Categorie
Cloud Computing

Il data center di Apple sarà dedicato al cloud computing

Rich Miller, editor e fondatore di DatacenterKnowledge, ha rilasciato una bella intervista a Cult of Mac relativamente al nuovo data center in costruzione per conto di Apple, annunciato come una delle più grandi strutture al mondo, con i suoi 500.000 square foot di estensione (circa 45.000 metri quadri).

Il data center di Apple, secondo Rich, sarebbe il più grande al mondo, quelli costruiti recentemente dalle grandi compagnie non vanno oltre i 400.000 square foot, valore che detengono anche Google e Microsoft. Si avvicina a questa dimensione il SuperNAP di Las Vegas, ma non si tratta di un data center destinato all’utilizzo che Apple avrebbe in mente. Dietro all’imponente progetto ci sarebbe la volontà di entrare prepotentemente nel mercato del cloud computing, Miller ricorda che tutte le aziende che realizzano strutture di queste dimensioni pensano ad un ingresso nella cloud, e hanno solitamente di ampio spazio soprattutto per lo storage, ovvero per immagazzinare miliardi e miliardi di bit ogni giorno.

Il North Carolina, dove Apple ha deciso di realizzare la struttura, non è uno stato particolarmente indicato per la connettività, piuttosto per gli sconti che la compagnia è riuscita ad ottenere sulle tasse; come fa notare, in North Carolina non c’è la possibilità di collegarsi con internet exchange molto vicini, per cui la connettività al momento non è il problema di Apple, sembra piuttosto essere la necessità di “scalare” la propria infrastruttura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.