Guida WordPress, tutorial 4: Impostazioni generali e Permalink

Proseguiamo il cammino nel mondo di WordPress e valutiamo insieme le configurazioni base del CMS, affinchè il blog assuma una struttura facile e veloce da gestire. Si tratta di piccole impostazioni che ci porteranno via qualche minuto, ma si riveleranno preziose anche ai fini dell'ottimizzazione SEO!

Ottimizzazione SEO? Occhio ai Permalink

La sezione che andiamo a studiare è molto importante ai fini dell’ottimizzazione sui motori di ricerca. Probabilmente poco sappiamo rispetto alle procedure SEO, ma quantomeno abbiamo intuito che il successo di un portale dipende dal posizionamento degli articoli nelle pagine di ricerca di Google e/o altri motori. Ad esempio, se stiamo cercando informazioni su l’ultima versione di uno smartphone di nostro interesse, ci collegheremo a Google e scriveremo nel campo di ricerca il nome del telefono. Daremo un rapido sguardo ai primi link dell’elenco, soffermandoci sui contenuti dei Meta-link e delle Meta-descrizioni. Sulla base delle prime impressioni sceglieremo il sito a cui affidarci, cliccando sul relativo URL. Difficilmente, quindi, scorreremo la prima pagina o addirittura visiteremo la seconda, se non fosse che nei primi risultati non è presente l’informazione specifica che stavamo cercando. Ne conviene che in generale, tutti i siti che si posizionano dopo il decimo risultato, difficilmente saranno consultati.

Le tecniche e i trucchi per risalire l’elenco dei risultati su Google verranno spiegati nelle successive lezioni della guida. Per il momento ci soffermiamo sui Permalink, la base da cui dovremo partire per un’ottima ottimizzazione SEO. Spostiamoci, quindi, dal menu laterale nella sezione Permalink.

WordPress Permalink

Di default WordPress utilizza degli URL Web con all’interno punti di domanda e molti numeri. Purtroppo questa tipologia di link non è ben vista dai motori di ricerca. Ë bene quindi variare la struttura degli URL. Di seguito i permalink possibili:

  • Data e nome http://www.miosito.it/wordpress/2013/05/31/articolo d’esempio/ prima dell’inserimento del nome dell’articolo vengono inseriti i valori associati alla data odierna in forma /anno/mese/giorno/articolo
  • Mese e nome http://www.miosito.it/wordpress/2013/05/articolo d’esempio/ in tal caso non comparirà il giorno e quindi troveremo solo /anno/mese/articolo
  • Numerico http://www.miositoit/wordpress/archives/123 in questo caso all’articolo verrà associato un semplice valore numerico e non sarà riportato il titolo della news
  • Nome articolo http://www.miosito.it/wordpress/articolo d’esempio/ al contrario del caso precedente non sarà inserito alcun valore numerico ma comparirà esclusivamente il titolo della news
  • Struttura personalizzata http://www.miosito.it/wordpress… WordPress da la possibilità all’utente di scegliere la struttura preferita

Ai fini dell’ottimizzazione SEO non tutte le opzioni proposte sono valide. Ad esempio, secondo quanto richiesto esplicitamente da Google (anche per entrare in Google News) è  necessario che i link contengano  una struttura numerica di almeno 3 cifre e che venga riportato il titolo dell’articolo. Per questo motivo consigliamo una struttura personalizzata così composta http://www.miosito.it/wordpress /%category%/%post_id%/%postname%/ che riporterà il nome della categoria a cui appartiene l’articolo, il numero associate al post e il titolo dell’articolo.

 Terminate le configurazioni di base, siamo pronti per dedicarci all’aspetto grafico del nostro blog. Alla prossima puntanta per saperne di più!