Jump to content
Sign in to follow this  
Elizabeth

Consiglio sulla scelta di servizio di hosting simile ad aruba

Recommended Posts

In verita' il servizio di shield non e' riguardo all'hosting nel senso che si puo' tranquillamente registrare il dominio da un fornitore che offre il servizio e comprare poi l'hosting dove si vuole. Purtroppo Aruba e' una delle poche aziende (personalmente l'unica) che se mi ricordo bene, ma potrei sempre sbagliarmi, non lascia questa possibilita' e sei costretta ad avere il dominio registrato con loro se vuoi usufruire del servizio hosting.

Con banda non limitata l'unico che in questo momento mi viene in mente su due piedi e' infinytech. L'unica cosa da valutare nel caso e' quanto spazio ti serve.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi chiedevo: ma non si può registrare un dominio completo su Aruba con spazio web e nome fittizio (es. pippopluto.com), poi registrare solo un dominio presso un provider che offre la protezione dei dati personali, e poi far puntare i dns di quest'ultimo sullo spazio di Aruba ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Purtroppo Aruba e' una delle poche aziende (personalmente l'unica) che se mi ricordo bene, ma potrei sempre sbagliarmi, non lascia questa possibilita' e sei costretta ad avere il dominio registrato con loro se vuoi usufruire del servizio hosting.

 

Nessuno mi ha ancora smentito quindi continuo a prendere per vero quello che mi ricordo

Per questo motivo Max60 non puoi fare come dici usando i loro dns con il secondo dominio che andresti a registrare da altri.

L'unica alternativa sarebbe di fare un redirect del nuovo dominio via http o altro ma i visitatori poi vedrebbero anche il dominio registrato su Aruba e si torna alla situazione iniziale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovrebbero essere fatte delle precisazioni sull ID-Shield.

 

I domini .com, .net, .org, ed altre gTLD non hanno alcuna opzione per la privacy, semplicemente i Registrars si sono inventati questa cosa, creando società fittizie, o indirizzi fittizi, e mettendo i propri dati al posto di quelli dei veri proprietari. La protezione è totale, perchè i Registrar non fanno comparire nessun dato dell'utente. Però questa protezione non è una opzione di questi gTLD, ne Icann e ne Verisign hanno previsto nulla del genere, sono stati alcuni Registrar che hanno iniziato a fare questo servizio con il trucco di utilizzare dati di proprie società registrate appositamente. Questo è comunque possibile, perchè la variazione dei dati di queste estensioni non ha alcun costo, quindi i Registrar possono cambiare i dati a seconda che il cliente decida di rendere i propri dati pubblici, oppure quelli dell'apposita società o indirizzo del Registrar a sua protezione.

 

Per i domini .it, esiste una opzione apposita, che si sceglie quando si compila la LAR, in questo caso è una regola prevista dal Registro dei .IT, in questo caso i .IT sono all'avanguardia, tuttavia il Registro dei .IT ha pensato bene di fare comunque comparire nome e cognome, ed è per questo che per i .IT, scegliendo la privacy, comunque compare il nome e il cognome.

 

Alcune estensioni sono problematiche, per esempio i .eu, i .eu hanno un costo per variare i dati, se si sceglie di coprire i dati con i Registrar che lo permettono, poi si ha il problema che se si vogliono variare i dati, o si vuole togliere la protezione, bisogna ripagare il dominio.

 

Altre estensioni sono pericolose e i Registrar non lo fanno proprio questo tipo di servizi, un esempio sono i domini .FR. Un famoso Registrar Europeo, fù condannato, perchè un utente prese un dominio .FR e fece qualcosa che non doveva fare, e un tribunale francese se la prese con il Registrar.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
Sign in to follow this  

×