Jump to content
frk

Esiste un hosting low-cost con assistenza "umana"?

Recommended Posts

"Invece voi state sostenendo che se costa poco è normale che non funzioni"

 

Non mi sembra che in questa discussione qualcuno abbia detto qualcosa del genere, come appunto detto da me, gli hosting lowcost funzionano ovvio, se poi quando si ha un disservizio il cliente se ne esce con delle frasi " ho perso milioni di euro per il disservizio causato" magari di una ora ...

 

Cio' che voglio dire e' che, gli hosting lowcost, funzionano e hanno anche una bella fetta di mercato, ovviamente, non si puo' pretendere che su un hosting lowcost si metta un sito da miliardi di viste al giorno e quando il provider "ti stacca la spina" il cliente se ne deve uscire con peste e corna sul provider, stessa cosa, non si puo' pretendere mica da un servizio lowcost che il provider ti prenda per mano facendo le veci di un webmaster, e' questo cio' che e' sbagliato, l'assistenza fornita da un provider dovrebbe essere solo per problematiche inerenti al provider stesso, e non ad errori causati dal cliente e dove il cliente, PRETENDE che il provider lo risolva ... e' questo quello che e' sbagliato.

 

"Ma allora, sorge spontanea una domanda: se è vero che i piani low-cost non funzionano e sono solo fuffa gettata in faccia ai clienti incompetenti, perchè voi providers li vendete? Sono solo uno specchietto per le allodole per accalappiare polli e per fare cassa? Non vi sembra disonesto?"

 

Ti invito a non distorcere la realta' dei fatti, nessuno, almeno in questo forum, vende fuffa ... i servizi che TUTTI vendiamo funzionano, poi un po' come le scarpe ... il numero delle scarpe si adatta al piede apposito, non si puo' pretendere di avere il piede 44 e comprare le scarpe 30 perche' costano di meno, e pretendere che il piede 44 entri nelle scarpe 30 ...

 

Detto cio', il mio intervento in questo post si chiude qui, frk io ho espresso il mio punto di vista in modo civile, tu invece, oltre a pretendere che la verita' sia solo la tua e che quindi tutti ti debbano dare ragione, stai anche distorcendo la realta' del mercato, e di certo non sono intervenuto per sentirmi dire disonesto e quant'altro, noi almeno nelle risposte "ci mettiamo la faccia" sia a livello umano che aziendale.

 

Vuoi avere ragione tu? Ok, hai ragione tu, i provider che fanno lowcost, sono solo dei ladri truffaldini e vendono solo fuffa per attirare il cliente (anzi il pollo come detto da te) e fare cassa e rubare i soldi alla gente :lode:

 

L'unico che sta facendo magre figure, scusami, ma sei tu e non i provider che ti hanno risposto con gentilezza in questo post.

 

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Esiste un hosting low-cost con assistenza "umana"?

 

Ti rispondo sinceramente per come la vedo io, e questa è e rimane una mia personalissima opinione.

No, non esiste un hosting low-cost dall'assistenza umana e ti spiego perchè, low cost significa che il guadagno come potrai ben immaginare sul prodotto venduto è risicato, questo significa che per guadagnare devi avere un rapporto di clienti/personale estremamente alto (tipo 1000 clienti per ogni operatore) tra questi mille clienti che comprano quel piano ci sono l80% di persone che non capisce nulla o praticamente nulla di quello che sta comprando e le discussioni che si creano per questo squilibrio sono sempre a sfavore del reciproco dialogo e della comprensione.

Questo è da premusumere statisticamente vero per chiunque eroghi determinati servizi, a un determinato prezzo.

Detto questo ci devi anche mettere in mezzo la volubilità umana e le reazioni delle persone allo stress generato da questo genere di impiego; questo vuol dire che nella stragrande maggioranza dei casi le discussioni partiranno prevenute da entrambo i lati (il gestore pensa di avere ragione prima di saperlo esattamente come il cliente pensa di aver ragione prima di saperlo), questo è secondo me il motivo per cui non trovi quello che stai cercando, credo tra l'altro che questa situazione si possa applicare anche a provider non proprio nel target "low-cost".

