Jump to content
Sign in to follow this  
Redazione Hosting Talk

Serverweb.net, hosting tra Virtualizzazione e SLA

Recommended Posts

Loro in comune con una tradizionale azienda di hosting hanno ben poco, hanno deciso di entrare nel settore con un approccio orientato alla virtualizzazione alla realizzazione di sistemi high availability, perchè solo in questo modo sono sicuri di poter ambire al 100% di Uptime. Una storia interessante e un'azienda che mira a diventare un punto di riferimento nel settore.

 

Leggi l'Articolo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto, molto interessante.

Seppur questa intervista può generare un feedback preventivo alquanto positivo, c'è un lato a cui la società non ha lavorato con attenzione, o per quanto mi riguarda, non ha considerato affatto.

E' pur vero che oramai questo "lato" è tralasciato dal 95% delle Hosting Companies italiane (o per lo meno che fanno business qui), diventando l'agghiacciante modus operandi delle stesse.

La comunicazione.

Parto dal caso personale: ho una agenzia di comunicazione e facciamo del web engineering il nostro core business.

Utilizziamo, chiaramente, i "servizi web" per noi e per il nostri clienti, e quindi "abbiamo a che fare" con compagnie come la Eos Net.

 

Aldilà di tutto quello che di tecnico può offrire questa o quella società, viene sempre (quel famoso 95%) tralasciato il lato comunicativo.

In Italia solo qualche società dedica una parte del proprio budget "strategico" al miglioramente della propria Comunicazione.

Usciamo dal campo della "fuffa" ed inoltriamoci in qualche esempio reale, basato proprio sul testo/presentazione/editoriale di questa Azienda.

 

Il logotipo di Eos/Serverweb fa un miscuglio di "new and old technologies" rendendolo alquanto bizzarro. Non dà nè l'idea di "supremazia tecnica" (e stiamo parlando di servizi la cui erogazione è basata sulla potenza, in tutte le sue accezioni) nè l'idea di "friendly" (a me francamente sembra che la descrizione del "cosa forniamo" e "come forniamo" abbia proprio questa intenzione, scelta giusta e coerente nel momento in cui gli stakeholders sono al più non "tecnicamente avanzati"). Perchè non lo fa?

 

Non comunica, cioè, quello che la Società fornisce e il modo in cui lo fa.

Tutte le creatività che sono presenti sul Sito non lo fanno. Hanno un'idea di base non individuabile (abbastanza a casaccio) e non si ha l'idea di quale direttrice promozionale si voglia percorrere. Nota a margine: tecnicamente non sono buone. Molte cose non allineate e non intellegibili. Il tutto contornato da un NON-Design basato sui vecchi concetti della grafica web puramente tabellare e contenitiva (Cacchio, siamo nell'era del web 2.0 dove la bontà grafica, una buona usabiltà, una buona accessibilità e del buon copywriting creano, nella maggior parte dei casi, un buon livello di successo, addirittura prescindendo dall'idea base!)

 

Potrei continuare all'infinito per tutte le Hosting companies che ci sono nel Belpaese.

Molte offrono servizi egregi, perchè partono da una ottima idea portante ed hanno tecnici "professionisti" preparati. C'è un professionista per tutto.

Ma quando si deve dire al di fuori quello che c'è al di dentro, ci vogliono altri professionisti.

Sì, sto dicendo che in quel famoso 95% dei casi chi fa il tecnico s'improvvisa copywriter, grafico e perfino designer d'interfacce.

 

Da qui, il risultato è molto deludente.

Non nascondo che avendo questa inclinazione professionale tendo ad osservare questo tipo di cose. Ma anche i non addetti al settore lo fanno.

Siamo cresciuti nel paese di Carosello, che identifica lo stile italiano (discutibile in molti casi) nel fare advertising, che ci ha messo in testa la filosofia, volendo non volendo, che è impossibile non comunicare e non fare pubblicità. Ci ha corroborato, a nostra insaputa, di un gusto naturale per lo stile e per il buon design.

In questo settore tutto questo pare non contare. Inutile dire che non c'è nulla di più fallace di questo concetto.

 

Insomma, non ci piacciono le donne intelligenti: devono anche essere belle.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie infinite gentile noBrain per aver fatto una critica abbastanza costruttive sul'articolo, e, penso, sulla comunicazione in generale di questo settore.

