Jump to content
harley_davidson

Aspetti giuridici per chi non paga

Recommended Posts

 

Quesiti giuridici circa i domini internet

 

 

Vi scrivo per un problema giuridico che di solito investe i provider di servizi ed i webmaster, ma che, credo abbia un vuoto legislativo. Pertanto è molto importante SE mi aiuterete sul da farsi per non incappare, ahimè, in una procedura civile durevole secoli.

 

1) primo quesito:

 

Ho un cliente, esso ha un dominio su cui io ho fatto un sito, il dominio è registrato presso il mio provider di registrazione. Il cliente ha, a sua volta, clienti che pagano per la pubblicità. Il mio cliente riceve soldi dai suoi clienti per la pubblicità sul sito che è registrato presso un register (tipo aruba.it) da me. Io ho la capacità di tenerlo in lock o meno. Il caso numero uno riguarda il mio cliente che riscuote i soldi di pubblicità e non paga il rinnovo a me che lo gestisco come webmaster. Se non mi paga io dovrei non rinnovare il dominio. Ma se non rinnovo il dominio i suoi clienti chiederanno i danni. Il mio cliente potrà dire che i danni devono essere chiesti a me che gli ho fatto scadere il dominio. Certamente il dominio all’improvviso si fermerebbe e tutti andrebbero dall’avvocato. Non sò se io sia obbligato a comunicare la cessazione del dominio essendo tale data di dominio pubblico. Riassumendo: posso lasciar scadere il dominio o sono responsabile del mancato servizio? Il fatto che non sono stato pagato è evidente.

 

2) secondo quesito

 

Lo stesso cliente non mi paga né il rinnovo del suddetto dominio, né la fattura dei miei costi di attivazione servizi. Cioè non è solvente. Ma si accorge che il dominio è in scadenza. A quel punto, non volendo pagare, chiede il trasferimento ad altro provider. Posso mantenere il dominio in lock fino a che esso non viene saldato e poi lasciare seguire il trasferimento? Riassumendo: posso mantenere lo stato del dominio in lock se il cliente non paga?

 

Vi prego vivamente di non rispondere se non sicuri. Per vari motivi. Il primo è che si sporca un bel thread con risposte tipo: mi sa che .....; non sono sicuro ma credo che ....; ma ti sei convinto di ....; se lo sapete scrivete sennò vi prego di ignorarmi. Tenete presente che certe esperienze negative capitano a tutti e che sarebbe bello avere delle soluzioni secche e pulite senza fronzoli. GRazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono un avvocato, né ho forti competenze legali, però credo che se usi una comunicazione trasparente, lui non possa appigliarsi a nulla.

 

Ho alcune domande:

  • nel contratto che il cliente ha sottoscritto (l'ha fatto, vero?) c'è specificato come vengono gestiti i rinnovi?
  • il software caricato sul sito è tuo o del cliente? nel caso sia tuo, è considerato un servizio o un bene?

Se nel contratto c'è scritto che c'è un tacito rinnovo, semplicemente rinnova e fatturagli le cose, mandandogli la richiesta di pagamento per il precedente, magari con raccomandata A/R e scritta da un legale.

Se nel contratto non c'è il tacito rinnovo, non credo tu sia obbligato (ma chiedi a un legale per esserne certo) a ricordare ai tuoi clienti che il servizio (dominio o anche il software, se è il tuo) è in scadenza.

 

In ogni caso, non lascerei scadere il dominio, piuttosto lo rinnoverei e lo redirigerei ad una pagina di servizio.

 

In questi casi, credo sia sempre meglio, essere il primo a tutelarsi con delle azioni legali, in modo da avere le spalle coperte.

 

Quindi, credo che una consulenza legale ti serva.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1) primo quesito:

 

Ho un cliente, esso ha un dominio su cui io ho fatto un sito, il dominio è registrato presso il mio provider di registrazione. Il cliente ha, a sua volta, clienti che pagano per la pubblicità. Il mio cliente riceve soldi dai suoi clienti per la pubblicità sul sito che è registrato presso un register (tipo aruba.it) da me. Io ho la capacità di tenerlo in lock o meno. Il caso numero uno riguarda il mio cliente che riscuote i soldi di pubblicità e non paga il rinnovo a me che lo gestisco come webmaster. Se non mi paga io dovrei non rinnovare il dominio. Ma se non rinnovo il dominio i suoi clienti chiederanno i danni. Il mio cliente potrà dire che i danni devono essere chiesti a me che gli ho fatto scadere il dominio. Certamente il dominio all’improvviso si fermerebbe e tutti andrebbero dall’avvocato. Non sò se io sia obbligato a comunicare la cessazione del dominio essendo tale data di dominio pubblico. Riassumendo: posso lasciar scadere il dominio o sono responsabile del mancato servizio? Il fatto che non sono stato pagato è evidente.

