strato software che astrae buona parte dell'accesso e gestione delle API Amazon... Netflix Open Source (non fatevi ingannare dalla grafica :D )

 

Francamente non so allo stato attuale quanto lavoro gli richiederebbe cambiare del tutto fornitore, però tecnicamente non è impossibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
uno dei tanti limiti delle nuvole è il vendor lock in... non credo che netflix stia con amazon perché gli piace il colore del logo...

 

quando costruisci un'infrastruttura che sfrutta al 100% quanto ti mette a disposizione il fornitore non puoi svegliarti una mattina e cambiare fornitore ...

Amazon ha una delle infrastrutture migliori al mondo e questo lo diamo per assodato.

I prezzi sono in costante calo, grazie anche alla concorrenza con Google e altri.

Ma non ci giurerei che Netflix non possa cambiare fornitore, prima o poi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×