Jump to content
Sign in to follow this  
albe1981

Consigli su configurazione server

Recommended Posts

Mi è arrivato il preventivo per il nuovo server, visto che di hw per server non ne capisco un tubo volevo chiedervi un parere sul rapporto qualità-prezzo di quello che mi accingo a comprare.

 

Tower IBM Express x3500

2x Xeon Quad Core E5440 2.83Ghz

2x512 Mb ChK RAM (non ho idea di che sia)

2x2Gb PC2-5300 DDR2 ECC

5 dischi SAS 15k 145gb hot-swap (non ho idea di che modello e marca)

DDs Gen5 36/72 Gb Scsi Tape Drive

Alimentatore 835W come secondo alimentatore.

Hs SATA/SAS Sr 8k (controller RAID)

 

Senza licenze software il prezzo che mi fanno è 7874,52 +Iva.

 

Vale i soldi che chiedono? Non voglio trovarmi un'altra volta con un server da cambiare dopo un anno...

L'uso è per gestionali in sql per otto terminali più un terminal server.

La memoria mi sembra poca ma forse sono io malato.

Poi ho un'idea malsana... e se per migliorare le prestazioni in scrittura e lettura dei dati mettessi su un raid 5+0 al posto del classico raid 5? O altri tipi di raid?

 

Altra domanda, io adesso ho un server Intel SC5200 con uno Xeon 3.06, 2gb Ram pc2100 ecc, hd scsi 70 gb (o una cosa simile, sono in raid 5 e non ho passione di andare a vedere cosa sono). Riesco a trasformarlo in mail server per una piccola rete aziendale? Ovvero vorrei disdire il servizio hosting per le mail e farlo direttamente in azienda...

 

 

Grazie a tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi è arrivato il preventivo per il nuovo server, visto che di hw per server non ne capisco un tubo volevo chiedervi un parere sul rapporto qualità-prezzo di quello che mi accingo a comprare.

 

Tower IBM Express x3500

2x Xeon Quad Core E5440 2.83Ghz

2x512 Mb ChK RAM (non ho idea di che sia)

2x2Gb PC2-5300 DDR2 ECC

5 dischi SAS 15k 145gb hot-swap (non ho idea di che modello e marca)

DDs Gen5 36/72 Gb Scsi Tape Drive

Alimentatore 835W come secondo alimentatore.

Hs SATA/SAS Sr 8k (controller RAID)

 

Senza licenze software il prezzo che mi fanno è 7874,52 +Iva.

 

 

IBM è il top per queste cose. Io però preferisco HP che ha, secondo me, una migliore qualità prezzo / prestazioni, ad esempio un DL 380G5 (rack 2U, dual processor quad core con 4 gb di ram, doppio alimentatore, 4 dischi sas 15k 145gb, controller raid) senza licenze lo ho pagato 5.000 Euro iva inclusa circa.

 

Poi ho un'idea malsana... e se per migliorare le prestazioni in scrittura e lettura dei dati mettessi su un raid 5+0 al posto del classico raid 5? O altri tipi di raid?

 

Per ottimizzare lettura/scrittura è meglio un raid 0 o 0+1, il raid 5 è molto lento in questo caso e, a quanto ne so io non esiste un 5+0.

Dipende sempre da quello che vuoi fare e da quanta affidabilità vuoi.

 

Altra domanda, io adesso ho un server Intel SC5200 con uno Xeon 3.06, 2gb Ram pc2100 ecc, hd scsi 70 gb (o una cosa simile, sono in raid 5 e non ho passione di andare a vedere cosa sono). Riesco a trasformarlo in mail server per una piccola rete aziendale? Ovvero vorrei disdire il servizio hosting per le mail e farlo direttamente in azienda...

 

Direi di sì, ma attento che ti serve 1 o più ip statici e devi considerare tutte le pratiche antispam (record inverso ecc) perché se metti un server mail (MX) aziendale interno con ip pubblico dinamico puoi andare incontro a server esterni che non ti accettano mail o ti danno un punteggio di spam altissimo. Al limite puoi fare un server interno che scarichi la posta e la metta a disposizione dei client (se il problema è la lentezza) e continui ad utilizzare il tuo provider esterno come MX.

 

Spero di averti aiutato

Saluti

Matteo Ferraroni

360 Consulting

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la risposta

 

IBM è il top per queste cose. Io però preferisco HP cut...

 

Mi avevano proposto HP come alternativa ma ho puntato ad IBM per il nome e la sicurezza. Certo che c'è una differenza di circa 4000 Euro... Non sarà la stessa macchina ma la differenza comunque mi pare notevole, proverò a farmi fare un preventivo.

