Jump to content
Pandax

4 conti per una valutazione consapevole

Recommended Posts

sto valutando 2 servizi hosting reseller... e ho buttato giù 4 conti per avere un'idea e fare una scelta appunto più consapevole.

 

Non me ne vogliano i servizi di hosting, ne ho presi 2 a campione e non so se i calcoli fatti siano corretti.. oltre a sapere che non sono certo solo i numeri quelli da considerare ma anche il livello di servizio ed assistenza fornito.

 

Volevo solo chiedere a chi legge se ritiene i calcoli giusti...

e se ha suggerimenti su qualche hosting valido con un costo umano e magari una buona assistenza italiana.

 

non ho preso in considerazione server dedicati perchè bisogna gestirle e attualmente non credo ne sarei in grado.

 

ringrazio in anticipo chiunque voglia partecipare alla discussione con suggerimenti, critiche o informazioni.

 

 

HOSTGATOR

caratteristiche server:

  • 16 processori AMD
  • ram 24gb

  • account 61 / 999

  • spazio su disco 83.624 GB / 92.160 GB
  • banda 664.000 GB / 921.600 GB (mensile)

praticamente abbiamo 921.000/92.000 = 10mb di banda per 1mb di spazio

COSTO $34.95 al mese - 420$ all'anno

  • costo per 1 mb -> 420/92.000 = 0,005 $ per 1 mb all'anno
    es. hosting
    spazio 500mb
    banda (500x10) = 5.000mb
    costo 500x0,005 = 2,5 $ l'anno

http://www.hostgator.com/reseller-hosting

REM

caratteristiche server:

  • 24 processori intel
  • ram 40gb

  • account illimitati

  • spazio su disco 11.494 GB / 12.288 GB
  • banda 17.857 GB / 87.040 GB (mensile)

praticamente abbiamo 87.000/12.000 = 7mb di banda per 1mb di spazio

COSTO 60 euro a mese - 720 euro all'anno

  • costo per 1 mb -> 720/12.000 = 0,06 euro per 1 mb all'anno
    es. hosting
    spazio 500mb
    banda (500x7) = 3.500mb
    costo 500x0,06 = 30 euro l'anno

http://www.rem-graphics.it/rivenditori.php

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cominciamo dalla prima, banalissima: che senso ha confrontare il servizio di un fornitore italiano con quello di un fornitore USA?

 

Se il servizio ti serve in Italia, devi confrontare le offerte di fornitori italiani.

Se ti serve negli USA, devi confrontare le offerte di fornitori USA.

 

Altrimenti, l'operazione ha lo stesso senso dell'andare  fare benzina alla pompa sottocasa, e lamentarsi che con quello che paghi un litro dovrebbero darti più di un gallone... :D

 

(Per inciso: molti se ne fregano e lo fanno lo stesso, ma i servizi hosting di provider USA, legalmente, per utenti italiani sarebbero inutilizzabili: la loro legislazione sula privacy è diversa e totalmente incompatibile con la nostra)

Share this post


Link to post
Share on other sites

....mmm 
a me in verità serve un servizio... di hosting reseller... 
quindi spazio, banda, creazione utenti... che lo venda un italiano o un indiano o un americano... per me quale differenza farebbe? 
tranne ovviamente l'assistenza in lingua.

per servizi come quello di hosting che non richiedono di essere sul territorio per usarli... mi sembra normale andare anche a fare un confronto con l'estero... la chiamano globalizzazione.

 

per il fatto che gli hosting USA legalmente non sarebbero utilizzabili, non la sapevo... è la prima che sento in verità.

detto questo, io mi chiedevo.. a prescindere dagli hosting che ho usato come confronto.. se i conteggi fatti a quel modo fossero "sensati".. per poter avere una base di valutazione per "qualsiasi" hosting. 
ripeto.. "una base" è chiaro che poi bisogna vedere nei fatti come realmente funziona il servizio.

 

ti invito e invito tutti anche a fare esempi o suggerire hosting ... se italiani, tanto meglio. 
di mio ad esempio personalmente preferisco i servizi italiani.

volendo fare un confronto tra italiani, ho notato che serverplan ha costi simili ad hostgator.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il tuo ragionamento ha una falla di base:

 ad un servizio di hosting USA si applica legge USA, ad uno italiano quella italiana. Se tu (italiano) vendi ad un cliente italiano un servizio hostato negli USA, senza contemporaneamente fargli firmare col sangue un contratto di 1300 pagine con clausole capestro scritte in minuscolo, avrai la seguente situazione:

- fra te ed il tuo cliente si applicherà la legge italiana

- fra te ed il tuo hoster quella USA

Vuoi un po' di esempi da incubo?

