Jump to content
Elena

Fatture insolute per webdesign+hosting, cosa fare

Recommended Posts

Buongiorno, 

premetto che sono nuova e non so bene se ho azzeccato thread.

Ho una questione legale da risolvere e vorrei chiedere un consiglio a chi magari ha già avuto esperienza diretta in merito.

Siamo una piccola agenzia, per il cliente di un collega freelance, e quindi per suo conto, abbiamo realizzato un sito vetrina, per cui ci è anche stato richiesto il servizio hosting annuale.

Il contratto è regolare: il collega ci ha pagato l'acconto e meno di un terzo della fattura di saldo. Dice che il lavoro non è finito, ma il sito è online, funzionante e utilizzato dal suo cliente.

Abbiamo ovviamente consultato un avvocato, perchè la cifra è importante. Ha scritto varie pec (tutte senza risposta) e ci ha consigliato di fare una citazione e poi un decreto ingiuntivo, cosa che faremo, nonostante i tempi biblici.

Mi rendo conto che la situazione sia complessa perchè c'è di mezzo un soggetto terzo, ovvero il nostro collega, a cui abbiamo intestato preventivi e fatture ma che di fatto non gode del sito in prima persona, però mi chiedevo: in un caso come questo, in cui di fatto il server su cui è ospitato il sito è di nostra proprietà, possiamo minacciare di oscurarlo senza incorrere in ripercussioni? 

Grazie,

E.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

Se il cliente è moroso non vedo perché tu debba continuare ad erogargli il servizio. Generalmente questo genere di problemi sono regolati dal tuo stesso contratto che non so cosa recita.

Parlando in generale potresti revocare l'uso del tuo software/soluzione mediante dispositivi di bloccaggio. Chiaramente questo tipo di approccio presuppone che tu abbia un licensing system. In alternativa visto che il cliente ha un hosting puoi staccarglielo fino a rientrare dei soldi che ti deve. Se ti deve 1000 euro e l'hosting costa 500 euro l'anno va da sé che ogni giorno che passa ti riprendi i soldi. Se poi c'è di mezzo l'assistenza tecnica non la fornisci e se il cliente fa storie gli ricordi che come lui esige supporto tu esigi d'esser pagata.

Io personalmente adotto questi sistemi e dopo l'avvenuto saldo le strade tra me e il cliente si dividono definitivamente perché se si è comportato così una volta può farlo due volte. Come soluzione finale potreste accordarvi per una consegna parziale del tuo lavoro. Se il cliente ti deve pagare ancora 2/3 vorrà dire che gli consegnerai 1/3 del lavoro. Ovviamente se il lavoro lo hai completato dovresti evitare questa soluzione in quanto significherebbe aver lavorato 2/3 del tempo per niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Katamaze,

grazie per la tua risposta.

Il contratto non dice nulla in maniera specifica dell'hosting, purtroppo, ma solo dell'esecuzione del progetto, perchè l'hosting è stato richiesto in un secondo momento. La richiesta è stata formulata e ufficializzata via mail, ma senza clausole legate al pagamento.

Il punto è che, in questo caso, noi il contratto l'abbiamo con un soggetto terzo, e non con il cliente finale (di fatto proprietario del sito). Da qualche parte avevo letto che sospendere il servizio ci avrebbe messo nella parte del torto per questo motivo, e che avremmo rischiato delle ripercussioni legali (che ovviamente voglio evitare).

Mi chiedevo se fosse davvero così o potessero esistere dei modi per aggirare il problema.

Grazie.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now

×