Guida Magento Lezione 1 – Introduzione e requisiti minimi di sistema

Scopriamo i requisiti minimi di sistema richiesti da Magento e scegliamo il miglior Hosting da associare al nostro progetto di e-commerce

Magento è un software open source tra i più utilizzati al mondo nell’ambito della progettazione e pubblicazione dei siti di e-commerce professionali. Si tratta di un vero e proprio CMS (Content Management System) in grado di gestire non soltanto l’aspetto grafico e contenutistico di un sito Web, ma anche e soprattutto gli aspetti tipicamente commerciali che riguardano un portale di vendita online.

Rispetto ai suoi diretti concorrenti, quali PrestaShop, Virtuemart (estensione per il CMS Joomla), WooCommerce (estensione per il CMS WordPress) e così via, Magento potrebbe sembrare, almeno al primo impatto, un software molto più difficile da utilizzare e probabilmente meno user-friendly. In effetti alcune operazioni da compiere nel backend non sono molto intuitive, soprattutto per gli utenti alle prime armi.

Le difficoltà sono ancor più accentuate dal fatto che non esistono molte guide o tutorial di Magento in lingua italiana, che spieghino passo dopo passo le operazioni da compiere per configurare ed ottimizzare al meglio il proprio sito di vendita. Per gli utenti nostrani, infatti, reperire del materiale di approfondimento in lingua italiana è un’impresa piuttosto ardua: ecco il motivo per cui molti decidono di affidarsi ai software concorrenti, perdendo l’opportunità di utilizzare uno strumento davvero professionale e potente in grado di far decollare il proprio business online.

Lo scopo di questa guida è, quindi, quello di illustrare a quanti non conoscano il CMS, la logica di funzionamento del software, illustrando passo dopo passo tutte le operazioni da compiere per implementare e gestire un portale di e-commerce, non soltanto dal punto di vista grafico e della programmazione (gestione dei temi, dei moduli e così via), ma anche dal punto di vista commerciale (gestione delle vendite, delle consegne e delle fatture).

e-commerce con Magento: quale Hosting scegliere?

Quando si sceglie di pubblicare un portale di e-commerce uno degli aspetti da dover valutare, subito dopo la scelta del CMS, riguarda la scelta dell’Hosting. Si tratta di un servizio, offerto da moltissimi Provider, che mette a disposizione degli utenti un server Web sul quale allocare le pagine del proprio sito. Chiunque non possieda un proprio server dedicato, dovrà quindi necessariamente acquistare un servizio di Hosting, associato ad un nome a dominio, per rendere visibile il proprio portale nel Web.

I Provider offrono moltissimi piani di Hosting che differiscono notevolmente gli uni dagli altri, non soltanto in termini di costi, ma anche e soprattutto in termini di caratteristiche tecniche. Esistono ad esempio piani di:

  • Hosting gratuito: il servizio mette a disposizione degli utenti dei server con caratteristiche tecniche base e senza molte pretese a costo zero;
  • Hosting condiviso (shared Hosting): si tratta del servizio più diffuso tra gli utenti in Rete. Le caratteristiche tecniche, l’affidabilità e la sicurezza dei server sono di certo superiori rispetto a quelle garantite negli Hosting gratuiti. Grazie alla condivisione delle risorse i costi si mantengono comunque piuttosto contenuti. Questi piani sono ideali, quindi, per coloro che possiedono dei siti dalle medie dimensioni con non tantissime visualizzazioni giornaliere;
  • Hosting dedicato: al contrario del precedente si tratta di un piano ideale soprattutto per coloro che possiedono siti dalle grosse dimensioni e con molte visite. Questa tipologia di Hosting permette, infatti, di usufruire di un server tutto per se, dedicato esclusivamente al proprio portale. Le caratteristiche tecniche del server variano a seconda del piano prescelto. La sicurezza e l’affidabilità sono di certo superiori rispetto tutti gli altri piani di Hosting. Il contro dell’Hosting dedicato risiede nel costo del servizio, che può essere sostenuto generalmente solo dalle aziende ben avviate;
  • Virtual Private Hosting (conosciuto anche come VPS): si tratta di un servizio che è piuttosto simile al precedente ma è destinato a coloro che non possiedono budget sufficiente ad acquistare un server dedicato. Grazie alla tecnica della virtualizzazione, è possibile su uno stesso server creare più istanze virtuali da associare a diversi utenti: ciò significa che, pur condividendo le risorse a livello fisico, ogni utente avrà la possibilità di gestire in completa autonomia la propria istanza, proprio come fosse un server dedicato;
  • Cloud Hosting: si tratta di un servizio di nuova generazione, anch’esso basato sulla tecnica della virtualizzazione. A differenza dei VPS, il Cloud Hosting permette di pagare solo ed esclusivamente per le risorse che effettivamente si utilizzano. Sono molti i provider, infatti, che offrono piani a consumo, basati sul tempo e sulle risorse utilizzate.

In generale per un portale di e-commerce è sempre meglio orientarsi quanto meno su un buon piano di shared hosting, meglio se un server dedicato, VPS o un Cloud Hosting. I portali di vendita online, infatti, sono generalmente ricchi di contenuti e molto visitati. È necessario, quindi, puntare su server che garantiscano buone caratteristiche tecniche. Inoltre non bisogna dimenticare che sul portale di vendita verranno effettuare delle transazioni monetarie, ciò significa che il server che lo ospiterà deve essere altamente affidabile e sicuro.