Comunque la soluzione IBM vale i soldi che mi chiedono? Vorrei solo spendere bene il budget che avevo preventivato

 

Per ottimizzare lettura/scrittura è meglio un raid 0 o 0+1, il raid 5 è molto lento in questo caso e, a quanto ne so io non esiste un 5+0.

Dipende sempre da quello che vuoi fare e da quanta affidabilità vuoi.

 

Il raid 0 non mi fa sentire sicuro come perdita dati, il 5 è lento in scrittura ma in lettura non è malaccio. E la sicurezza è notevole.

Il 5+0 l'avevo letto girovagando in internet non ne avevo nemmeno io mai sentito parlare, praticamente è come fare un 5 sotto uno 0. Non penso sia una cosa usuale ma io sono paranoico nato...

 

Direi di sì, ma attento che ti serve 1 o più ip statici e devi considerare tutte le pratiche antispam (record inverso ecc) perché se metti un server mail (MX) aziendale interno con ip pubblico dinamico puoi andare incontro a server esterni che non ti accettano mail o ti danno un punteggio di spam altissimo. Al limite puoi fare un server interno che scarichi la posta e la metta a disposizione dei client (se il problema è la lentezza) e continui ad utilizzare il tuo provider esterno come MX.

 

Questo è puro arabo per me.

Ora uso un servizio hosting e mail presso terzi. Quello che vorrei fare è semplicemente non usare più i terzi per il servizio mail, praticamente mandare e ricevere mail dal mio server con il mio dominio e poi il server le smista ai client. Sono solo 8 client, non tantissimi e il volume di posta è esiguo.

Sarebbe solo un mio sfizio.

Non ho ben capito perchè dovrei avere un punteggio spam alto... hai qualche guida o qualche articolo da leggere che potesse spiegarmi meglio il funzionamento del tutto? Non riesco a trovare nulla in rete.

 

Grazie ancora per la risposta, a sentirci

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie per la risposta

Mi avevano proposto HP come alternativa ma ho puntato ad IBM per il nome e la sicurezza. Certo che c'è una differenza di circa 4000 Euro... Non sarà la stessa macchina ma la differenza comunque mi pare notevole, proverò a farmi fare un preventivo.

Comunque la soluzione IBM vale i soldi che mi chiedono? Vorrei solo spendere bene il budget che avevo preventivato

 

Secondo me è tanto, se mi mandi una mail in pvt possiamo parlarne (la mia azienda rivende HW, magari possiamo trovare anche una soluzione refurbished e mettiamo su un sistema di backup)

 

 

Il raid 0 non mi fa sentire sicuro come perdita dati, il 5 è lento in scrittura ma in lettura non è malaccio. E la sicurezza è notevole.

Il 5+0 l'avevo letto girovagando in internet non ne avevo nemmeno io mai sentito parlare, praticamente è come fare un 5 sotto uno 0. Non penso sia una cosa usuale ma io sono paranoico nato...

 

si ma se si rompe un disco perdi il disco logico ed il 5 non sa nulla del raid 0, morale perdi tutti i dati.

Se vuoi velocità ti consiglio un raid 0+1 con un ottimo sistema di backup che ti metta al riparo da eventuali perdite di dati, con quella cifra che hai come budget ho dato ad un mio cliente l'HP di cui parlavo prima + sistema di backup a nastro da 400GB compressi.

 

Questo è puro arabo per me.

Ora uso un servizio hosting e mail presso terzi. Quello che vorrei fare è semplicemente non usare più i terzi per il servizio mail, praticamente mandare e ricevere mail dal mio server con il mio dominio e poi il server le smista ai client. Sono solo 8 client, non tantissimi e il volume di posta è esiguo.

Sarebbe solo un mio sfizio.

Non ho ben capito perchè dovrei avere un punteggio spam alto... hai qualche guida o qualche articolo da leggere che potesse spiegarmi meglio il funzionamento del tutto? Non riesco a trovare nulla in rete.

 

Se è arabo forse non hai le competenze necessarie per gestire un server di posta. Il problema è che lo spam è spesso generato da macchine client che hanno ip dinamico, per questo alcuni provider non accettano mail da ip dinamici e/o assegnano punteggi molto alti.

Praticamente quando arriva una mail il sistema, a livello SMTP, fa alcuni controlli antispam (ad es. se esiste il sender domain, se è presente un PTR record che fa riferimento allo stesso sender ecc.).

