Jump to content
Sign in to follow this  
megadix

VPS vs Dedicato: domande banali da niubbio? (ma non troppo)

Recommended Posts

Come suggerito da Ste (HT Admin):

http://www.hostingtalk.it/forum/showthread.php?p=75541

 

apro un nuovo topic, sperando con il vostro aiuto di capirci qualcosa :)

La domanda che vi pongo è la seguente:

 

Secondo voi l'utilizzo di un VPS o meglio, di più VPS contemporaneamente, migliora o peggiora la gestione di high-availability e prestazioni, a parità di costo rispetto ad una soluzione basata su server dedicati ?

 

Ovviamente in entrambi i casi si parla di server managed.

 

Ciao e grazie a tutti per l'entusiasmo e la professionalità che ci mettete in HT, sia boss che frequentatori :approved:

Share this post


Link to post
Share on other sites

peggiora le prestazioni.

 

per quanto buona possa essere la tecnologia di virtualizzazione overhead ci sarà sempre e se punti alle massime prestazioni non riuscirai a tirargliele fuori... (poi ovvio che dipende da che prestazioni ti interessano... se è quasi tutto accesso al disco forse su un VPS ti puoi anche trovare meglio boh...)

 

l' HA lo metti alla prova quando cade una macchina ... nel caso di un VPS a parità di costo forse hai meno PROBABILITà che cada per problemi hardware e fai prima a spostare l'immagine su un nodo diverso

Share this post


Link to post
Share on other sites
peggiora le prestazioni.

 

per quanto buona possa essere la tecnologia di virtualizzazione overhead ci sarà sempre e se punti alle massime prestazioni non riuscirai a tirargliele fuori... (poi ovvio che dipende da che prestazioni ti interessano... se è quasi tutto accesso al disco forse su un VPS ti puoi anche trovare meglio boh...)

 

l' HA lo metti alla prova quando cade una macchina ... nel caso di un VPS a parità di costo forse hai meno PROBABILITà che cada per problemi hardware e fai prima a spostare l'immagine su un nodo diverso

 

Dipende, potrebbe anche essere interessante ed utile usare server dedicati con vps sopra, ovviamente in tal caso metteresti una o massimo 2 vps per server (il server è tuo, non ho dell'hoster) e se ti va giù una vps in un nodo, la attivi in un secondo nell'altro nodo rimasto su.

Le prestazioni non sarebbero così tanto peggori rispetto ad un dedicato singolo. Saranno sicuramente peggiori ma forse sono compensate dalla praticità e flessibilità in caso di guasto ad una macchina host.

 

Ma forse, conviene valutare anche la ridondanza intera dei server, dipende da cosa bisogna fare.

Se bisogna ridondare 1 servizio e si hanno due server, tanto vale ridondare i server, se si devono ridondare più cose, forse con 2 vps per server (in tutto 4 vps) si risparmia... (2 server anzichè 4 e la ridondanza la fa vmware o xen in automatico)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parità di costo (???), secondo me è sempre migliore una soluzione basata su un'architettura cluster attivo/attivo (con load balancing) con macchine dedicate.

In questo modo puoi garantire continuità del servizio e performances contemporaneamente.

Ovviamente il tutto dipende dal budget da investire e dalle reali esigenze, ma c'è una cosa che non riesco a capire...come può esserci parità di costi tra due soluzioni sostanzialmente diverse? Penso che un'architettura cluster sopra descritta sia decisamente più costosa rispetto ad un'implementazione tramite VPS. :63:

Share this post


Link to post
Share on other sites
A parità di costo (???), secondo me è sempre migliore una soluzione basata su un'architettura cluster attivo/attivo (con load balancing) con macchine dedicate.

In questo modo puoi garantire continuità del servizio e performances contemporaneamente.

Ovviamente il tutto dipende dal budget da investire e dalle reali esigenze, ma c'è una cosa che non riesco a capire...come può esserci parità di costi tra due soluzioni sostanzialmente diverse? Penso che un'architettura cluster sopra descritta sia decisamente più costosa rispetto ad un'implementazione tramite VPS. :63:

 

Be un cluster active/active o active/passive su linux lo fai con 4 server (due director e due server per dati).

Un cluster active/passive o active/active (si può fare?) con VPS lo fai con VMWARE 'grosso' o Xen 'grosso' ed entrambi costano parecchio, probabilmente più dei due server.

 

Considerato che i 2 server director hanno come costo solo l'hardware (il director è opensource e gratuito) bisogna paragonare:

 

costo due server director = costo vmware ?

 

Di certo le prestazioni sono inferiori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Una cosa del genere con l'utilizzo di VPS forse ci può stare...ma non so quanto possa essere applicabile usare VPS in altri ambienti che, ora come ora, non mi vengono in mente.

Che intendi per VMWARE/XEN 'grosso'? Un singolo serverone mega galattico?

 

No, intendo la versione a pagamento di vmware, non ricordo il nome.

Comunque quella che permette di clusterizzare il tutto.

Non la versione server insomma :)

 

ESX o una cosa simile... Mai usato vmware quindi non sono pratico di nomi...