I piani di shared Hosting possono rappresentare una buona soluzione solo per i portali alle prime armi. Purtroppo la condivisione delle risorse causa spesso rallentamenti e downtime del sito: due eventi inaccettabili per un portale di e-commerce che inducono nella perdita degli utenti e dunque in un calo di vendite. Meglio puntare quindi sui server dedicati o sui VPS. Per chi non avesse il budget a disposizione, la soluzione ideale sarebbe quella di optare per un server Cloud, avendo l’opportunità di pagare solo per le risorse effettivamente utilizzate.

Operata una scelta in tal senso, vediamo quali sono i requisiti minimi richiesti dal CMS, per individuare definitivamente l’Hosting migliore per Magento.

Requisiti minimi di sistema richiesti da Magento

Come abbiamo specificato ad inizio articolo, Magento è un software open source pubblicato con licenza Open Software License versione 3.0. Si tratta di un CMS relativamente giovane, essendo stato rilasciato per la prima volta nel 2008. Creato dalla Varien sulla base di Zend Framework, il CMS si è subito rivelato una soluzione vincente, tanto che nel 2011 eBay ha scelto di acquisire la società modificandone il nome in Magento.

Attualmente esistono due versioni del CMS, una completamente gratuita e una a pagamento rivolta ad una utenza enterprise. Nel corso di questa guida vi spiegheremo come installare e configurare la versione free, e come arricchirla di componenti gratuiti per generare comunque un e-commerce che risulti altamente professionale.

Prima di effettuare il download, è importante terminare però con la scelta del piano Hosting. Dopo aver deciso se optare per un piano shared o un dedicato, è importante prendere in considerazione alcuni aspetti tecnici che sono suggeriti dagli stessi sviluppatori del sistema. In particolare, affinchè Magento possa funzionare perfettamente sul server è necessario che:magento requisiti minimi

  • Il sistema operativo supportato sia Linux x86, x86-64;
  • Il Web server sia Apache in versione 1.3.x, oppure 2.0.x, 2.2.x. A partire dalle versioni 1.7 per Magento Community e 1.12 per Magento Enterprice è supportato anche Nginx;
  • La versione di PHP sia 5.2.13 – 5.3.24, 5.4.x con patch;
  • Siano attive le seguenti estensioni: PDO_MySQL, simplexml, mcrypt, hash, GD, DOM, icony, curl e SOAP qualora si usi un Webserver API;
  • Sempre per quanto riguarda la configurazione PHP, safe_mode deve essere off e Memory_limit non deve essere inferiore a 256 Mb, preferibilmente meglio se settata a 512 Mb;
  • La versione di MySQL sia la 4.1.20 o superiore;
  • Il certificato SSL sia valido qualora si voglia utilizzare la connessione HTTPS per connettersi al pannello di amministrazione. Self-signed SSL non sono supportati.
  • Il file .htaccess sia modificabile e sia abilitato il crontab con PHP5.

Niente paura… esistono Hosting Magento già configurati!

Probabilmente, soprattutto per i meno esperti, reperire queste informazioni su un piano Hosting non è cosa semplice. Per tale ragione, qualora si abbiano dei dubbi è sempre meglio contattare, anche telefonicamente, il provider prescelto, per assicurarsi che sia tutto garantito. In alternativa è possibile affidarsi a dei piani di Hosting già configurati ed ottimizzati per funzionare con Magento. Si tratta dei cosiddetti Hosting CMS che molti provider mettono a disposizione soprattutto degli utenti alle prime armi, offrendoli l’opportunità non soltanto di usufruire di un servizio ad hoc, ma anche di veder installato il software in un solo clic, senza così doversi preoccupare di alcun aspetto tecnico. L’unico svantaggio di questi piani risiederebbe nel prezzo, leggermente superiore rispetto ai semplici shared hosting.

A questo punto vi diamo il tempo necessario per scegliere un buon piano Hosting per il vostro progetto Web, seguendo le dritte di cui sopra. Per tutti coloro che non avessero intenzione di acquistare un Hosting presso un provider e volessero comunque testare Magento, consigliamo di installare sul proprio PC una piattaforma come Xampp o Wamp (per utenti Windows), costituite dal webserver Apache, dal database MySQL e da tutti gli strumenti necessari per utilizzare i linguaggi di programmazione PHP e Perl.

Nella prossima lezione della guida vedremo come scaricare il software e come installarlo sullo spazio Web. Continuate a seguirci!

 

Logo Artera Guida Magento

Questo articolo è offerto da Artera. Artera è un distributore di servizi internet di alto profilo dedicati alle aziende ed ai professionisti del web. Grazie ad un’infrastruttura di rete distribuita tra Italia e Svizzera, Artera garantisce elevatissimi standard di sicurezza, affidabilità e connettività.
Artera fornisce servizi di hosting, web marketing, sviluppo siti web e portali ecommerce e assicura soluzioni altamente professionali grazie ad uno staff specializzato e un servizio di assistenza tecnica dedicato e multicanale.