Jump to content
Sign in to follow this  
Alessio

Hosting Virtuale - problema disattivazione(?)

Recommended Posts

L'unica cosa strana è il fatto che non siano disponibili i log applicativi, ma bisogna farne richiesta.

 

Al momento si tratta di una scelta.

 

Per il resto, trovo che il thread sia un pò pretestuoso, visto che è stata fornita assistenza puntualmente da quanto ho potuto leggere.

Inoltre, indicare che con altri Provider lo stesso sito non ha mai avuto problemi è irrilevante, perchè magari davvero il sito web non è mai stato (fortunatamente) oggetto di attacchi.

Se lo fosse stato, probabilmente ti avrebbero disattivato il servizio dato che ogni Provider ha il sacrosanto diritto di disattivare l'hosting (soprattutto se su piattaforma shared) per non arrecare danni ai clienti ospitati sullo stesso server, ai quali non è giusto dare disservizio per "colpa" di un singolo sito web.

 

Parole sante!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ad oggi non possiedo ancora nessun log.

 

 

Dunque se si dovessero ripresentare problemi ("non ho idea di quali possano essere") mi vedrei nuovamente sospeso tutto? Barzelletta.

 

 

:approved:

 

 

Per quanto controllabile da awstats e gli strumenti di google di problemi non ve ne sono, e anzi aggiungo non ve ne sono mai stati. (sempre in attesa del access log ed error log di apache)

 

Non per stressare o altro, ma HostingVirtuale ha sospeso il servizio perchè ha rilevato che qualcosa non andava con il mio dominio, ma cosa ha rilevato?

Possibile che, sospendono perchè sanno che sia colpa del mio dominio, ma non sanno cosa sia ? Se lo sanno e non lo vogliono dire perchè è lavoro del cliente è ancora più grave.

 

Cosa è stato rilevato? Come è stato rilevato?

 

Per la serie 1+1 fà 2 in genere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ad oggi non possiedo ancora nessun log.

Secondo me c'è un problema di comunicazione tra te e l'hoster che dice, due righe più su, che te li avrebbe forniti.

 

Per quanto controllabile da awstats e gli strumenti di google di problemi non ve ne sono, e anzi aggiungo non ve ne sono mai stati.

Awstats e Google non sono strumenti di debug. Ti potrei illustrare centinaia di casi in cui con una sola richiesta di pochissimi kb, ti sparo la cpu al 100% per un po'. E poi non è detto che il problema sia il website ma potrebbe essere l'MTA, te l'ho già anche detto.

 

Non per stressare o altro, ma HostingVirtuale ha sospeso il servizio perchè ha rilevato che qualcosa non andava con il mio dominio, ma cosa ha rilevato?

Possibile che, sospendono perchè sanno che sia colpa del mio dominio, ma non sanno cosa sia ? Se lo sanno e non lo vogliono dire perchè è lavoro del cliente è ancora più grave.

Non conosco le politiche di HostingVirtuale ma è possibilissimo che abbiano rilevato un'anomalia di consumo di qualche risorsa e non per questo conoscano la causa che risiede all'interno del tuo applicativo per cui loro non possono ovviamente intervenire. Se la tua auto fa fumo come una ciminiera, non passa il collaudo, ma il collaudatore non ti fa mica la diagnosi del motore, per quello ci vuole il meccanico che deve aprire tutto e capire dove sta il guaio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non vengono forniti i log c'è ben poco che l'utente possa fare, è inutile "attaccarlo".

 

In questi casi dove la situazione sembra non volersi sbloccare consiglio la migrazione e buona notte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ad oggi non possiedo ancora nessun log.

 

I log sono nello spazio web, cartella /logs

 

Se non vengono forniti i log c'è ben poco che l'utente possa fare, è inutile "attaccarlo".

 

Veramente avevamo detto che li avremmo forniti e infatti sono stati forniti... perché si dice sempre il contrario di quello che uno dichiara?

 

In questi casi dove la situazione sembra non volersi sbloccare consiglio la migrazione e buona notte.

 

Per risolvere cosa? Anche colleghi in questo stesso thread hanno confermato che in casi analoghi c'è la disattivazione del servizio. Se non risolve il problema, cambiare provider non serve a nulla.

 

Grazie a Valeriano per questo esempio:

"Se la tua auto fa fumo come una ciminiera, non passa il collaudo, ma il collaudatore non ti fa mica la diagnosi del motore, per quello ci vuole il meccanico che deve aprire tutto e capire dove sta il guaio"! PERFECT! :approved:

Share this post


Link to post
Share on other sites
I log sono nello spazio web, cartella /logs

 

Non entro nel merito di chi abbia ragione, lui ieri alle 22:44 sosteneva di non averli, ora li ha, è già un passo avanti.

 

Veramente avevamo detto che li avremmo forniti e infatti sono stati forniti... perché si dice sempre il contrario di quello che uno dichiara?

 

Io ho detto:

Se non vengono forniti i log c'è ben poco che l'utente possa fare, è inutile "attaccarlo".

forse mi sono espresso male, avrei dovuto scrivere:

Finchè non vengono forniti i log c'è ben poco che l'utente possa fare, è inutile "attaccarlo".

 

 

Per risolvere cosa? Anche colleghi in questo stesso thread hanno confermato che in casi analoghi c'è la disattivazione del servizio. Se non risolve il problema, cambiare provider non serve a nulla.

Infatti ho detto:

In questi casi dove la situazione sembra non volersi sbloccare consiglio la migrazione e buona notte.

Se non posso capire il problema perchè non mi danno i logs come faccio? Comunque ora l'utente li ha, è questo che conta.

