Vai al contenuto
Kaylas

Questioni legali Rivenditore

Recommended Posts

Ciao,

 

Sei vincolato a rispettare e far rispettare i termini del servizio del provider al quale ti appoggi più eventualmente altre regole da te imposte non in contrasto con quelle del provider. Fintanto che tutti rispettano tutto non ci sono problemi. Il cliente si registra, accetta i termini del servizio, la tua informativa sulla privacy, cookie law e paga. Fine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

bhe se tu rivendi ti prendi la responsabilita del servizio, ti conviene allora fare firmare un contratto vero e proprio.

Se tu invece fai da intermediario tipo agente allora non hai nessun tipo di obbligo legale se solo un procacciatore di affari

 

Noi come azienda abbiamo molto agenti che come tali vendono ma non rischiano niente 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi come azienda abbiamo molto agenti che come tali vendono ma non rischiano niente 

 

Se sono veri "agenti", non è vero che non rischiano niente.

Se invece sono semplici referrer, allora quello che dici è vero. Ma un referrer NON è un agente.

E, soprattutto, NON chiamarli mai agenti, in nessun caso ed in nessuna situazione: che se ci mette il naso l'agenzia delle entrate o la camera di commercio, il costo di questo banale "errore lessicale" sarà molto salato (sia per te che per l'agente).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ed esattamente che contratto dovrebbe essere richiesto all'avvocato per la "responsabilità" ?

 

 

Il contratto di servizio tra te ed i tuoi clienti.

Il problema è che il 99,99% degli avvocati a cui ti rivolgerai non hanno la minima idea della questione, non hanno nessuna esperienza sui possibili problemi, non sanno da cosa devono tutelarti, e quindi ti faranno pagare salato un contratto che in realtà sarà inadeguato.

E' (anche) questo il motivo per cui, in realtà, tanti tendono a prendere le condizioni d'uso di un altro provider e copincollarle, cambiando solo qualche dettaglio.

(il secondo motivo è ovviamente quello di risparmiare la parcella dell'avvocato...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se sono veri "agenti", non è vero che non rischiano niente.

Se invece sono semplici referrer, allora quello che dici è vero. Ma un referrer NON è un agente.

E, soprattutto, NON chiamarli mai agenti, in nessun caso ed in nessuna situazione: che se ci mette il naso l'agenzia delle entrate o la camera di commercio, il costo di questo banale "errore lessicale" sarà molto salato (sia per te che per l'agente).

 

No, sono proprio agenti plurimandatari con contratto enasarco. Hanno anche loro delle responsabilita ma non quella sull'erogazione del servizio. Come dici tu la parte contrattuale/legale non è uno scherzo.

Poi ci sono migliaia di provider che si improvvisano tali che spesso sono una persona e a volte fanno anche un altro lavoro e poi mettono sul sito assistenza h24.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il contratto di servizio tra te ed i tuoi clienti.

Il problema è che il 99,99% degli avvocati a cui ti rivolgerai non hanno la minima idea della questione, non hanno nessuna esperienza sui possibili problemi, non sanno da cosa devono tutelarti, e quindi ti faranno pagare salato un contratto che in realtà sarà inadeguato.

E' (anche) questo il motivo per cui, in realtà, tanti tendono a prendere le condizioni d'uso di un altro provider e copincollarle, cambiando solo qualche dettaglio.

(il secondo motivo è ovviamente quello di risparmiare la parcella dell'avvocato...)

Ottimo base da cui partire, io specificatamente ho cercato dei avvocati specifici per questi temi, spero che effettivamente sanno di cosa parlano.

Hai per caso qualcuno da consigliarmi ti sarei molto grato (in privato).

 

Tornano in topic, alcuni avvocati mi hanno risposto che in quanto "reseller" l'unica cosa da normalizzare sarebbe effettivamente il servizio da offrire (tipologia di assistenza..), avete dettagli circa questa cosa?

 

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Tornano in topic, alcuni avvocati mi hanno risposto che in quanto "reseller" l'unica cosa da normalizzare sarebbe effettivamente il servizio da offrire (tipologia di assistenza..), 

 

Ecco, comincia con l'eliminare questi avvocati dall'elenco di quelli da prendere in considerazione... :D

 

Mi spiego: TUTTI sono reseller: non c'è nessuno al mondo (tranne forse Google) che venda solo ed esclusivamente servizi propri.

 

Tu acquisti, per esempio, un dedicato dal fornitore A, la banda da B ... A ti da uno SLA del 99%, B del 95% ... però di mezzo ci possono essere dei problemi tuoi che possono abbassare questo SLA, quindi realisticamente lo SLA che potrai offrire ai tuoi clienti sarà più basso.

Ma tu magari poi ti prendi anche altri server da C e D, ed altra banda da E e F ... ed ecco che hai servizi ridondati, e puoi offrire ai tuoi clienti uno SLA superiore rispetto a quello di ogni tuo singolo fornitore.

 

Oppure puoi giocare d'azzardo: il tuo fornitore ti da uno SLA del 95%, e tu invece vendi ai tuoi clienti uno SLA del 99% ... e incroci le dita, sperando che non succeda nulla.

 

Quindi, nel tuo acquisto c'è un aspetto tecnico (cosa acquisti, che caratteristiche ha) e legale (cosa ti viene garantito) 

Gli stessi aspetti ci sono nella tua vendita, ma non è detto che sono direttamente legati ai corrispondenti aspetti del tuo acquisto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottim

 

Ecco, comincia con l'eliminare questi avvocati dall'elenco di quelli da prendere in considerazione... :D

 

Mi spiego: TUTTI sono reseller: non c'è nessuno al mondo (tranne forse Google) che venda solo ed esclusivamente servizi propri.

 

Tu acquisti, per esempio, un dedicato dal fornitore A, la banda da B ... A ti da uno SLA del 99%, B del 95% ... però di mezzo ci possono essere dei problemi tuoi che possono abbassare questo SLA, quindi realisticamente lo SLA che potrai offrire ai tuoi clienti sarà più basso.

Ma tu magari poi ti prendi anche altri server da C e D, ed altra banda da E e F ... ed ecco che hai servizi ridondati, e puoi offrire ai tuoi clienti uno SLA superiore rispetto a quello di ogni tuo singolo fornitore.

 

Oppure puoi giocare d'azzardo: il tuo fornitore ti da uno SLA del 95%, e tu invece vendi ai tuoi clienti uno SLA del 99% ... e incroci le dita, sperando che non succeda nulla.

 

Quindi, nel tuo acquisto c'è un aspetto tecnico (cosa acquisti, che caratteristiche ha) e legale (cosa ti viene garantito) 

Gli stessi aspetti ci sono nella tua vendita, ma non è detto che sono direttamente legati ai corrispondenti aspetti del tuo acquisto.

Grazie del chiarimento, quindi cosa consiglieresti di fare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×