Voglio precisare subito una cosa importante che potrebbe essere un punto a favore o a sfavore nei nostri confronti. L'intervista, gentilmente inserita sul sito, non viene fuori da uno studio di comunicazione bensì da ciò che pensiamo e abbiamo nel nostro “cervello”, cervello che non ha assolutamente una base comunicativa come potrebbe essere quello di un'esperto di comunicazione, marketing.

In pratica lo staff ha fatto domande precise e noi abbiamo risposto senza filtrare in nessun modo, forse erroneamente, le risposte da un consulente di comunicazione. Sicuramente avremmo fatto più bella figura se tra noi e il gentile staff di HostingTalk vi era un filtro, un addetto stampa, però essendo, a mio umile giudizio, un intervista col cuore in mano, non doveva essere filtrata.

Filtrandola, sempre a mio giudizio, poteva perdere quel sapor di semplice interloquire.

 

Su altri punti toccati sono molto d'accordo però, come capita nel ns settore, capita anche nel vs settore che tutti fanno tutto, e trovare una società di “maketing”, soprattutto specializzata nella comunicazione, non è molto semplice

 

Molte aziende sono state scartate, da altre siamo in attesa di offerte da mesi.

La fortuna ha voluto che potessimo conoscere casualmente, grazie ad un ragazzo che ci ha inviato un preventivo per rifare il sito, solo 2 settimane fa un Signore che ha differenza di altri ci ha convinto.

Ci ha convinto perchè finalmente ha iniziato a criticare ciò che è scritto sul sito, le immagini, il metodo di approccio che stiamo avendo verso il mercato (in home page non è chiaro a quale target stiamo lavorando), etc.

A brevissimo, in accordo con chi ci fa da SEO, inizierà a lavorare sull'aspetto, che forse, è più importante nel web: la comunicazione, come è stato scritto in questo articolo e come indichiamo anche nell'intervista. Nell'intervista vi è un passo importante che con fatica stiamo risolvendo: far capire a monitor perchè Eos, perchè i ns servizi.

Questo non lo si fa con il web2 o con delle immagini. Non è semplice.

 

Grazie mille per il bizzarro logotipo, purtroppo non capisco il perchè. Cercherò di mettere la presente in mano al Sig. R...a (non scrivo il cognome perchè non ho ancora autorizzazione scritta a poter divulgare i dati) per capire meglio se anche lui la pensa così e se mi può dare una spiegazione.

 

“era del web 2.0”: personalmente mi piacioni da morire siti moderni, web2. Vi è un hoster statunitense che ha un sito web2 favoloso ma anche copiato in modo esagerato.

Persino noi diciamo che il sito non è bello però non avendo ancora trovato nessun layout che ci ha totalmente soddisfatto, ci dobbiamo tenere questo:). Vecchio stile sicuramente, però qui parliamo di un sito molto tecnico (o così dovrebbe essere) dove non si deve badare alla bellezza quanto alla semplicità di navigazione e informazioni precise. Il giorno che una bozza di layout (personalizzato non copiato in giro per la rete o comprato su chi vende template), rispecchi i seguenti canoni

-semplicità assoluta di navigazione

-velocità nel reperire le informazioni

-bellezza grafica

-link macrocategorie tutte in home page

sicuramente sarà da noi accolta al 100%.

Non vorrei sbagliarmi ma moltissime società di questo settore non sono ancora allineate, compreso il nuovo continente, alla politica esposta

 

Il layout di un sito, prima di uscire, viene vagliato anche da clienti di fiducia, i quali, a differenza di chi stà dentro una società, è più in linea con il sapere vedere un sito dal lato del cliente, ed essi i hanno detto che con semplicità hanno avuto ciò che volevano in pochi click.

Queste risposte ci hanno convinto a lasciare online l'antica grafica a scapito della nuova, anche se rimaniamo dell'idea su esposta (cambiare layout non appena uno ci convincerà al 100%)

 

Speriamo a breve di poterLe far cambiare idea.

Grazie mille di nuovo

Buon lavoro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sperando di essere utile a chi sta cercando un hosting di qualità, mi sento di consigliare Serverweb.net

Ho acquistato da loro un piano rivenditore e sono molto soddisfatto dei loro servizi e della serietà dello staff.

 

p.s. non sono stato pagato per scrivere ciò ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×