Jump to content
danix

hosting in italia e dominio oltreoceano

Recommended Posts

Salve, ho appena spostato il sito da Phoenix (in Arizona) in Italia, zona Firenze.

In realtà il provider aveva i servers anche in Europa, in Olanda ma senza avvertirmi m'ha mosso il sito a phoenix.

Ora, il nuovo provider italiano ho visto che ha registrato il dominio in Canada mentre i servers sono in toscana.

 

Domanda.. Cosa implica il fatto che il dominio sia oltreoceano? C'è forse qualche rallentamento?

 

Con il traceroute vedo 12 hops e sembra veloce..

 

 

Traceroute information

HOPS:                                      12

MAX RESP. TIME:                     53 ms

AVERAGE RESP. TIME:           14 ms

 

 

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non implica alcunchè.

Dominio e hosting - anche se complementari per un sito web - sono elementi ben diversi tra loro.

Grazie, sono più tranquillo..

Mi piacerebbe anche approfondire, tecnicamente, non troppo, per capire l'interazione tra hosting e dominio..

Se qualcuno ha 2 minuti..

Grazie ancora

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie, sono più tranquillo..

Mi piacerebbe anche approfondire, tecnicamente, non troppo, per capire l'interazione tra hosting e dominio..

Se qualcuno ha 2 minuti..

Grazie ancora

Forse non è il luogo di discussione adatto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi, chiedo venia per l'attesa. :-)

 

Cerco di spiegarti in modo "maccheronico" come funziona.

 

Quando provi ad aprire un sito web, il dns della tua connessione Internet interroga i root nameservers (ovvero i nameservers "globali") che a loro volta instradano la richiesta ai nameservers autoritativi del nome a domino corrispondente al sito web che vuoi visualizzare. Questi nameservers servono alla risoluzione del dominio nell'indirizzo IP, di modo che tu possa visualizzare il sito web.

Queste operazioni sono delle query dns che impiegano millesimi di secondo per essere eseguite e, di conseguenza, del tutto trascurabili dal punto di vista prestazionale.

Considera inoltre che spesso viene usata la cache dns senza fare tutto il giro completo, quindi le operazioni di risoluzione del dominio sono ancora più veloci.

 

Immagina il dominio come il contenitore logico di un sito web e l'hosting come la scatola vera e propria che lo contiene.

Per cui, anche se il dominio è gestito su un provider oltreoceano è del tutto irrilevante. Al contrario, se l'hosting è più lontano da te hai una maggior latenza da/verso il sito web e quindi potrebbe risultare più lento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi, chiedo venia per l'attesa. :-)

 

Cerco di spiegarti in modo "maccheronico" come funziona.

 

Quando provi ad aprire un sito web, il dns della tua connessione Internet interroga i root nameservers (ovvero i nameservers "globali") che a loro volta instradano la richiesta ai nameservers autoritativi del nome a domino corrispondente al sito web che vuoi visualizzare. Questi nameservers servono alla risoluzione del dominio nell'indirizzo IP, di modo che tu possa visualizzare il sito web.

Queste operazioni sono delle query dns che impiegano millesimi di secondo per essere eseguite e, di conseguenza, del tutto trascurabili dal punto di vista prestazionale.

Considera inoltre che spesso viene usata la cache dns senza fare tutto il giro completo, quindi le operazioni di risoluzione del dominio sono ancora più veloci.

 

Immagina il dominio come il contenitore logico di un sito web e l'hosting come la scatola vera e propria che lo contiene.

Per cui, anche se il dominio è gestito su un provider oltreoceano è del tutto irrilevante. Al contrario, se l'hosting è più lontano da te hai una maggior latenza da/verso il sito web e quindi potrebbe risultare più lento.

Ottimo!!

Non fa una piega..

Ti ringrazio

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Domanda.. Cosa implica il fatto che il dominio sia oltreoceano? C'è forse qualche rallentamento?

 

 

 

Come ha ben spiegato Flamenetworks, "dove" sia registrato il dominio non ha nessuna importanza. Se si tratta di un gTLD, i maggiori registrar sono:

 

Tucows/Opensrs (canadese; peraltro, usato anche da Aruba)

Godaddy (USA)

resellerclub (indiano)

 

Credo che questi tre, assieme, facciano ben più del 50% dei gTLD registrati in tutto il mondo...

 

Quello che conta è sicuramente il servizio di hosting e, in subordine, i server DNS.

 

Ultima cosa: nessuno qui si chiama "Otelma". Se specifichi il dominio in questione, è molto più facile capire e darti un'opinione sulla qualità del servizio e su eventuali problemi.

Altrimenti, l'unica è tirare ad indovinare... :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×