 

ps: La cosa importante è che umana o no, l'asssistenza ti risolva il problema; ma è una cosa difficile da sapere a priori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ti invito a non distorcere la realta' dei fatti

 

Veramente siete voi per primi che avete distorto la realtà dei fatti, mettendomi in bocca quel che non avevo detto (sin dalla prima risposta) e insinuando che io volessi una ferrari al prezzo di una 500 quando quello che avevo chiesto era chiaro e ho portato anche esempi concreti.

 

Avete alimentato un off-topic che su pochi altri forum sarebbe stato permesso e mistificato la realtà controbattando non a cio che io scrivevo ma a quello che a voi faceva comodo sostenere io avessi scritto. Non so a quali clienti tu ti riferisca, io milioni di euro non li ho mai visti nemmeno in cartolina, non potrei nemmeno sognarmi di dire a un provider che mi ha fatto perdere tanti soldi... come vedi continui a stravolgere i fatti a meno che tu non stessi rispondendo a qualcun'altro che non sono io.

 

non si puo' pretendere mica da un servizio lowcost che il provider ti prenda per mano facendo le veci di un webmaster

...

errori causati dal cliente e dove il cliente, PRETENDE che il provider lo risolva

 

Queste frasi citate dimostrano come tu stia stravolgendo completamente la realtà dei fatti visto che io non ho mai parlato di nulla di simile, anzi, ho specificato chiaramente quallo che non pretendo da un hosting low-cost.

 

E continui a mentire quando scrivi che hai risposto in modo civile, perchè dal momento che siete tutti adulti maturi ed evidentemente intelligenti non posso credere che si tratti di semplice confusione, quanto di una precisa volontà di provocarmi ed alimentare la polemica. Sei il quarto (escludo FlameNetwork che è invece intervenuto davvero civilmente) addetto ai lavori che mi da addosso in questa discussione e questo purtroppo conferma qual che ho detto in altro topic sul fatto che ormai questo forum è diventato una specie di antro dei leoni dove vi divertite a sbranare tutti quelli che non appartengono al vostro circolino elitario.

 

Mi rimane l'amarezza di constatare quanto sia triste questa situazione: credevo che simili comportamenti fossero naturali sui forum adolescenziali dedicati ai videogiochi o allo sport, mentre invece devo trovarmi vittima dello stesso trolling da parte di persone adulte, di professionisti che dovrebbero essere seri. Siete talmente presi dall'ansia di difendere la categoria che non vi accorgete di quanta rabbia e maleducazione riversate sul primo che capita, e della pessima pubblicità che vi fate agli occhi dei potenziali clienti (non parlo di me, ci mancherebbe, ma dei tantissimi lurker che leggono senza iscriversi).

 

Vuoi avere ragione tu? Ok, hai ragione tu, i provider che fanno lowcost, sono solo dei ladri truffaldini e vendono solo fuffa per attirare il cliente (anzi il pollo come detto da te) e fare cassa e rubare i soldi alla gente

 

Questa cosa, veramente, l'avete sostenuta voi, altrimenti io non avrei aperto questo topic, se pensavo che non ci fossero providers onesti.

 

Riguardo la magra figura, perdonami tu, ma sarà chi legge questo topic a decidere chi l'abbia fatta...

 

@ prisoner: ti ringrazio per l'intervento costruttivo che ho trovato interessante e mi piacerebbe approfondire perchè sono stato anche io dall'altra parte della barricata (in ambiti diversi) trovandomi a relazionarmi con clienti che non capivano nulla del lavoro che mi chiedevano di fare (ma non li ho mai trattati a pesci in faccia ;)) ma temo non sia questo il contesto adatto.

 

Chiedo ai moderatori di chiudere questa discussione perchè le poche indicazioni utili le ho già recepite e temo che il tono generale non possa far altro che peggiorare. Io sono molto suscettibile e ne sono conscio ma il mio tono "sanguigno" è sempre riferito a situazioni generiche, mai rivolto all'interlocutore (a parte quando mi sento offeso/calunniato direttamente). Invece certe "civili" obiezioni che distorcono meschinamente i fatti per mettere in cattiva luce l'interlocutore (oltretutto in tanti contro uno, come teppisti) sono molto più violente di una parolaccia buttata lì per sfogo. Vi auguro di trovarvi almeno una volta vittime di una situazione simile per capire come ci si sente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ti sei mai chiesto come mai in altre categorie professionali, soprattutto nei lavori più umili, questo autoeleggersi ad elite mondiale non ci sia, o sia molto meno frequente?

