GoDaddy guarda alle piccole aziende

GoDaddy amplia la gamma dei propri servizi guardando soprattutto alle PMI e alle loro esigenze. Da qui, la volontà di offrire uno strumento di contabilità e fatturazione online, realizzato con l'acquisizione di due startup diverse, di cui una è entrata a far parte del gruppo in modo ufficiale proprio di recente

GoDaddy ufficializza un’altra acquisizione. E questa volta la fortunata azienda a entrare nel parterre delle prescelte è Ronin, una startup di Mountain View portata avanti con i soldi raccolti dagli amici e dai familiari e che nel tempo ha sviluppato un’ottima piattaforma di fatturazione e contabilità online.Comprare domini godaddy

L’acquisizione di Ronin è iniziata in modo silente ad Aprile scorso, ma solo pochi giorni fa l’azienda ha reso nota l’azione, in quanto il servizio di fatturazione online è stato ufficialmente inglobato nella soluzione di contabilità (GoDaddy Online Bookkeeping) che GoDaddy dedica alle piccole e medie imprese.

I termini dell’accordo non sono stati resi noti, ma c’è da scommettere che nella proposta l’azienda di hosting e domini non sia andata certo al risparmio.

Così, questa acquisizione, la quinta in quindici mesi, insieme alle altre che la precedono dimostrano la stabilità dell’azienda e la ferma volontà del gruppo di allargare i propri orizzonti, ma soprattutto di offrire ai propri clienti un parterre di servizi per soddisfare tutte le esigenze dell’utente e legarlo ancora di più a un unico fornitore di servizi.

Dopo l’acquisto di Afternic per l’intermediazione e la vendita dei domini in aftermarket, dopo M.dot per creare siti Internet mobile, dopo Locu per la distribuzione dei dati aziendali e Outright per la gestione nel cloud degli aspetti finanziari di un’azienda, Ronin rappresenta l’ennesimo tassello della strategia di espansione di GoDaddy e si fonde perfettamente con Outright, compendiando la gestione finanziaria con un sistema cloud di emissione fatture veloce, pratico, performante e sicuro.

Per Ronin, d’altra parte, la proposta di un ingresso in GoDaddy non poteva certo essere rifiutata e soprattutto nessuno si sarebbe mai fatto sfuggire l’opportunità di proporre il proprio prodotto a oltre 12 milioni di clienti attivi, di cui la maggior parte sono proprio PMI.

GoDaddy e il valore delle startup

GoDaddy sembra dunque capace di guardare all’inestimabile valore delle piccole aziende, fornendo loro tutti gli strumenti e le risorse necessarie per ottenere visibilità e successo su Internet.

“I nostri clienti amano i nostri prodotti, ma avevano già iniziato a chiedere funzionalità avanzate di fatturazione. Sapevamo che Ronin era un’azienda con una forte esperienza nel settore, così abbiamo iniziato le trattative”, così ha commentato in una dichiarazione Steven Aldrich, GoDaddy SVP per le applicazioni aziendali, confermando che “fin da subito abbiamo capito che ci serviva il team di Ronin da inglobare nella nostra squadra, per poter integrare alla perfezione le funzionalità di fatturazione nel nostro prodotto di punta di contabilità nel cloud. Il risultato finale è GoDaddy Online Bookkeeping, un mix fra le funzionalità di Outright e quelle di Ronin. “

Il servizio offerto da Ronin verrà proposto agli utenti GoDaddy secondo le definizioni commerciali imposte dalla startup, per cui ogni utente potrà scegliere un tipo di piano servizi differente a seconda delle proprie esigenze, contemplando un’offerta gratuita e diverse offerte a pagamento, con costi che arrivano fino a 49 dollari al mese.