Se ti metti in casa un server mail devi sapere quali sono questi controlli e fare in modo che il tuo server li passi, devi sapere come gestire il problema blacklist ecc.

Forse la soluzione è quella di continuare ad utilizzare il server esterno (così demandi questa cosa ad altri più esperti) ed utilizzare un server locale che scarica le mail dal server esterno, le mette a disposizione tramite imap e le backuppa. In questo caso se un client si schianta le mail sono backuppate e recuperabili in tempo 0. Poi con l'esperienza ti metti in casa un server MX con tutti i crismi del caso.

 

Saluti

Matteo Ferraroni

360 Consulting

Share this post


Link to post
Share on other sites
Secondo me è tanto, se mi mandi una mail in pvt possiamo parlarne (la mia azienda rivende HW, magari possiamo trovare anche una soluzione refurbished e mettiamo su un sistema di backup)

 

I backup andrei a gestirli con un nas che prenderei assieme al server. Ci aggiungi le cassette e penso di essere relativamente tranquillo.

Il server, purtroppo, sono obbligato a prenderlo dalla stessa casa che mi fornisce il software gestionale, da esperienze passate meglio evitare la gestione diversa tra hw e soft, gli "scaricabarili" sono impossibili :asd:

 

 

 

 

si ma se si rompe un disco perdi il disco logico ed il 5 non sa nulla del raid 0, morale perdi tutti i dati.

Se vuoi velocità ti consiglio un raid 0+1 con un ottimo sistema di backup che ti metta al riparo da eventuali perdite di dati, con quella cifra che hai come budget ho dato ad un mio cliente l'HP di cui parlavo prima + sistema di backup a nastro da 400GB compressi.

 

Per esemplificare ho trovato questo:

 

        RAID 0
           .-----------------------------------------------------.
           |                          |                          |
         RAID 5                     RAID 5                     RAID 5
  .-----------------.        .-----------------.        .-----------------.
  |        |        |        |        |        |        |        |        |
120 GB   120 GB   120 GB   120 GB   120 GB   120 GB   120 GB   120 GB   120 GB
 A1       A2       Ap       A3       A4       Ap       A5       A6       Ap
 B1       Bp       B2       B3       Bp       B4       B5       Bp       B6
 Cp       C1       C2       Cp       C3       C4       Cp       C5       C6
 D1       D2       Dp       D3       D4       Dp       D5       D6       Dp

Cosa intendi come backup a nastro da 400gb?

Le solite cassette DAT?

 

Se è arabo forse non hai le competenze necessarie per gestire un server di posta. cut...

 

Si non lo ho, era solo che volevo capirne un qualcosina e poi mi farei seguire completamente da sempre la stessa casa di software.

So che è complicato come gestione, ma penso solo come inizio o c'è una grossa "manutenzione" da fare?

 

Grazie ancora

Share this post


Link to post
Share on other sites
I backup andrei a gestirli con un nas che prenderei assieme al server. Ci aggiungi le cassette e penso di essere relativamente tranquillo.

Il server, purtroppo, sono obbligato a prenderlo dalla stessa casa che mi fornisce il software gestionale, da esperienze passate meglio evitare la gestione diversa tra hw e soft, gli "scaricabarili" sono impossibili :asd:

 

Nessuno parla di gestione della macchina, io credo che se con 5.000 Euro circa si prende Server + Sistema di backup su nastro si arriva a 7.000 Iva inclusa con le licenze. Poi l'amministrazione può benissimo farla l'azienda che vende il gestionale anche perché l'HW lo si acquista secondo le loro specifiche, quindi non c'è il problema dello scarica barile. IMHO.

Per il discorso backup l'optimum sarebbe server ---> staging ---> tape per ovviare al problema del tempo lento di restore di un tape si utilizza un sistema di "backup temporaneo" su disco da utilizzare al volo, ed ogni X tempo si salva il tutto su tape. Il nas in quanto tale (sistema di dischi con accesso via rete) come backup lo sconsiglio perché c'è sempre qualche parte in movimento ed il rischio che si rompa è elevato, mentre il nastro è molto molto più affidabile in questo senso (dentro alla cassetta non c'è nulla se non il nastro stesso).

 

 

Per esemplificare ho trovato questo:

[cut]

 

Cosa intendi come backup a nastro da 400gb?

Le solite cassette DAT?

 

mmm...a me personalmente avere più di un sottosistema raid non mi sembra una buona idea sinceramente preferisco un buon 0+1 in cui anche se si rompe 1 disco riesco ad andare avanti e a ricostruirlo a partire dagli altri 2, mentre con un sistema del genere se si rompe un disco non so come possa prenderla il raid 0 che c'è sopra.

