Jump to content
Sign in to follow this  
Deflagrator

[Knowledge]Meglio comprare un hosting o un VPS per il mio sito?

Recommended Posts

Comprendiamo prima cosa è un hosting shared

 

Un piano di Hosting, è un servizio offerto dai provider, che ci consente di ospitare il nostro sito, su una macchina che ospita altri siti insieme al nostro.

 

Il servizio hosting è offerto in questo modo.

Il provider configura un server con tutti i servizi necessari (Apache, Mysql ecc... per un hosting Linux, oppure IIS, ASP.NET MSSQL per un hosting Windows).

Su questa macchina viene installato un pannello (questa fase può essere contestuale alla configurazione dei servizi), proprietario o commerciale (tipo plesk, cpanel e altri), che permette al provider di configurare in modo automatico i servizi e i clienti, così da fornire la possibilità ad ogni utente di sfruttare i medesimi servizi, senza poter accedere a quelli altrui.

 

Abbiamo quindi un unico sistema e un unico Apache, che serve tanti clienti.

 

I vantaggi di questa soluzione sono evidenti: il provider si occuperà di gestire integralmente la macchina e di aggiornarla, e noi potremo dedicarci puramente allo sviluppo del sito. Il nostro unico compito sarà caricare via ftp il sito sullo spazio.

 

Gli svantaggi: bisogna accontentarsi delle limitate possibilità di configurazione, dei servizi e dei linguaggi offerti dal provider (in genere solo quelli più famosi, è difficile trovare hosting con supporto a ruby o python, o magari a database come postgresql...). Dato lo scarso isolamento, limitato in gerere al solo spazio su disco, se il provider non è attento, i coinquilini del server potrebbero causarci disservizi.

 

 

Passiamo a cosa è una VPS

 

Una VPS, è un altro servizio offerto dai provider, che ci consente di ospitare, non un sito, ma un intero sistema sui suoi server.

 

Questo è reso possibile dalle tecnologie di virtualizzazione, come vmware, hyper-v o XEN, che consentono di creare su un singolo server, tanti altri server virtuali con il loro sistema operativo e completamente autonomi fra loro. A livello di gestione non è vi è differenza dal punto di vista software, fra un dedicato e un vps (nel caso del server dedicato, è compito del cliente occuparsi anche dell'hardware).

 

Le VPS, offrono un ambiente nettamente più isolato (anche se il livello esatto, dipende dalla piattaforma impiegata), e sarà compito dell'utente selezionare e installare il sistema operativo e configurare tutti i servizi.

 

In genere le vps sono vendute con preinstallati tutti i software più comuni e un pannello di controllo. Tuttavia rimane comunque l'onere di curarne gli aggiornamenti e prima o poi per qualche problema, se non si ha esperienza nella gestione dei server, sarà necessario farsi aiutare da qualcuno. Infatti è sempre consigliabile, quando si acquista una vps, avere le giuste competenze o altrimenti di acquistare anche un servizio managed. I problemi di sicurezza sono sempre dietro l'angolo e talvolta è persino difficile capire che il proprio server è stato compromesso.

 

I vantaggi: Ambiente isolato, possibilità di installare il software che più ci piace e configurazionipersonalizzate.

 

Gli svantaggi: Abbiamo un server da gestire e configurare.

 

 

Cosa devo acquistare?

 

La risposta chiaramente non è unica, ma dipende dal proprio sito. Il principio dovrebbe essere in linea generale: se non abbiamo esigenze di software e configurazioni particolari, e non prevediamo una crescita "esplosiva" del traffico, possiamo tranquillamente collocare il nostro sito su un piano di hosting.

 

Infatti questo servizio esiste per quasi tutte le necessità, si và da hosting ultra economici sotto i 10 euro annui, sino ad arrivare ad hosting professionali da diverse centinaia di euro annue, che possono ospitare servizi davvero molto trafficati senza problemi.

 

Se invece siamo in presenza di esigenze software e configurazioni particolari (si pensi ad APC, un opcode accellerator di PHP, che raramente viene offerto su hosting e che può velocizzare parecchio il nostro sito), di un uso intensivo di alcune risorse (CPU, RAM), o ancora si ha in previsione una crescita esplosiva del traffico, ma soprattutto siamo in grado di provvedere alla configurazione e alla messa in sicurezza del server o abbiamo almeno un budget abbastanza largo da permetterci un servizio managed, possiamo optare per un VPS.

 

Per ulteriori approfondimenti

Quale è la differenza tra webhosting e VPS

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×