Ad esempio, quelle poche volte che ho duvuto portare la mia automobile dal meccanico, il tizio non si è mai messo a fare lo scenziato perchè sa bene che io di meccanica e di motori ne capisco come il Conte Mascietti e relativa Supercazzola.

 

Quindi, mi chiedo: perchè nel mondo ICT ci sono dei personaggi che se la tirano a bestia e ti mandano pure a quel paese se gli fai troppe domande? Mero narcisismo?

Ci vorrebbe un bagno di umiltà ogni tanto, o no? :)

 

In linea generale sono d'accordo ma, credo, ci sia una differenza di fondo che poi scatena sempre qualche eccesso "da reazione" nel nostro settore:

Quando vado dal meccanico e lui mi dice cosa serve per mettere a posto il problema, io non vado ad insegnargli il lavoro o a fargli i conti in tasca. Men che meno pretendo che utilizzi ricambi a basso costo che mi diano le stesse garanzie degli originali.

Lo stesso dicasi per un idraulico o un carpentiere che, ad una mia eventuale richiesta di "low cost" mi dice: "ok, ma poi non venire a lamentarti".

Se questo fosse chiaro a tutti, non ci sarebbero discussioni kilometriche semplicemente perché se, su un host ci stanno 1000 siti per questioni di costo, è impossibile pretendere che per ognuno di questi siti ci sia un tecnico che li prenda in braccio e li coccoli, quindi risposte "automatiche" e poco tempo da perdere altrimenti il giochino non sta in piedi.

 

Non credo di sbagliare nel fare un ragionamento così.

Share this post


Link to post
Share on other sites
In linea generale sono d'accordo ma, credo, ci sia una differenza di fondo che poi scatena sempre qualche eccesso "da reazione" nel nostro settore:

Quando vado dal meccanico e lui mi dice cosa serve per mettere a posto il problema, io non vado ad insegnargli il lavoro o a fargli i conti in tasca. Men che meno pretendo che utilizzi ricambi a basso costo che mi diano le stesse garanzie degli originali.

Lo stesso dicasi per un idraulico o un carpentiere che, ad una mia eventuale richiesta di "low cost" mi dice: "ok, ma poi non venire a lamentarti".

Se questo fosse chiaro a tutti, non ci sarebbero discussioni kilometriche semplicemente perché se, su un host ci stanno 1000 siti per questioni di costo, è impossibile pretendere che per ognuno di questi siti ci sia un tecnico che li prenda in braccio e li coccoli, quindi risposte "automatiche" e poco tempo da perdere altrimenti il giochino non sta in piedi.

 

Non credo di sbagliare nel fare un ragionamento così.

 

Sì, ma tanto è inutile... apprezzo il tuo ennesimo tentativo, queste cose, in questi anni, quante volte saranno state ripetute?

 

E ogni volta ci ritroviamo con il solito topic, del solito tizio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quando vado dal meccanico e lui mi dice cosa serve per mettere a posto il problema, io non vado ad insegnargli il lavoro o a fargli i conti in tasca. Men che meno pretendo che utilizzi ricambi a basso costo che mi diano le stesse garanzie degli originali.

Per me questo è un fatto antropologico. Tu probabilmente sei o sei stato, lavori o hai lavorato nel settore vendendo le cose dalla parte del fornitore. Ne consegue che conosci perfettamente il background che c'è dietro all'erogazione di un servizio e, più in generale, alla gestione di un'impresa (tasse, contratti, clausole, spese, margini di guadagno, scioperi, stipendi...). Chi non è mai stato da questa parte della "barricata", ovvero il 99% della popolazione mondiale, ignora completamente questi argomenti. L'unico punto di vista che queste persone hanno ed avranno è quello del consumatore quindi la prassi è supponenza e presunzione che arrivano fino anche all'arroganza.

