Jump to content
Sign in to follow this  
Ste

Hosting e Cloud: un ottimo modo di guardare alle debolezze italiane

Recommended Posts

Ho scritto questo pezzo, che al di là della mia esperienza con cloud, hosting e co, vorrebbe avere qualche parere da chi guida aziende di hosting e chi si trova come cliente, a guardare alla concorrenza, estera e non. Mi piacerebbe far capire quanto sia importante sviluppare prodotti, dalla logica al design.

 

Plesk, cPanel etc hanno ucciso questo settore e con loro migliaia di aziende che sono poco più che installatori di server e risponditori di ticket. Nessun valore aggiunto.

 

Cloud Computing: slancio per le debolezze dell'hosting italiano

 

Cosa ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho letto anche io un po' velocemente, pero' c'e' da dire che - purtroppo - innovazione la puoi fare solo se puoi investire tempo e soldi, ferme restando le capacita' di sviluppo.

 

chi ha scelto di adottare sistemi come cPanel o Plesk lo ha fatto per puntare ad altro: qualita' del servizio, assistenza, infrastruttura.

non credo che pubblicare un ulteriore pannello di gestione hosting risolva il problema dell'innovazione, piu' che altro andrebbe pensata una forte integrazione delle attuali offerte con i vari servizi cloud che possono attirare l'attenzione degli utenti.

 

ha senso, sicuramente, puntare allo sviluppo di applicazioni per device mobili ed offrire le infrastrutture adatte ad esse sfruttando i vari sistemi di cloud computing di colossi quali - per esempio - Amazon o Rackspace.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente non vedo in tutta Europa alcuna innovazione degna di nota, non solo in Italia. Ci sono varie ragioni non risolvibili con buona volontà e impegno del singolo imprenditore. Il limite è quasi del tutto strutturale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sinceramente non vedo in tutta Europa alcuna innovazione degna di nota, non solo in Italia. Ci sono varie ragioni non risolvibili con buona volontà e impegno del singolo imprenditore. Il limite è quasi del tutto strutturale.

 

Io invece, concentrandomi sui pannelli di controllo, non vedo il senso di "innovare" a discapito di cpanel o plesk, cioè cosa innoveresti rispetto a loro? Vuoi un servizio efficace? Server attivati in cloud, con cloudlinux sopra e cpanel. Dai ai clienti backup ripristinabili da pannello, possibilità di resize delle risorse condivise e tu stesso, per essere protetto, sfruttando il cloud attivi l'autoscaling. Il cliente si trova un hosting condiviso dinamico e all' hoster non cambia nulla (anzi ci guadagna facendo pagare un servizio in più). Questo è possibile sfruttando però architetture scritte da aziende specializzate. Acquisti il cloud da provider strutturati, acquisti cpanel che ha un ottimo addon per cloudlinux e acquisti cloudlinux che è da anni sviluppato molto bene. Magari ci metti anche kernelcare per evitare reboot del riavvio.

 

Nessuno, nemmeno con grandi disponibilità economiche potrebbe garantirti la stessa qualità sviluppando tutto in casa...

 

Innovare ok va bene, ma non significa che acquistare qualcosa di già fatto significhi offrire un servizio inferiore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mio discorso e quello dell'articolo (mi sembra) è più ampio, e riguarda l'innovazione del settore hosting in generale e non del pannello di controllo. Sto facendo dei test su vari file system distribuiti (Hadoopfs, Ceph, GlusterFS, Lustre, etc.) e nessuno viene dall'Europa. I pannelli hosting hanno qualche limite per i fatti loro e si potrebbe creare qualcosa di alternativo e interessante, un paio di idee le avrei anch'io, ma ne varrebbe la pena? Il settore crescerà ancora?

Il fatto che il principale hosting provider cloud sia uno che prima vendeva solo libri al dettaglio la dice lunga sulla capacità di quest'industria di rinnovarsi e innovare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il mio discorso e quello dell'articolo (mi sembra) è più ampio, e riguarda l'innovazione del settore hosting in generale e non del pannello di controllo. Sto facendo dei test su vari file system distribuiti (Hadoopfs, Ceph, GlusterFS, Lustre, etc.) e nessuno viene dall'Europa. I pannelli hosting hanno qualche limite per i fatti loro e si potrebbe creare qualcosa di alternativo e interessante, un paio di idee le avrei anch'io, ma ne varrebbe la pena? Il settore crescerà ancora?

Il fatto che il principale hosting provider cloud sia uno che prima vendeva solo libri al dettaglio la dice lunga sulla capacità di quest'industria di rinnovarsi e innovare...

 

Per i pannelli, ok tutto ha dei limiti, ma devi anche considerare cosa i clienti conoscono meglio e la portabilità degli stessi. Sai il vantaggio di fare un backup e ripristinarlo dall' altra parte invece che trasferire a mano?

 

Per il filesystem noi usiamo quello di una società Inglese, basta cercare ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di quelli che ho provato io nessuno era europeo, ho citato questo aspetto specifico solo come esempio. Per me l'Europa produce molto meno software di base, e fatica poi a trasformare quello che sviluppa in business di successo planetario. Tornando all'hosting che azienda europea ha proposto servizi hosting innovativi ultimamente? Io al volo non ricordo nulla simile a heroku, nodejitsu o stackdock, di sicuro ci sono, ma in numero molto limitato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×