Jump to content
Sign in to follow this  
Deflagrator

Cloud Italia vs Cloud Mondo. Qual è l'approccio vincente?

Recommended Posts

I provider di servizi Cloud si sono diffusi in tutto il mondo, però possiamo notare due modelli di offerta.

 

 

Quello anglosassone, fatto di risorse e prestazioni molto "generiche" e banda a consumo per GB. Poi quello "italiano", che tende a fornire più certezza di prestazioni, ma soprattutto un modello di tariffazione della banda più flat o in stock a basso prezzo.

 

 

Detto in termini semplici, la cloud italiana è un pò più smussata, evitando di esporre il cliente a spese eccessive impreviste.

 

 

Da parte mia, io vedo l'approccio italiano ben più efficace e sicuro.

 

 

Come sottilineavo in un topic qualche tempo fà, nutro perplessità nel porre un servizio sul cloud di amazon o rackspace, visto che a causa di un attacco, votato a sprecare banda (considerando che il client utilizzerebbe la banda di download che è elevata anche per gli utenti di casa) si potrebbero generare enormi costi indesiderati (reso possibile dal fatto che entrambi i provider non consentono un limite di budget).

 

 

Il cloud italiano, con tariffazioni flat come Aruba, CloudUp, e anche Seeweb e Seflow(che sono a consumo, ma con una tariffa molto bassa... a contrasto di chi dice che in italia la banda costa di più :D), mi fà stare ben più tranquillo di mantenere i costi sotto controllo.

 

 

È un modello secondo me esportabile e da esportate. Voi che ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×