 

 

Si non lo ho, era solo che volevo capirne un qualcosina e poi mi farei seguire completamente da sempre la stessa casa di software.

So che è complicato come gestione, ma penso solo come inizio o c'è una grossa "manutenzione" da fare?

 

La manutenzione è inversamente proporzionale a come è stato fatto il setup, semplificando: setup con tutti i crismi del caso = bassa manutenzione (solo in caso di problemi o di variazione di standard)

setup alla membro di segugio = alta manutenzione

ed in ogni caso server in casa = problemi (ad es. di banda in upload in caso di invio di molti allegati, di down del server di posta in caso di mancanza di una connessione di backup ecc.)

 

Saluti

---

Matteo Ferraroni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve,

Allora, hai parlato di gestionali Sql ... sono SQLServer ???

Le applicazioni sono a 64 bit ?

Ci girerà Windows ? Se sì, che Windows ?

Il servizio Terminal Server di Windows , consumicchia ... il tutto, ovviamente dipende da cosa ci devi fare in Terminal Server.

Questo per dirti che 4GB di RAM potrebbero non essere tanto sufficienti ... soprattutto se i DB sono "grossini" ... e sotto Windows, se il sistema è a 32bit , ogni singolo processo non può essere più "grande" di 3GB (normalmente 2, ma con lo switch /3G nel boot.ini si arriva, appunto, a 3GB ...)

In definitiva, spiegaci meglio che cosa ci farai con quella macchina e poi, ti diremo, forse, se è ben dimensionata oppure no ...:fuma:

 

Ciao !!

Share this post


Link to post
Share on other sites

@mferraroni:

Sulla parte hardware per il backup mi stai facendo riflettere... Mi voglio informare meglio a questo punto...

Cosa intendi per staging?

Per quanto riguarda il mail server, consigli su provider seri? Ma veramente seri. Forse il mail server interno è troppo impegnativo per la mia realtà.

 

@ceccus:

PervasiveSQL

Sul 64 bit non ne ho idea a dire il vero, non penso comunque, anzi sono quasi sicuro di no.

Windows 2008 server

I pacchetti dati non sono grandi, sono tanti.

Il terminal server è uno sfizio per il momento e per il futuro vorrei una workstation portatile diciamo... Con i limiti del caso.

La macchina è un pelo sovradimensionata penso, ma la cosa non mi preoccupa, anzi mi fa dormire più tranquillo.

:zizi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
@mferraroni:

Sulla parte hardware per il backup mi stai facendo riflettere... Mi voglio informare meglio a questo punto...

Cosa intendi per staging?

Per quanto riguarda il mail server, consigli su provider seri? Ma veramente seri. Forse il mail server interno è troppo impegnativo per la mia realtà.

 

Lo staging è uno spazio in cui mettere i dati da backuppare prima del backup vero e proporio, di solito lo si fa su dischi in quanto il restore dal disco è molto più veloce del restore da nastro. Praticamente hai un "backup temporaneo" da cui attingere in maniera molto veloce che ogni TOT tempo si svuota su nastro.

Di solito lo si usa per ripristinare file cancellati erroneamente da qualche utente.

Il mail server interno è sempre cosa buona e giusta perché ti permette tante cose tra cui il backup della mail, la possibilità di gestire regole di smistamento posta direttamente dal server in modo che, ad es., se accedi tramite webmail ti trovi già le mail divise e non ammucchiate come accade di solito e il tuning specifico per l'antispam.

Io ti consiglierei mailserver (MX) esterno magari con MX di backup + server interno di "gestione". Praticamente scarichi la posta dall'esterno la processi sulla tua macchina (regole + antispam + antivirus) e la metti a disposizione degli utenti. Per l'invio ti appoggi all'SMTP del provider internet che già hai.

 

Se sei interessato possiamo metterci in contatto su skype che facciamo 4 chiacchiere più dettagliate.

 

---

Matteo Ferraroni

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Se sei interessato possiamo metterci in contatto su skype che facciamo 4 chiacchiere più dettagliate.

 

---

Matteo Ferraroni

 

Molto volentieri, unica pecca è che in studio di cuffie nemmeno l'ombra.

 

Quello che mi hai appena descritto è quello che mi ha detto di fare ieri il mio sistemista. Il problema è che loro non fanno assistenza su questo tipo di servizi, me lo può predisporre ma solo perchè siamo clienti da 30 anni, mi ha fatto intendere che non hanno le capacità per fare un lavoro ad hoc e demandarlo a terzi è la soluzione migliore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×