Guida WordPress, tutorial 10: gestione dei media e dei commenti

In questa lezione ci occuperemo di due aspetti molto importanti per il coinvolgimento dei lettori. Il primo riguarda l'inserimento delle immagini e dei video allo scopo di catturare l'attenzione degli utenti. Il secondo riguarda la gestione dei commenti: i lettori sentendosi parte di una community sono sempre più invogliati a visitare il nostro blog!

Proseguiamo le nostre lezioni alla scoperta delle funzionalità principali di WordPress. Oggi ci occuperemo della gestione dei file multimediali e dei commenti, due aspetti fondamentali per far presa sul pubblico internettiano. Affinchè un blog abbia successo, è infatti necessario catturare continuamente l’attenzione dei propri utenti e coinvolgerli il più possibile. Ecco che elementi come immagini, video e commenti si trasformano in ottimi strumenti di marketing.

 

Vediamo di seguito come gestirli a partire dai file multimediali.

 

Libreria media

 

Già nel corso delle lezioni dedicate alle pagine ed agli articoli, abbiamo fatto cenno al caricamento delle immagini nel portale. Secondo le buone pratiche SEO è sempre bene inserire almeno una immagine all’interno del post.

 

Ogni qual volta si inserisce un file di tipo immagine o video, questo viene ad essere memorizzato all’interno della sezione che va sotto il nome di Libreria media. Si tratta di una sorta di database che contiene tutti i file e i relativi attributi. La gestione della Libreria avviene dalla pagina omonima, raggiungibile dal back end del sito tramite il menu Media.

 

WordPress Libreria Media

 

In questa pagina vengono elencati tutti i file introdotti all’interno dei vari articoli. Per ognuno di essi è specificato il nome, l’autore che lo ha caricato, l’articolo in cui riportato e la data di caricamento.

 

Per aggiungere un nuovo file direttamente dalla Libreria, facciamo clic su Aggiungi nuovo in alto alla pagina.

 

WordPress caricamento file

 

Qualora si abbia sotto mano il file da caricare, basterà trascinarlo direttamente dell’area delimitata dai trattini. Alternativamente, facendo clic su Selezionare file, si potrà indicare il percorso ove è presente l’immagine o il video. Vedremo comparire in basso l’etichetta della nuova immagine.

 

WordPress caricamento multiplo

 

WordPress dà la possibilità di effettuare dei caricamenti multipli, pertanto basterà reiterare il processo sopra descritto, fin tanto che non saranno stati caricati tutti i file di interesse.

 

Per modificare il titolo e la descrizione dell’immagine facciamo clic sul link Modifica.

 

WordPress modifica immagine

 

Nella nuova schermata che si apre possiamo modificare il titolo dell’immagine, il permalink, la didascalia e la descrizione. Inoltre, WordPress ci dà la possibilità di effettuare editing delle immagini direttamente nel browser. Clicchiamo su Modifica immagine.

 

WordPress editing

 

Il primo pulsante dà la possibilità di ritagliare l’immagine; il secondo ne consente la rotazione verso sinistra, mentre il terzo verso destra; il quarto pulsante effettua un mirroring orizzontale, mentre il quinto un mirroring verticale; sesto e settimo pulsante annullano e ripristinano le varie modifiche. Al termine clicchiamo su Salva per rendere le impostazioni effettive. A questo punto non resta che cliccare su Aggiorna.

 

L’immagine così inserita comparirà nella scheda Libreria media.

Gestione dei commenti

Altro aspetto fondamentale da non sottovalutare per il successo del blog è il coinvolgimento dei lettori. Dare la possibilità agli utenti di lasciare commenti e interagire tra di loro è molto importante, in quanto sentendosi parte di una community sono invogliati a visitare spesso le pagine del sito. D’atra parte il successo dei social network si basa proprio su questo principio.

 

Nella lezione dedicata alle impostazioni del sistema, in particolare nella pagina intitolata Impostazioni di discussione, avevamo visto come configurare le impostazioni di accettazione e ricezione dei commenti all’interno del blog. Scopriamo ora come gestire al meglio i post degli utenti.

 

Tutti i Commenti sono raccolti all’interno della scheda omonima raggiungibile dal back end del sito.

 

WordPress commenti

 

Per ognuno di essi è indicato l’autore, la parte iniziale del commento e l’articolo cui si riferisce.

 

Per accedere alle funzionalità principali basta portarsi con il mouse sull’anteprima del commento. Compariranno i link di Modifica, Approva, Rispondi, Spam e Cestino.

 

Le azioni da compiere dipendono da quanto impostato nelle configurazioni principali. Qualora, infatti, sia stato scelto di consentire la pubblicazione dei commenti senza l’approvazione, basterà dare un rapido sguardo all’anteprima per capire se si tratta di un commento vero o solo di spam. Qualora si verifichi questa seconda condizione, cliccando su Spam il commento sparirà dall’articolo. Inoltre se il commento contiene frasi offensive è bene cestinarlo. A tal riguardo ricordiamo che WordPress dà la possibilità di modificare i commenti, ciò significa che si potrebbe optare per i mantenimento del post operando la cancellazione delle sole frasi inopportune.

 

Qualora, invece, i commenti necessitino di approvazione prima di essere pubblicati bisogna, ricordarsi di dare un clic su Approva per poterli visualizzare all’interno degli articoli.

 

I commenti possono anche essere settati sullo stato di Sospeso. Per far ciò clicchiamo sul link Modifica e dal widget laterale Stato apponiamo la spunta alla voce In sospeso.

 

WordPress stato commento

 

Analizzata anche la gestione dei commenti, nella prossima lezione ci occuperemo dell’installazione del plugin.

 

Continuate a seguirci!