 

Grazie a Valeriano per questo esempio:

"Se la tua auto fa fumo come una ciminiera, non passa il collaudo, ma il collaudatore non ti fa mica la diagnosi del motore, per quello ci vuole il meccanico che deve aprire tutto e capire dove sta il guaio"! PERFECT! :approved:

Il collaudatore non ti sequestra la macchina impedendoti di fare qualsiasi cosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, sinceramente resto un pò basito da tutta questa la vicenda. Non tanto per la condotta del Provider, nè per la lamentela del loro cliente che ne ha tutto il diritto.

Resto un pò perplesso perchè si continua a perdere di vista un concetto fondamentale, che è questo:

 

l'hosting condiviso è spesso una soluzione economica (non sto dicendo che se paghi poco sia giusto avere un servizio che non funziona, anche perchè non è neanche questo il caso specifico) ma è importante avere la consapevolezza che, essendo appunto condiviso, per ragioni di sicurezza il fornitore potrebbe preventivamente e in via cautelativa disattivare il servizio e poi, a posteriori, analizzare in dettaglio il problema e risolverlo magari in collaborazione con il cliente stesso.

 

Ora, capisco che per il cliente - in generale - questo non va bene perchè non vorremmo mai ritrovarci con il sito web offline. Poi però, se il Provider si ritrova un intero server bucato e 500 siti defacciati perchè sono partiti da una banale sql injection fino a scalare a root con tanto di installazione di un bel rootkit lkm, come la mettiamo?

 

Se prendo in affitto una stanza singola, può succedere di non andare d'accordo con i coinquilini perchè magari uno fuma come un turco, l'altro ha sempre il volume dello stereo a palla fino alle 4 del mattino, e via discorrendo. Magari lo so già, quindi prendo in affitto casa e me ne sto tranquillo per i fatti miei.

 

Perchè allora questo ragionamento non lo si fa anche con i servizi di web hosting, visto il costo ormai accessibile di server virtuali, server dedicati e cloud?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finalmente (in questo caso l'assistenza non molto reattiva 29-30-1-2)

sono stati inseriti i log richiesti,

 

dove si evince il problema,

 

tantissime richieste, circa 600 al file wp-signup.php

da

show history/attacks for IP: 79.175.162.76 (79.175.162.76) IP - Hit: 25; Page:

 

 

il tutto è iniziato alle ore 11:12 e terminato alle 11:28

 

Il problema dovrebbe essere questo.

 

 

Come da gentil consiglio di Rey,

forse, sarebbe il caso di spostarmi su una vps lowcost, magari una atom based a quattro soldi, che alla fine mi costa come lo shared... Avendo anche altri domini sposto tutto e gestisco da me con un pannello open tipo ISPConfig/VesteCP/Sentora/i-MSCP.

 

Non voglio flammare, ne screditare nessuno, ma prima di impedire l'accesso ai propri file, anche in caso di problemi, si contatta, il mio numero di telefono è nei loro database,

inoltre il metodo è sbagliato, anche per i visualizzatori del mio dominio, vedere il tutto sospeso è brutto e fa pensare a qualcosa di strano, ripeto: bastava mandare giù il dns.

Non capisco il perchè del blocco ftp :)

 

Visto anche che loro non intervengono giustamente per risolvere il problema,

impedendomi a me di risolvere, è solo un OFFLINE gratuito, un danno, quasi un dispetto.

 

 

 

Prego HostingVirtuale di non dire cose errate, quando ho scritto il Post, la cartella logs era VUOTA. ;-)

 

 

 

Grazie.

 

 

Per quanto mi riguarda problema risolto.

Buon hosting a tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Perchè allora questo ragionamento non lo si fa anche con i servizi di web hosting, visto il costo ormai accessibile di server virtuali, server dedicati e cloud?

Perché un server va gestito e checchè se ne dica, il 99% degli utenti non lo sa fare e si affida al pannellino LOL di turno, magari free e anche famoso per essere un colabrodo :D . Poi fra 6 mesi torna qua a piangere che le sue mail vanno in spam o che, STRANAMENTE, il sito con 5 utenti attivi è inchiodato e comincerà ad incazzarsi che il provider non gli fornisce supporto per una vps da 5 euro al mese.

 

Però da un certo punto di vista c'è del positivo in tutto ciò (non per noi ovvio), ovvero c'è sempre carne nuova da botnet :D

 

P.S.

Una soluzione di hosting un pelino più PRO con un certo tipo di garanzie potrebbe essere la scelta giusta in questi casi, ovviamente il cliente deve essere disposto a pagare per abbandonare una soluzione low-cost. (che poi parlassimo anche di 150 euro l'anno, per un professionista serio, sono noccioline da mettere a budget dai).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come da gentil consiglio di Rey,

forse, sarebbe il caso di spostarmi su una vps lowcost, magari una atom based a quattro soldi, che alla fine mi costa come lo shared... Avendo anche altri domini sposto tutto e gestisco da me con un pannello open tipo ISPConfig/VesteCP/Sentora/i-MSCP.

Alt, il mio condiglio era di migrare per avere meno "beghe", non aumentarle :D Se non sai gestire un server evita, non è facile come sembra. Se incrementerai il tuo budget sicuramente troverai hosting professionali, è vero anche che se ne trovano di buoni a 30€/anno, dovrai però accontentarti di spazio e banda molto contenuti.
Non voglio flammare, ne screditare nessuno, ma prima di impedire l'accesso ai propri file, anche in caso di problemi, si contatta, il mio numero di telefono è nei loro database,

Se per ogni sospensione dovessero telefonare probabilmente il costo dell'hosting se ne andrebbe in bolletta :cartello_lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×