 

- ti arriva da un magistrato italiano la richiesta di intercettare il flusso email di determinate caselle; tu giri la richiesta al tuo hoster USA che, sostanzialmente, ti risponde: "A meno che ad ordinarcelo non sia un giudice USA, noi non intercettiamo un ca%%o"

Indovina chi è il vaso di coccio in questa situazione?

 

- viceversa, negli USA esiste un qualcosa che si chiama "Patriot Act", in virtù del quale un qualsiasi agente federale può accedere a TUTTO del tuo servizio di hosting (archivi mail, database ecc. ecc.) su semplice richiesta. Adesso, prendi il codice privacy italiano e guarda un po' quanto norme vengono violate in questo caso.

E prova ad indovinare chi ci va di mezzo, per aver fornito un servizio difforme da quello dell'informativa privacy "standard" che ha fatto sottoscrivere al cliente?

(Per inciso: puoi preparare tutte le informative che vuoi, ma non saranno valide: ci sono degli aspetti della privacy italiana che non sono eludibili, e  per questo dicevo che i servizi USA non sono proprio utilizzabili. Il Canada ha una normativa sulal privacy più vicina a quella italiana, e quindi servizi canadesi, accompagnati da un'opportuna informativa, sono utilizzabili; ma se lo fai, non sarà certo per risparmiare poche centinaia di euro all'anno!!! Il gioco non vale la candela...)

 

- qualcosa va storto, e perdi tutti i dati, con un danno di €€€.
I tuoi clienti cominciano a correrti dietro, cominciano ad arrivarti lettere di avvocati italiani, e le prime cartoline verdi...

Tu pensi: "La colpa è del servizio di hosting, li richiamo in causa!"

E cominci a cercarti un avvocato a Houston... :D

 

Su un piano puramente tecnico:

- latenza
A meno che non vai a configurare CDN in maniera ottimale ed al limite dell'ossessivo, in termini di latenza il miglior servizio negli USA sarà comunque inferiore al peggior servizio disponibile sul mercato italiano. 

 

- costi infrastrutturali

Negli USA sono MOSTRUOSAMENTE più bassi che non in Italia, e parecchio più bassi che non in Europa.

Se veramente, grazie ai miracoli della globalizzazione, fosse indifferente avere un server negli USA o in italia... potremmo anche chiudere tutte le farm italiane, e usare solo servizi USA.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un ulteriore appunto: ti sei mai chiesto perché, per esempio, per il servizio Azure hai la possibilità di scegliere in quale nazione sono conservati i tuoi dati?

 

Leggiti un po' questo forum (non le patetiche scuse dei tecnici Microsoft, che cercano di minimizzare, ma le informative e le FAQ:   https://social.msdn.microsoft.com/Forums/en-US/909711a6-5182-42f5-bd41-990ea9162d43/patriot-acts-implications-for-hosting-in-the-cloud?forum=WindowsAzureAD )

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie per le info, certe cose proprio non le sapevo e credo saranno utili a tutti quelli che le leggeranno.

 

^_^

 

detto questo faccio 2 esempi di fantasia e tolgo i link... volevo solo chiedere se un conteggio di questo tipo è abbastanza corretto o no.

HOST 1

caratteristiche server:

  • account illimitati

  • spazio su disco 100 GB
  • banda 500 GB (mensile)

praticamente abbiamo 500.000/100.000 = 5mb di banda per 1mb di spazio

COSTO 40 euro a mese - 480 euro all'anno

  • costo per 1 mb -> 480/12.000 = 0,0048 euro per 1 mb all'anno
    es. hosting
    spazio 500mb
    banda (500x5) = 2.500mb
    costo 500x0,0048 = 2,4 euro l'anno

HOST 2

caratteristiche server:

  • account illimitati
  • spazio su disco 18 GB
  • banda 56 GB (mensile)

praticamente abbiamo 56.000/18.000 = 3mb di banda per 1mb di spazio

COSTO 60 euro a mese - 720 euro all'anno

  • costo per 1 mb -> 720/18.000 = 0,04 euro per 1 mb all'anno
    es. hosting
    spazio 500mb
    banda (500x3) = 1.500mb
    costo 500x0,04 = 20 euro l'anno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now

×