Categorie
Virtualizzazione

HP smantella 85 datacenters

Il progetto è stato avviato oltre un anno fa, ma solo ora HP da conferma dell’avvenuta chiusura di ben 28 datacenters: HP fin da subito è stata chiara, l’idea è quella di diminuire i costi di gestione e migliorare la produttività, due obiettivi difficilmente raggiungibili gestendo ben 85 datacenters in tutto il mondo.

Le struttura dismesse saranno sostituite da soli 6 “big” datacenters collocati sul territorio americano, ma il tutto, per ovvi motivi, è stato pianificato su 3 anni. Insieme alle strutture dismesse HP vedrà anche un forte taglio di personale impiegato, in particolare si passa da 19.000 impiegati, a quasi 8.000, anche se da HP dichiarano che verranno impiegati su altri progetti.

Per Randy Mott, CIO di HP, si tratta di una vera e propria sfida, che sembra poter vincere, dato che giunge proprio in questi giorni la conferma che 28 datacenters sono già stati dismessi e i sei datacenters sono pronti ad accogliere le applicazioni e i dati della migrazione. La concentrazione in sole 6 locations è dovuta anche al fatto che, rispetto agli inizi, le applicazioni effettivamente utiizzate all’interno dei vecchi datacenters sono fortemente diminuite, e possono quindi essere accolte in poche uniche strutture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.