Jump to content
Sign in to follow this  
sineverba

Trasferimento .com e cessazione servizi durante il trasferimento... possibile?

Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

scusate per il titolo poco chiaro ma cercherò di spiegarlo meglio.

 

Un mio cliente ha registrato un .com da alcuni anni con un'azienda che fornisce solo template per fare un sito e caselle di posta (no hosting, no gestione DNS). Tale azienda registra tramite REGISTER (da un Whois il registrante è proprio REGISTER).

 

Ora, venuto il momento di portare via quel dominio per costruirci un sito "vero", abbiamo chiesto all'assistenza se avessero sospeso i servizi anche durante il trasferimento o solamente dopo.

 

La loro risposta è stata che DURANTE TUTTO IL TRASFERIMENTO nessun servizio sarebbe stato più raggiungibile.

 

Ovviamente è subentrato il "panico" perchè non si può restare senza posta elettronica (aziendale) per 5/7 giorni.

 

I passi che ho fatto:

 

  • Ho chiesto (anche a pagamento) la modifica del record MX se non degli NS > risposta "non si può fare, non offriamo questo servizio"
  • Ho chiesto di lasciare in piedi i servizi fino alla scadenza contrattuale (non del dominio) prevista a dicembre 2017 > risposta "non si può fare, cessiamo quando te ne vai"
  • Ho chiesto di lasciare in piedi i servizi fino alla avvenuta MIGRAZIONE del dominio (e quindi ad avvenuto cambio registrar) > risposta "guarda che dipende dal nuovo mantainer, noi cessiamo, deve sistemare lui".
  • Ho chiesto a REGISTER di bypassare loro dato che il dominio l'hanno registrato loro e register mi ha detto di no.

 

Vi chiedo allora:

 

1) In fase di migrazione di un .com, se il NUOVO registrar / mantainer me lo permette, io posso tranquillamente ricreare intanto (almeno) le caselle di posta, giusto?

 

2) In fase di migrazione di un .com se il VECCHIO registrar vuole, può lasciare tranquillamente i servizi attivi, giusto? Dato che poi con la migrazione gli NS puntano a nuovo servizio, loro semplicemente avranno un servizio "fermo a far polvere". Questo per evitare qualche disagio, che si fermano soltanto alle 12/24/36h di propagazione DNS dopo il trasferimento

 

Voi cosa fareste in questa situazione? Che ne dite del punto 2? Grazie

 

Alessandro

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

  • Ho chiesto a REGISTER di bypassare loro dato che il dominio l'hanno registrato loro e register mi ha detto di no.

 

 

Hummm ... dipende da cosa esattamente hai chiesto, e di COME lo hai chiesto...

 

Una domanda: se il tuo provider NON ti fornisce i DNS... chi te li sta fornendo?

 

Comunque: in linea di principio, il losing registrar (Register) dovrebbe fornirti il servizio DNS fino a che il dominio è in pending-transfer; nel momento in cui il trasferimento si è concluso, dovrebbe piallare la relativa zona sui suoi server.

Questo, con qualche accorgimento, permette di mantenere i down al minimo.

 

Se non ti permette con i DNS di puntare a servizi esterni, cancella tutto appena il dominio entra in pending transfer ecc., direi che non si tratta di un provider "molto collaborativo" (per usare un eufemismo).

 

Chi è 'sto fenomeno? :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao VonT,

l'abbiamo chiesto (con il Cliente) direttamente tramite chat.

 

Non mi fornisce i DNS, nel senso non mi fa entrare nella configurazione (gli NS puntano a lui e quindi la zona la mantiene lui)

 

Cmq confermo che l'attuale provider fa esattamente quanto dici tu. Al momento, essendo in ballo, preferirei non fare nomi, ma appena possibile non macherò di descrivere le situazioni.

 

Tra l'altro hanno messo nel campo REGISTRANTE come mail il valore "null"... e quindi per far fare quella modifica ribloccheranno il dominio per altri 60 giorni...

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Non mi fornisce i DNS, nel senso non mi fa entrare nella configurazione (gli NS puntano a lui e quindi la zona la mantiene lui)

 

[...]

 

Tra l'altro hanno messo nel campo REGISTRANTE come mail il valore "null"... e quindi per far fare quella modifica ribloccheranno il dominio per altri 60 giorni...

 

Secondo me ti conviene bypassarli ed interfacciarti direttamente con Register.it

 

Considera che:

- se gli indichi dei NS esterni da utilizzare, in teoria Reisgister.it dovrebbe settarli secondo le tue istruzioni; quindi, una soluzione potrebbe esser quella di trovare de NS "di altri" e chiedere a register.it di usare quelli

- Register.it ha facoltà di modificare il Registrante, senza contemporaneamente imporre il 60-days lock (quindi, soprattutto in un caso del genere, dove l'errore è palese, potrebbero farlo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alla fine, il dominio .com è stato trasferito senza problemi, dopo aver chiesto la modifica della email del registrante e ottenuto di lasciare il dominio non in fase lock.

 

E durante tutto il trasferimento il dominio non è mai andato down, neanche durante il pending transfer.

 

A questo punto mi chiedo se è una strategia messa in atto dal provider per spaventare e cercare di non far trasferire i domini o se semplicemente è stato evitato al nostro ordine di essere cessato... bah....

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

A questo punto mi chiedo se è una strategia messa in atto dal provider per spaventare e cercare di non far trasferire i domini o se semplicemente è stato evitato al nostro ordine di essere cessato... bah....

 

Probabile.

Però sarebbe bello sapere che i. 'sto provider... ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×