Google fa progressi nello sviluppo dei pannelli solari per i data center

Famosa per la sua abitudine a innovare in campi estranei anche a quelli che sono i core business aziendali, Google annuncia, tramite il suo responsabile, Bill Wehil, di aver fatto importanti passi avanti nello sviluppo di pannelli solari per l'alimentazione dei data center, una tecnologia che fino a pochi mesi fa era stata definita ancora immatura, e non sufficientemente redditizia, in termini energetici, da giustificare gli investimenti fatti.

Famosa per la sua abitudine a innovare in campi estranei anche a quelli che sono i core business aziendali, Google annuncia, tramite il suo responsabile, Bill Wehil, di aver fatto importanti passi avanti nello sviluppo di pannelli solari per l’alimentazione dei data center, una tecnologia che fino a pochi mesi fa era stata definita ancora immatura, e non sufficientemente redditizia, in termini energetici, da giustificare gli investimenti fatti. 

In realtà la tecnologia a cui sta lavorando Google non prevede l’uso di normali pannelli solari, ma pannelli termici, ovvero pannelli che solitamente vengono utilizzati per il riscaldamento dell’acqua, delle abitazioni e, ovviamente, per la produzione di energia elettrica. Google dice di aver una interessante soluzione per il materiale di rivestimento dei pannelli, migliore anche di quello che attualmente viene utilizzato nello spazio. 

Se il progetto dovesse portare ai risultati sperati, il costo dell’energia prodotta dovrebbe essere inferiore ai 5 centesimi per KW/h, un prezzo del tutto linea con altri sistemi di produzione di energia rinnovabile. Attualmente la più grande installazione di pannelli di questo genere si trova nel deserto californiano del Mojave, dove vengono utilizzati circa 2.5 milioni di square feet per la produzione di 350 MW di potenza

L’impegno di Google in questo campo è notevole, i data center della compagnia potrebbero trarre enormi benefici dalla introduzione di nuovi sistemi per la produzione di energia rinnovabile, con la possibilità, in futuro, di commercializzare queste soluzioni anche per altri utilizzi, al di fuori del mondo data center.