Jump to content
Sign in to follow this  
lucasabba

cloud server con bilanciatore

Recommended Posts

Ciao a tutti, sono alla ricerca di un servizio cloud dove poter creare 2 server e un bilanciassero per bilanciare il traffico tra i 2. Avevo pensato ad Aruba cloud ma non saprei come fare per tenere sincronizzati i dati tra i 2 server, con plesk infatti non è il massimo questa cosa mi hanno detto.

Qualcuno sa consigliarmi qualcosa?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao a tutti, sono alla ricerca di un servizio cloud dove poter creare 2 server e un bilanciassero per bilanciare il traffico tra i 2. Avevo pensato ad Aruba cloud ma non saprei come fare per tenere sincronizzati i dati tra i 2 server, con plesk infatti non è il massimo questa cosa mi hanno detto.

Qualcuno sa consigliarmi qualcosa?

Grazie

 

Plesk non ha niente a che vedere col bilanciamento.

 

Intanto bisognerebbe vedere che cosa vuoi bilanciare e perché per scegliere la soluzione giusta.

Immagino tu voglia esporre HTTP e HTTPS al pubblico, dubito tu voglia bilanciare mysql, piuttosto vorrai metterlo in failover ma stiamo parlando di due livelli di rete differente.

 

Insomma, per andare su strutture di una certa complessità il pannello non lo prenderei nemmeno in considerazione se non DOPO aver creato tutta la struttura a manina con NFS, heartbeat, mysql in configurazione cluster ed altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Immagino tu voglia esporre HTTP e HTTPS al pubblico

Esatto, devo bilanciare un sito web, il bilanciamento mi serve anche come "piano di riserva" nel caso in cui una vps andasse offline, il bilanciamento rimanderebbe tutto il traffico all'altro. Non sono espertissimo, per questo cercavo qualcosa di non dico pronto ma predisposto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

 

ma questi server che servizi (http, db, e-mail, etc...) devono esporre?

 

Considera che nessun pannello di controllo è progettato per contesti multi server.

Al massimo, con Plesk e company, puoi scorporare il DB Server rispetto al Web Server. Ma per load balancing e infrastrutture più complesse ti consiglio di evitare questi prodotti.

 

Comunque, se devi sincronizzare due Web Server, la soluzione più semplice e economica è rsync in crontab. Magari collegando i due WS su rete interna con link a 1 o 10 Gbps.

 

Il load balancing puoi farlo in diversi modi, anche con un semplice dns round-robin.

 

In ogni caso, la soluzione migliore è da vagliare sulla base del contesto e delle reali esigenze del progetto. Hai dei requisiti?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ecco, vedo che Valeriano mi ha anticipato di poco. :-)

 

Se parliamo solo di HTTP e HTTPS, rsync + crontab potrebbero andar bene se:

 

- non hai una grande mole di dati da sincronizzare

- i contenuti del sito web non variano spesso

 

Se invece devi sincronizzare un Database lo scenario è completamente diverso e più complesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Esatto, devo bilanciare un sito web, il bilanciamento mi serve anche come "piano di riserva" nel caso in cui una vps andasse offline, il bilanciamento rimanderebbe tutto il traffico all'altro.

Non ti serve bilanciare, come sospettavo, infatti non è che una macchina sola non riesca a sopportare il carico di lavoro.

Tu vuoi un piano di failover che è una strategia totalmente differente.

 

Non sono espertissimo, per questo cercavo qualcosa di non dico pronto ma predisposto

Se per un sistema unico unmanaged dico sempre che ci vuole l'esperienza, in un contesto distribuito il livello di difficoltà sale e parecchio.

 

Prima di tutto cerca di individuare quanto tempo puoi stare offline col tipo di servizio che offri e poi in base a quello si può parlare della soluzione più adatta.

 

EDIT:

Doppio incrocio con Flame, dovremo arrivare a sincronizzarci prima di postare :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ecco, vedo che Valeriano mi ha anticipato di poco. :-)

 

Se parliamo solo di HTTP e HTTPS, rsync + crontab potrebbero andar bene se:

 

- non hai una grande mole di dati da sincronizzare

- i contenuti del sito web non variano spesso

 

Se invece devi sincronizzare un Database lo scenario è completamente diverso e più complesso.

Ciao, i dati da sincronizzare non sarebbero molti, si tratterebbe di un sito di un mensile online, il problema sta proprio nel database, il sito dovrebbe essere realizzato in wordpress.