 

Quando ho iniziato a lavorare nel settore avevo 19 anni. Io ho preso la strada della ditta individuale mentre un mio amico e coetaneo, nello stesso momento, quella del dipendente per altre ditte. Oggi, a distanza di anni, quando ci confrontiamo su questioni venali lui sembra mio figlio ed io suo padre perchè, quando entra nel merito dei prezzi di un bene/servizio, lo fa senza conoscere il background di cui sopra. Quando poi gli spiego per filo e per segno perchè una cosa che costa Y la rivendono a Y x 10, conclude con "eccheccazzo! ma lo stato..." :)

 

Ciò detto, io come te non discuterei mai un preventivo di un argomento che non conosco (dentista, meccanico, oculista, idraulico...) perchè capisco la situazione. Se non sono convinto mi informo, faccio domande e sento più persone ma da una persona che è sempre stata solo un consumatore, non puoi aspettarti lo stesso comportamento e non puoi andare a spiegargli come stanno le cose o meglio potresti ma chi te lo fa fare. Non puoi che lasciarli continuare ad esercitare la loro supponenza. Poi è vero che ai 100 euro per un controllo di 5 minuti dal medico, 150 per far scrivere una lettera all'avvocato, 10 euro per un rum & cola in discoteca, 2000 euro per un Moncler non si discute ma ai 30 euro all'anno per un hosting si aprono discussioni chilometriche e si fanno class action per qualche ora di down.

Edited by revhosting

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per me questo è un fatto antropologico. Tu probabilmente sei o sei stato, lavori o hai lavorato nel settore vendendo le cose dalla parte del fornitore. Ne consegue che conosci perfettamente il background che c'è dietro all'erogazione di un servizio e, più in generale, alla gestione di un'impresa (tasse, contratti, clausole, spese, margini di guadagno, scioperi, stipendi...). Chi non è mai stato da questa parte della "barricata", ovvero il 99% della popolazione mondiale, ignora completamente questi argomenti. L'unico punto di vista che queste persone hanno ed avranno è quello del consumatore quindi la prassi è supponenza e presunzione che arrivano fino anche all'arroganza.

secondo me oltre a questa cosa, c'e' da considerare che in generale la qualita' dei servizi e' meno percebile di quella di un prodotto. questa non e' una giustificazione, ma alla fine tutto cio' che non e' tangibile viene sottovalutato quasi sempre: col meccanico non ti lamenti del costo dei pezzi di ricambio, ma della mano d'opera.

questa cosa, oltre a essere abbastanza svilente dal punto di vista professionale, porta anche degli effetti collaterali sulle offerte di mercato visto che la richiesta e' sempre piu' quella di avere un servizio a basso costo.

 

con cio' non voglio ne' giustificare ne' accusare l'una o l'altra parte, e' solo un'osservazione personale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se questo fosse chiaro a tutti, non ci sarebbero discussioni kilometriche semplicemente perché se, su un host ci stanno 1000 siti per questioni di costo, è impossibile pretendere che per ognuno di questi siti ci sia un tecnico che li prenda in braccio e li coccoli, quindi risposte "automatiche" e poco tempo da perdere altrimenti il giochino non sta in piedi.

 

Non credo di sbagliare nel fare un ragionamento così.

 

Su questo non posso che essere d'accordo e, nel mio piccolo, non credo affatto che il ragionamento sia sbagliato. Infatti, se mi arrivasse una risposta automatica o un semplice link a una faq, anche dopo 18 ore dall'apertura del ticket, non mi lamenterei mica di esser "trattato male". Diverso è quando a risponderti è un tecnico "umano" che ti si rivolge sgarbatamente o addirittura in maniera offensiva. Essendo stato io ad aprire il topic posso dirti che è di questo che stavo parlando, non di altro, mi dispiace di non essere stato sufficientemente chiaro, o di aver dato addirittura la sensazione che si trattasse di un attacco alla categoria.

 

E ogni volta ci ritroviamo con il solito topic, del solito tizio...

 

O con la solita risposta del solito troll, che nulla apporta alla discussione se non per scaldare gli animi.

 

L'unico punto di vista che queste persone hanno ed avranno è quello del consumatore quindi la prassi è supponenza e presunzione che arrivano fino anche all'arroganza.

 

In linea di massima sono anche d'accordo con te sulla grande maggioranza dei consumatori, ma mi permetto di farti notare (essendo tu intervenuto in un topic aperto da me) che sarebbe supponente (e un pò offensivo) da parte tua annoverarmi in tale categoria. Se non ti riferivi a me (o anche a me) mi scuso per l'appunto, ma come ben sapete è facilissimo esser fraintesi su di un forum.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×