 

Comunque, sia ben chiaro che io intendevo mono-VPS su un singolo nodo.

Quindi non tanto per i benefici di far girare più sistemi operativi o più macchine virtuali su una singola macchina fisica, ma per la possibilità di migrare al volo la VPS dal nodo guasto al nodo attivo.

 

Si può strutturare qualcosa di sto tipo:

 

server1+drbd+vps1

server2+drbd+vps2

 

i dati sui server sono sincronizzati da drbd.

Se server1 va giù (e quindi anche vps1), basterà fare la migrazione della vps1 sul server2 e viceversa.

 

In questo modo servono solo 2 server anzichè non meno di 4 (2 director e 2 server con i dati).

 

Fare HA con VPS dove sulla stessa macchina girano più VPS differenti, o si ha un grosso serverone potente o diventa un calvario.

 

[ idea che mi è venuta in mente ora ]

Se dovessi implementare un cluster, preferirei farlo con VPS. La migrazione è istantanea ed indolore (l'hardware è virtualizzato quindi comune) e con una SAN alle spalle e dei server corazzati (non uno xeon monoprocessore ma magari biprocessori quadcore) potrei riuscire a virtualizzare con sole 2 macchine anche 7-8 server poco impegnativi come ad esempio i vari dns, i vari mx e così via.)

 

Va da se che solo un pazzo clusterizzerebbe un mysql ben trafficato con due vps. (se si parla di sitarelli, anche mysql potrebbe essere clusterizzato in vps)

[ fine idea ]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto interessante, forse ancora un po' troppo complicato per me :)

Provo comunque a riassumere...

 

E' evidente che le variabili in gioco sono molte:

- costo dell'hardware: costo variabile, una tantum;

- disponibilità e costo del personale qualificato;

- costo della manutenzione (costo fisso, statisticamente prevedibile);

- licenze software: sia una-tantum che fisse, in quanto ci sono diverse forme di pagamento ed inoltre spesso c'è di mezzo l'assistenza;

- prestazioni / latenza: migliore con dei dedicati;

- prestazioni / throughput: migliore con una miglior distribuzione del carico;

- affidabilità e gestione dei failover;

- ...

 

Insomma, mi sono infilato in un problema molto difficile! Mi sembra di capire che entrambi i modi di operare possono essere validi, ma non è detto che la soluzione VPS sia per forza più economica (alla lunga) di una implementazione con server dedicati. Sbaglio?

 

Grazie a tutti delle informazioni,

 

Dimitri

Share this post


Link to post
Share on other sites
Molto interessante, forse ancora un po' troppo complicato per me :)

Provo comunque a riassumere...

 

E' evidente che le variabili in gioco sono molte:

- costo dell'hardware: costo variabile, una tantum;

- disponibilità e costo del personale qualificato;

- costo della manutenzione (costo fisso, statisticamente prevedibile);

- licenze software: sia una-tantum che fisse, in quanto ci sono diverse forme di pagamento ed inoltre spesso c'è di mezzo l'assistenza;

- prestazioni / latenza: migliore con dei dedicati;

- prestazioni / throughput: migliore con una miglior distribuzione del carico;

- affidabilità e gestione dei failover;

- ...

 

Insomma, mi sono infilato in un problema molto difficile! Mi sembra di capire che entrambi i modi di operare possono essere validi, ma non è detto che la soluzione VPS sia per forza più economica (alla lunga) di una implementazione con server dedicati. Sbaglio?

 

Grazie a tutti delle informazioni,

 

Dimitri

 

Una soluzione con VPS potrebbe essere più costosa rispetto ad un cluster LVS con hardware dedicato. In caso di LVS compri 2 macchine e sei a posto, in caso di vmware devi comprare le licenze e non avendo mai usato vmware in versione diversa dalla workstation non ti so dire se devi comprare una licenza per ogni server. E le licenze costano più del server.

Se così fosse, la soluzione vmware sarebbe più costosa, però ti consente di virtualizzare 8 servizi 'leggeri' con due singoli server anzichè 2 server come director + 1 server per ogni servizio. (è ovvio che non prendo in considerazione la soluzione con servizi multipli sulla stessa macchina fisica)

 

Il vantaggio di vmware è la scalabilità, forse maggiore rispetto a dei server fisici, i consumi (alla lunga vogliono dire....), l'affidabilità delle macchine (due macchine hanno meno probabilità di rompersi rispetto a 5) e così via.

 

Ma te, che devi fare di preciso? Qui si sta parlando di soluzioni di altissimo livello. se devi ridondare il tuo sitarello non ci sono dubbi: doppio serverino con drbd in active/standby

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo una configurazione VMware ESX che permetta di migrare le VM da un nodo all'altro è piuttosto costosa.

Bisogna mettere in conto come minimo:

- 1 server per VirtualCenter (VC)

- 1-2 server per Active Directory (componente utile ma non indispensabile per VC)

- 2 server per ESX con installata la versione Standard / Enterprise

- Storage condiviso su cui mettere i datafile dei dischi virtuali delle varie VM

 

La versione di ESX gratuita rilasciata da poco, purtroppo non ha tutte le features necessarie. :icon_cry2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×