Al momento non ho ancora numeri ipotetici di visitatori e quindi molte di carico per questo sono stato un po' vado, so solo che sarebbero alti, penso sui 10 mila visite (non pagine viste) ogni mese

 

- - - Aggiornato - - -

 

Non ti serve bilanciare, come sospettavo, infatti non è che una macchina sola non riesca a sopportare il carico di lavoro.

Tu vuoi un piano di failover che è una strategia totalmente differente.

 

 

Se per un sistema unico unmanaged dico sempre che ci vuole l'esperienza, in un contesto distribuito il livello di difficoltà sale e parecchio.

 

Prima di tutto cerca di individuare quanto tempo puoi stare offline col tipo di servizio che offri e poi in base a quello si può parlare della soluzione più adatta.

 

EDIT:

Doppio incrocio con Flame, dovremo arrivare a sincronizzarci prima di postare :D

 

Ti ringrazio, si esatto, ho proprio bisogno del failover. Qualche minuto di down ci può stare in caso di problemi, non mi aspetto che in mezzo secondo sia passato al server secondario però neanche delle ore. Non sarei sicuramente in grado di gestire il tutto unmanaged

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, allora stiamo parlando di un classico stack L.A.M.P. su cui bisogna garantire continuità (uptime) di tutto quanto.

 

Per far ciò, bisogna eliminare in primis tutti i potenziali punti di fault (quelli che tecnicamente si definiscono SPOF - Single Point of Failure).

 

Scenario 1 con DNS round-robin:

 

- 2 WS con 2 IP pubblici esposti su Internet, che vengono interrogati in base al DNS round-robin. Sincronizzazione dei WS con rsync + crontab

 

- DB Server su Galera Cluster in configurazione Active/Standby ovvero nodo attivo che risponde + replica su quello in standby. Se quello attivo muore, si "accende" la replica

 

La comunicazione tra WS e DB è auspicabile che avvenga su rete interna, altrimenti addio performances.

 

Scenario 2 con Load balancers:

 

- 2 Load balancers in HA (da Internet ne vedi uno solo)

- 2 WS

- DB come sopra oppure con DRBD

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ti ringrazio, si esatto, ho proprio bisogno del failover. Qualche minuto di down ci può stare in caso di problemi, non mi aspetto che in mezzo secondo sia passato al server secondario però neanche delle ore. Non sarei sicuramente in grado di gestire il tutto unmanaged

 

Qualche minuto di down dell'infrastruttura in un anno è un uptime veramente molto alto da garantire.

 

Forse non sono stato chiaro abbastanza, scusa, riprovo che a volte do per scontate delle cose:

che uptime annuale devi garantire al Cliente da progetto?

lo dico perché se l'obiettivo è un uptime garantito stile "servizi bancari", il cliente dovrà essere preparato a sborsare una svalangata di soldi e mi pare che tutta questa storia sia un enorme overkill considerato che non c'è ancora nemmeno il sito (se ho ben capito).

Se è così, un uptime di una VPS professionale dovrebbe già essere una garanzia sufficiente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Qualche minuto di down dell'infrastruttura in un anno è un uptime veramente molto alto da garantire.

 

Forse non sono stato chiaro abbastanza, scusa, riprovo che a volte do per scontate delle cose:

che uptime annuale devi garantire al Cliente da progetto?

Se è così, un uptime di una VPS professionale dovrebbe già essere una garanzia sufficiente.

MI sono spiegato male, intendevo che quando il server dovesse andare offline prima che riparta il secondario anche se passa qualche minuto non è un problema

la mia preoccupazione non è un down della struttura ma di un qualcosa dentro la vps che la blocca per un qualsiasi motivo

Share this post


Link to post
Share on other sites
MI sono spiegato male, intendevo che quando il server dovesse andare offline prima che riparta il secondario anche se passa qualche minuto non è un problema

la mia preoccupazione non è un down della struttura ma di un qualcosa dentro la vps che la blocca per un qualsiasi motivo

 

Secondo il mio umile parere, stai approcciando il problema dalla parte sbagliata e lo dico per te.

Un "muletto" che parta in caso di necessità, sul cloud lo crei in 10 minuti ma non è ciò che ti serve.

Se ascolti me, prima di tutto, chiarisci col cliente l'uptime che gli devi garantire e poi in base a quello scegli la soluzione più adatta altrimenti sarà un bagno di sangue e ti ricorderai di questo messaggio quando sarà troppo tardi (toccati :asd: ).

Poi fai come vuoi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×