 

Non sono un avvocato ma ti rispondo senza giri di parole cosa farei io. Fotte sega dei problemi dei clienti del mio cliente. Il mio cliente è inadempiente con i pagamenti nei miei confronti quindi stacco tutto senza nemmeno pensarci due volte con la convinzione di essere dalla parte della ragione. Volendo fare un esempio, ci mancherebbe che un OVH o un Aruba di turno debba tenere online i server dedicati di un'azienda che ospita N siti web e che non paga il nolo dei server. Non è mica un problema di OVH se poi le persone ospitate in quei server vanno offline. Faranno causa, se lo desiderano, alla persona alla quale hanno pagato il servizio che chiaramente non è OVH. Diversamente sarebbe il ribaltamento della realtà.

 

Tu eroghi un servizio dietro pagamento. Se il cliente non paga il servizio cessa di esistere. Se non fosse così, tutti i Registrar della terra non potrebbero staccare nemmeno un dominio di quelli non rinnovati solo perchè magari gli utenti di un forum ospitato su uno di questi domini potrebbero arrabbiarsi. In definitiva la tua responsabilità arriva fino al tuo cliente. Non sei responsabile per i clienti dei suoi clienti.

 

2) secondo quesito

 

Lo stesso cliente non mi paga né il rinnovo del suddetto dominio, né la fattura dei miei costi di attivazione servizi. Cioè non è solvente. Ma si accorge che il dominio è in scadenza. A quel punto, non volendo pagare, chiede il trasferimento ad altro provider. Posso mantenere il dominio in lock fino a che esso non viene saldato e poi lasciare seguire il trasferimento? Riassumendo: posso mantenere lo stato del dominio in lock se il cliente non paga?

 

Puoi tranquillamente far scadere i domini visto che non ti ha pagato ma nel tenerlo in ostaggio (Locked) sarebbe contro le regole. Passeresti dalla parte del torto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

Puoi tranquillamente far scadere i domini visto che non ti ha pagato ma nel tenerlo in ostaggio (Locked) sarebbe contro le regole. Passeresti dalla parte del torto.

 

Dipende.

In realtà, tra le regole ICANN (che regolano i domini .com .net .org ecc.) c'è una riga, solitamente ignorata dai più, che A CERTE CONDIZIONI ti permette di farlo ...

 

Infatti, tra le altre cose c'è scritto:

 

3.10 The Registrar of Record has other mechanisms available to collect payment from the Registered Name Holder that are independent from the Transfer process. Hence, in the event of a dispute over payment, the Registrar of Record must not employ transfer processes as a mechanism to secure payment for services from a Registered Name Holder. Exceptions to this requirement are as follows:
 
3.10.1 In the case of non-payment for previous registration period(s) if the transfer is requested after the expiration date, or
 
3.10.2 In the case of non-payment of the current registration period, if transfer is requested before the expiration date.
 
Quindi, in realtà, se c'è in gioco il canone di mantenimento dominio, il dominio può venir bloccato (attenzione che non si tratta di un "lock" normale: in questo caso bisogna metterlo in "hold", che è cosa ben diversa...)
 
Vi faccio inoltre presente un dettaglio, su cui un esperto di domini può andare a nozze: i vincoli di ICANN riguardano i REGISTRAR, mentre per i reseller sono dovuti solo a causa di un vincolo contrattuale con il registrar.
Cosa significa?
Che il reseller può farlo comunque più o meno impunemente. Per far valere il proprio dirritto, il registrante dovrà bypassarlo e rivolgersi direttamene al Registrar... e, in certi casi, diventa una via crucis (fax intercontinentali, obiezioni "eh ma nel fax della tua carta d'identità la foto non si vede bene e la firma è un po' differente" ecc. ecc.

Attenzione che per farlo sono necessari anche altri accorgimenti, che qui non vado a dettagliare perché non mi pare il caso: vi basti sapere che, "in certi casi" ed "a certe condizioni", in realtà "si può fare"... ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Tu eroghi un servizio dietro pagamento. Se il cliente non paga il servizio cessa di esistere. Se non fosse così, tutti i Registrar della terra non potrebbero staccare nemmeno un dominio di quelli non rinnovati solo perchè magari gli utenti di un forum ospitato su uno di questi domini potrebbero arrabbiarsi. In definitiva la tua responsabilità arriva fino al tuo cliente. Non sei responsabile per i clienti dei suoi clienti.

 

 

Quoto e sottoscrivo.

Cito un episodio:

- Cliente che non paga, provider che scollega alcuni server dedicati del cliente 

- due giorni dopo al provider arriva una PEC con una diffida da parte di un ente pubblico (un piccolo comune), minacciando fuoco e fiamme per presunta "interruzione di pubblico servizio"

- pacatamente, il legale del provider gli ha risposto che non c'era nessun problema a ripristinare il servizio, se il comune si faceva garante dei debiti del suo fornitore (e cliente del provider); PEC mandata al comune e, per conoscenza, alla Prefettura

- pare che il segretario del comune sia stato convocato d'urgenza in prefettura per un adeguato shampoo... :D

In compenso, tre giorni dopo il cliente insolvente pagò quanto doveva, ed il servizio venne ripristinato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×